Due Barbaresco da conoscere: il Serraboella ed il Froi di Massimo Rivetti

Per il Barbaresco, l’altro grande vino albese base Nebbiolo, quella 2003 non si può certo affermare sia stata una grande annata. La produzione di 3.484.000 bottiglie, da 637 ettari vitati, non ha raggiunto, causa la torrida estate che tutti ricorderete, livelli qualitativi importanti e l’assaggio di 66 campioni fatto ad Alba lo scorso maggio ha rivelato ben pochi vini all’altezza della fama, della sua eleganza e della sua innegabile piacevolezza.

Tra i nomi sicuri su cui indirizzarsi (ad esempio Marchesi di Gresy, Ugo Lequio, Rizzi, Carlo Boffa, Albino Rocca) una bellissima sorpresa é venuta da un’azienda di Neive che in attività dal 1947 ha deciso d’imbottigliare solo dall’annata 2001 e anche in un’annata difficile come il 2003 é riuscita a produrre due vini pienamente rispettosi dell’identità del Barbaresco.

Sto parlando dell’azienda Massimo Rivetti (20 ettari vitati, tra Neive, Alba e Mango) che non contenta di proporre ottimi e affidabili Dolcetto d’Alba, Barbera d’Alba (Pierin Valetta e Serraboella) e Langhe Nebbiolo (Bricco Avene), carnosi, godibili, freschi e dal rapporto prezzo qualità straordinario, si districa alla grande con due Barbaresco, il Froi, affinato in botte grande da 25 ettolitri, ed il Serraboella, da un vigneto di due ettari posto in una delle zone migliori di Neive, affinato in barrique, di cui solo un terzo nuove.
Due signori Barbaresco, in quantità varianti tra le 3500 e le 4000 bottiglie, il Froi caratterizzato da una bella articolazione aromatica, molto sapido e minerale e dotato di un frutto succoso e una notevole piacevolezza, il Serraboella molto terroso e floreale con note di sottobosco in evidenza e una bella materia viva succosa ben polputa che assicura una grande lunghezza, un ottimo equilibrio e un’estrema piacevolezza.

Se poi volete divertirvi ancora di più vi consiglio, visto che é ancora disponibile in cantina la splendida Riserva Serraboella della grande annata 2001 (18 euro in cantina), un vino aperto ampio splendidamente “ciliegioso” con un bel frutto vivo e carnoso ancora vivo sapido e molto fresco e godibile sul finale molto lungo, persistente e di assoluto equilibrio. Vini questi di Massimo Rivetti (da fare estrema attenzione a non confondere con altri Rivetti produttori di Barbaresco, i cui vini sono a mio avviso ben lontani da questa piacevolezza e autenticità d’espressione) che vi consiglio caldamente di provare.

Azienda agricola Massimo Rivetti
Via Rivetti 22 12052 Neive CN
Tel. 0173 67505
e-mail
sito Internet
Prezzi in cantina 15 euro

0 pensieri su “Due Barbaresco da conoscere: il Serraboella ed il Froi di Massimo Rivetti

  1. Vini questi di Massimo Rivetti (da fare estrema attenzione a non confondere con altri Rivetti produttori di Barbaresco, i cui vini sono a mio avviso ben lontani da questa piacevolezza e autenticità d’espressione

    Compresi i Rivetti non langaroli,esaltati dalla Guida del crostaceo, il cui cognome non compare nella ragione sociale che richiama invece una piccola spina.

  2. Vedo che quasi mai nei siti dei produttori si può acquistare on line, eppure dopo aver letto le tue recensioni verrebbe quasi automatico ordinare qualche bottiglia per ‘verificare’!!!

    Come mai questo ritardo, pigrizia o paura di disturbare i canali tradizionali di distribuzione?

  3. Mi associo a quanto scritto da Davide. Non sempre si può andare direttamente in cantina per acquistare il vino o cercare l’enoteca che vende i prodotti desiderati.
    Una vendita on-line sarebbe perfetta. Il successo di e-Bay ne è una conferma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *