L’ultimo sparo: un grande romanzo tra Storia e vicende personali

Di enogastronomico questo libro, non ha niente, ma voglio ugualmente consigliarvi, avendolo trovato bellissimo, la lettura del romanzo L’ultimo sparo dello scrittore dublinese Hugo Hamilton, pubblicato da Fazi editore (187 pagine, 15 euro).

La vicenda narrata in questo romanzo, che si fa leggere con grande piacevolezza e ha pagine di grande intensità espressiva, si svolge in un arco temporale che va dal maggio 1945 sino alla caduta del Muro di Berlino ed intreccia ricostruzione storica, la fuga di una guarnigione tedesca della Wehrmacht dalla Cecoslovacchia occupata, la fine della guerra, l’ultimo sparo, appunto, del titolo, ad una vicenda privata, una storia d’amore maturata durante il conflitto ed un’altra, più complessa, nata tra un americano, giunto in Germania per studiare e per ricercare le proprie radici, ed una ragazza tedesca.
Il risultato è un libro dotato di una capacità rara di giocare su più piani, di alternare cronaca e umana pietas per vincitori e vinti e approfondimento psicologico, mantenendo sempre altissima la tensione narrativa.


Come ha ben scritto Elisabetta Rasy sul Corriere della Sera del 29 giugno “Hamilton è straordinariamente abile nel non allontanarsi mai dalle questioni private attorno alle quali ruota il suo racconto, ma lo è altrettanto nel non perdere mai di vista la trama simbolica che, attraverso le generazioni, la Grande Storia imprime sui destini personali. Toni bassi, pathos smorzato, pietas discreta, ma suspense ininterrotta: un romanzo sorprendente. Anzi, dal momento che da noi questo autore è pressoché sconosciuto (Fazi ha pubblicato anche Il cane che abbaiava alle onde – ndr), una vera apparizione narrativa, di quelle da non perdere”.
Sottoscrivo e non posso che segnalarvi questo romanzo delicato, intenso e forte, come lettura per le vostre vacanze.

0 pensieri su “L’ultimo sparo: un grande romanzo tra Storia e vicende personali

  1. per la prima volta, credo, appena terminato questo romanzo l’ho ricominciato daccapo perche non mi volevo staccare da questa storia. l’ho prestato a tutti quelli che conosco . non so dire altro. ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *