Una serata diversa in Oltrepò Pavese: alla scoperta dell’acqua con Senso Alimentare

Sono debitore di una precisazione indirizzata a quei lettori, in particolare Alessandro, che leggendo della mia presenza ad Acqua, serata di Analisi Sensoriale che si è svolta giovedì 11 maggio presso il President Hotel Terme di Salice Terme in provincia di Pavia hanno pensato che mi fossi bevuto il cervello, oppure avessi in qualche modo deciso di dare il mio avallo ad un progetto di “carte dell’acqua” e di sommelier dell’acqua che suscita anche in me non poche perplessità.

Bene, non sono “escito pazzo” come direbbero a Napoli e continuo a ritenere che vino e dintorni debbano continuare ad essere il centro della mia attività di giornalista, ma dopo aver partecipato ad Acqua, ed essermi francamente divertito e aver soprattutto imparato, da consumatore, un sacco di cose, non posso che ringraziare l’amica Cinzia Montagna, addetta alla comunicazione al Consorzio Vini Oltrepò Pavese e autrice degli scoppiettanti fantasiosi testi di Bonarda Style, il pirotecnico “official magazine” del progetto che riguarda questo storico vino oltrepadano, per aver pensato di coinvolgermi, come moderatore – attizzatore in questo dibattito.

E soprattutto non posso che dire brave, anzi bravissime e battere loro le mani e fare i complimenti, e non solo perché sono due giovani e belle tuse (benedette loro !), a Federica Rossini & Daniela Dentella, autentiche inventrici di quel serio centro studi di analisi sensoriale che corrisponde al nome di Senso Alimentare, che con i loro discorsi, documentati e facilmente comprensibili, e le loro proposte d’assaggio anche divertenti e ludiche, il che non guasta mai, hanno consentito a noi tutti, a me per primo e al folto pubblico (anche parecchi produttori di vino) presente in sala di capire quanto quello sull’acqua, sulle acque minerali che consumiamo a litri (178 pro capite per l’esattezza nel 2004 secondo i dati di Beverfood) su un discorso serio e complesso.

Un discorso che merita un approccio meditato, approfondimenti, un’opera d’informazione puntuale come quello che Daniela & Federica ci hanno appassionatamente e con rara competenza fornito e come cercano di fornire con il loro lavoro, molto articolato (visitare il sito Internet per averne un’idea) svolto con Senso Alimentare nel segno dell’Analisi Sensoriale .

Un particolare bravo, ad entrambe, va rivolto anche per aver pensato di coinvolgere, accanto al vostro umile cronista (che dopo giorni di ripetuti assaggi di Barolo & Barbaresco aveva proprio bisogno, per sopravvivere, di una serata tutta ad acqua e magari di passare le acque, perché no ?, proprio a Salice Terme) quel grande personaggio, cultore ed esperto di cose oltrepadane, di memorie storiche e di cultura locale, che è Mario Maffi, a noi tutti ben noto come bravo enologo, che ci ha presentato un suo excursus sulle origini e sullo sviluppo delle tradizioni termali in Oltrepò, sull’acqua nella tradizione oltrepadana, che ha incantato per precisione, passione, capacità, davvero rabdomantica, trattandosi di Mario, di scavo.
Insomma, parlando di acqua, degustando e mettendo a confronto acque minerali diverse, giocando con l’acqua, cominciando ad addentrarci in quel grande universo che è l’acqua (minerale) in Italia, incredibile fonte di un business a molti zeri, abbiamo simpaticamente trascorso un paio di ore e ci siamo divertiti.

E brave Daniela & Federica e brava Cinzia, che avete avuto la fantasia e la frizzante leggerezza di pensare ad una serata del genere: chapeau !

0 pensieri su “Una serata diversa in Oltrepò Pavese: alla scoperta dell’acqua con Senso Alimentare

  1. Dunque, riassumendo, l’attività di un giornalista enogastronomico consiste in:
    – viaggiare in lungo e in largo in tutti i più bei luoghi d’italia (e a volte all’estero)
    – assaggiare il nettare degli dei, oltre ai diversi cibi di accompagnamento (presidiati da chiocciole o meno)
    – chiacchierare amabilmente con interessanti persone, piene di passione per quello che fanno.
    – divertirsi a serate culturali e interessanti, su tutto il territorio nazionale.
    – ..infine, stare in compagnia di bellissime, giovani e frizzanti fanciulle!!!!

    insomma una autentica vitaccia!!! 😉

    ….maledetto il giorno che non ho scelto di fare il suo beatissimo lavoro!!!
    😉
    con simpatia, Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *