Tutti i colori del bianco: 100 vini in degustazione a Monteforte d’Alpone

Sabato 27 e domenica 28 maggio presso il Palazzo Vescovile di Monteforte d’Alpone, una delle due grandi capitali, con Soave, del Soave Doc e Docg, il celebre vino bianco veronese, si svolgerà Tutti i colori del Bianco, grande degustazione di vini bianchi di diverse annate (dal 1995 sino al 2003) provenienti da Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Trentino, Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna, proposti da celebri case produttrici, ognuna delle quali proporrà in assaggio due annate, una più “giovane” (non più recente però del 2003) e una affinata più o meno lungamente in bottiglia.

Il biglietto d’ingresso è di 15 euro (10 euro per i sommelier che dovranno però mostrare la loro tessera associativa) e dà diritto di ricevere la guida alla degustazione con tutti i vini, le annate e l’indirizzo delle aziende; il calice da degustazione, che resterà di proprietà degli utilizzatori e soprattutto di procedere agli assaggi di tutti i vini presenti, oltre a prodotti della gastronomia tipica locale.

Il programma dettagliato della manifestazione, disponibile sul sito Internet prevede:

Sabato 27 maggio alle ore 10:

Talk-show sul tema “Bianchi sempre Giovani”. Partecipazione aperta a tutti.
Sono previsti numerosi brevi interventi (7 minuti al massimo) che faranno il punto sui vini bianchi da ogni angolazione, dal clone alla bottiglia sullo scaffale.
Interverranno, fra gli altri, il presidente del Consorzio Soave Arturo Stocchetti (Il Soave evergreen), diversi enologi di fama: un manager prestato alla cooperazione, Bruno Trentini della Cantina di Soave (Il Soave, buono giovane e maturo), Franco Giacosa della Zonin (I profumi terziari), Flavio Prà (Progettare un bianco lungimirante), Gaspare Buscemi (Mi piace vederli diventare grandi), Fausto Peratoner di La-Vis (Ma quanto vivono i vini di montagna?), Fausto Maculan (L’ultimo splendore prima del declino), Alberto Mazzoni (Legno sì o no nel Verdicchio? Meglio no), Rudi Kofler della Cantina di Terlano (Invecchiare i bianchi è il nostro mestiere), Carlo Casavecchia della Corvo (L’aria siciliana mantiene giovani).

Interverranno inoltre i ricercatori Davide Ferrarese (La longevità è già nel clone e nell’uva), Diego Tomasi (Le potenzialità aromatiche delle uve bianche), Alessia Gigante (Lunga vita per gli autoctoni friulani, nonché i giornalisti Fabrizio Penna (Naturalità e qualità = longevità), Angelo Peretti (I miei bianchi del Quaranta), l’enotecaria Gigliola Bozzi Gaviglio (Una riflessione in enoteca), Paolo Bianchi, direttore del Consorzio Collio (In listino abbiamo il 2001), ed i ristoratori Claudio Burato del Babajaga (Quando a tavola l’età non conta) e Lamberto Ridolfi di Villa Amalia (Come si abbinano a tavola i bianchi):

Sabato 27 maggio dalle 14 alle 21 per il pubblico è prevista la degustazione di oltre 120 bianchi  dall’annata 2003 in giù.

Questa è la prima volta in cui l’enologo, l’operatore in genere del settore, il ricercatore, il sommelier, l’appassionato si trovano davanti alla possibilità di giudicare, nello stesso momento, evoluzione dei vini nel tempo e capacità dell’azienda di presentare bianchi in grado di sostenere lunghi viaggi e di vivere senza problemi per molto tempo nelle carte dei ristoranti e nelle enoteche di tutto il mondo.

Vista la collocazione della manifestazione non mancherà poi una rassegna con degustazione di Soave 2005 di svariati cru: un importante confronto fra “vecchi” e “giovani” e, fra questi ultimi, dei vari territori che compongono il mosaico Soave.
Riservata alla stampa è poi prevista l’iniziativa “Formidabili quegli anni. I ragazzi del secolo scorso”, 15 vini d’autore di almeno 10 anni (dal millesimo 1996 in giù) in degustazione guidata dai loro produttori o dai loro enologi.

Domenica 28 maggio a partire dalle 11 sarà ancora aperta la degustazione degli oltre 120 bianchi a partire dall’annata 2003 a ritroso nel tempo. Sono previsti assaggi di specialità gastronomiche tipiche del-la zona.

Il programma completo della manifestazione e l’elenco delle aziende partecipanti e dei vini in assaggio sul sito Internet ufficiale:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *