Tesori enogastronomici di Pesaro e Urbino: una guida utilissima

Ci voleva proprio un grande appassionato e serio conoscitore delle multiformi tradizioni enogastronomiche di questo splendido angolo delle Marche, per raccontare quanti tesori golosi il pesarese e l’urbinate nascondano.

Presidente dei Sommelier del Montefeltro, Giuseppe Cristini, con la sua vasta esperienza e conoscenza del territorio si é rivelato proprio l’uomo giusto, ed ecco, da procurarvi e da portare con voi quest’estate e ogni volta che scenderete in quel bellissimo luogo posto tra mare e colline che sono le Marche, la sua Guida alle Botteghe Tipiche. Gli ultimi artigiani del gusto della provincia di Pesaro e Urbino (142 pagine 8 euro per informazioni tel. e fax 072289138).

Un agile volume di straordinaria utilità per riuscire ad individuare in 41 comuni del gusto, da Acqualagna ad Urbino, passando per Fano, Sant’Angelo in Vado, Cartoceto, Piobbico, Pesaro, Macerata Feltria, le tantissime cose buone proposte da una serie di custodi della migliore tradizione alimentare regionale.

Dai celeberrimi oli d’oliva extravergini (ad esempio quello del Frantoio della Rocca dei Beltrami a Cartoceto) al tartufo, da salumi particolari come la coppa di testa, la “porchetta che scricchia e scrocchia”, il pesciolino di maiale, la scalmarita, la goletta, il culatello e i ronzini di cinghiale, e poi l’artista del boscaiolo, il salame con il lardello, pecorini, formaggi di fossa, “casciotte” di Urbino, mieli, marmellate, mosti d’uva, il visciolato o vino di visciole, biscotti, Cristini ci racconta il modo di lavorare e le pregiate produzioni di norcini, macellai, panettieri, pastai, cercatori e commercianti di tartufo, ecc. di ognuno dei quali ci viene fornita la mappa (e tutti i dati utili per raggiungerli) paese per paese. E raccontati in una scheda essenziale, la professionalità, il modo di lavorare, la storia e, ovviamente, le specialità.

Molto interessante, inoltre, la parte introduttiva, dove viene tratteggiato un ritratto della cucina delle Marche settentrionali, e dal pane sino ai formaggi, ai dolci, alla carne bovina marchigiana, una presentazione di quel che poi gli artigiani del gusto andranno a proporre.
Insomma, una perlustrazione da acquolina in bocca ed un volumetto davvero speciale.

Per acquistare la guida oppure

0 pensieri su “Tesori enogastronomici di Pesaro e Urbino: una guida utilissima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *