Le regioni in pentola e l’arte del mangiar sano

Ma dove sta scritto che non é possibile mangiare bene, in maniera ricca e gratificante da un punto di vista gastronomico, facendo sì che concedendoci quel grande piacere che é il cibo si possa salvaguardare anche la nostra salute ?

Alimentarci in maniera sana vuol dire non solo curare la qualità delle materie prime utilizzate, ma anche, sebbene da golosi impenitenti non ci pensiamo che raramente, “proteggerci da importanti fattori di rischio quali sono in sovrappeso, la pressione alta, gli eccessivi livelli di zuccheri e di grassi nel sangue”.

Queste avvertenze, già importanti per ognuno di noi, diventano fondamentali nel caso di soggetti afflitti da malattie e disfunzioni tipo il diabete oppure l’obesità, soggetti che non devono per forza rinunciare al piacere della buona tavola e condannarsi a diete penitenziali che ti mandano letteralmente.. “in bianco”, ma che possono tranquillamente continuare a nutrirsi con soddisfazione quasi da gourmet, semplicemente prestando molta più attenzione a condimenti, grassi, modalità di cottura.

A tutti costoro, ma anche a noi, che a causa dei nostri peccati di gola siamo in soprappeso e siamo regolarmente dotati di “cuscinetti dell’amore”, hanno pensato il gastronomo Allan Bay e la dietista e nutrizionista Patrizia Bollo scrivendo Le regioni in pentola e l’arte del mangiar sano (500 pagine 19 euro Editoriale Fernando Folini).

Il libro merita attenzione, perché e’ sì un classico, ricco, completo ricettario, un viaggio attraverso qualcosa come 510 ricette della grande tradizione regionale italiana, dal tonno di coniglio all’insalata di carne cruda piemontese alla farinata di ceci ligure, dall’ossobuco alla milanese alla piadina, alle lasagne, all’erbazzone romagnoli, dalla pappa al pomodoro toscana alle orecchiette con le cime di rapa pugliesi, e così via, ma tutte queste ricette sono riviste e presentate alla luce dei dettami di un’alimentazione sana e leggera, gustosa, ma digeribile e senza grassi.
Riproposte guardando ad un bilanciamento nutrizionale che causi edonistico piacere a chi le gusti, ma salvaguardando la sua salute e impedendo che gustare questi manicaretti si tramuti in un problema. Insomma, una lettura molto interessante e utile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *