Un anno fa gli attentati di Londra: we will not never forget

Ricorre oggi il triste primo anniversario degli attentati di Londra, quando quattro giovani musulmani kamikaze si fecero esplodere in tre vagoni della metropolitana e in un autobus causando 50 morti e 700 feriti e gettando la capitale inglese nel caos, suscitando un clima di orrore e di terrore.

Ricordo che quel giorno ero in vacanza in montagna, in Alto Adige, assolutamente impossibilitato a collegarmi ad Internet, a mandare una mail ai molti amici e colleghi wine writer che sapevo a Londra, primo tra tutti l’amico e maestro Nicolas Belfrage, per sincerarmi che stessero bene, che non fossero stati coinvolti, loro che ogni giorno so prendere la metropolitana per andare in redazione ad Harpers, a The World of Fine Wine, a Decanter, o in ufficio, in questa assurda carneficina.

Furono per me ore di paura e solo dopo diverse ore che riuscii a parlare al telefono con Nick, e con Neil Beckett e ad apprendere, con grande sollievo, che tutti, Sara, Stuart, David, Jack, Christian, Stephen, stavano bene. Fu una grande paura, ma anche una grande prova di forza, di serietà, dignità e compostezza di questo grande Paese, sdegnato per questo vile attacco, ma ben deciso a non piegarsi alla strategia della tensione.

Oggi nei luoghi della tragedia sono previste alcune cerimonie per ricordare questo primo anniversario e le vittime delle bombe e del fanatismo islamico. La Gran Bretagna si fermerà a mezzogiorno per due minuti di silenzio e anche noi non potremo non partecipare al cordoglio.

Non potremo mai dimenticare, we will not never forget

0 pensieri su “Un anno fa gli attentati di Londra: we will not never forget

  1. Thank you sincerely Franco for your characteristically thoughtful writing today. Your own sense of care for fellow colleagues is a welcome breath of fresh air as we enter this poignant day. Sincerely, Sara Basra, Fine Wine magazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *