Sapori del Casentino: 6-7-8 ottobre a Pratovecchio

Agricoltura e gastronomia di qualità in una valle toscana

Il Casentino è la prima valle dell’Arno situata all’estremo lembo nord-orientale della Toscana, una terra ricoperta da monti e foreste secolari, uno spazio isolato, terra di eremi come Camaldoli ed il santuario francescano della Verna. Vi si accede da una strada che collega Arezzo a Firenze attraverso il passo della Consuma, attraversando Strada in Casentino, Poppi, Bibbiena, oppure da Arezzo, valicando la lieve sella di Giovi e costeggiando la Catenaria. L’alternativa è l’accesso dalla Romagna forlivese, attraverso il passo dei Mandrioli e poi Bibbiena. Il Casentino è storica terra di lotte tra fiorentini e aretini e teatro della battaglia di Campaldino (11 giugno 1289) tra le fazioni dei Guelfi e Ghibellini.

Terra paesaggisticamente affascinante, il Casentino è ricco d’interesse anche per i cultori di cose golose, innanzitutto per il prosciutto, ottenuto da una particolare varietà suina di colore scuro adatta all’allevamento brado o semibrado, quindi per la patata rossa di Cetica, e per una serie di piatti tipici, ottenuti dalle materie prime locali come funghi, formaggi, salumi, castagne.

Questa particolare situazione ha consentito la creazione di una “Strada dei Sapori del Casentino” idonea a promuovere ad un pubblico più ampio i tesori di questo angolo di Toscana e ha indotto a varare una manifestazione di grande risonanza, I Sapori del Casentino, giunta alla terza edizione, che si propone come grande vetrina ed evento clou del patrimonio agroalimentare del territorio casentinese. Una rassegna enogastronomica, certo, ma anche un momento di presa di conoscenza degli inestimabili valori della biodiversità e dell’esigenza di operare per salvaguardare sapori e saperi che poiché il “cibo è centrale nella nostra vita, non solo perché ci da il nutrimento, ma anche perché ci caratterizza, ci lega ad un ambiente piuttosto che ad un altro, insomma”, assumono un valore sociale, economico e culturale, esprimendo la storia, le tradizioni di un territorio.

La terza edizione di Sapori del Casentino, che avrà come teatro il borgo di Pratovecchio, si svolgerà nelle giornate di venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 ottobre e prevede un ricchissimo calendario di occasioni di incontro e conoscenza con i saperi gastronomici, i sapori, i gusti antichi, ma sempre attuali e vivi, di questo suggestivo angolo di una Toscana di montagna. Un’intera valle metterà in mostra il tesoro dei prodotti della terra e della tradizione.


L’inaugurazione della tre giorni è prevista venerdì 6 alle 18, presso il padiglione espositivo, e prevede l’apertura degli stand dei produttori agroalientari casentinesi, la presentazione del prodotto dell’anno, ovvero il Prosciutto del Casentino, del gemellaggio tra due borghi del prosciutto, Pratovecchio e San Daniele del Friuli, l’apertura dell’Officina del gusto, dove si alterneranno degustazioni e dimostrazioni visive guidate da esperti. Alle 19, verrà aperto lo spazio Food Blogger, dove per l’intera durata della manifestazione due wine & food blog, Vino al Vino e Lavblog, seguiranno lo sviluppo di quel che accadrà e daranno conto di cene, degustazioni, assaggi di prodotti tipici, fornendo testimonianze, interviste, commenti. Alle 19.30, invece, aprirà i battenti l’Osteria dei Sapori, aperta per tutte e tre le giornate ( venerdì dalle 18 alle 23, sabato alle 18 alle 24, domenica dalle 12 alle 15 e dalle 18 alle 23), dove si potrà gustare questo menu di assoluta tipicità:
Antipasto Casentinese (salumi, pecorini e miele del Casentino con crostini di fegatini)
Tortelli di patate, tagliatelle con ragù di carne Chinina, Acquacotta ai funghi porcini
Stracotto di Chinina, Grigliata mista di maiale casentinese
Dolci della tradizione (schiacciata con l’uva, ciambellone, torta dei Guidi).
Il tutto bagnato dai vini classici locali, dal Chianti Rufina, al Chianti Colli Senesi al Chianti Colli Aretini, al Chianti, al Chianti Classico e al Cortona.

Per ognuna delle tre giornate sono poi previsti tre grandi eventi conviviali (due cene, venerdì e sabato e un pranzo, domenica), per i quali è prevista la prenotazione obbligatoria, entro e non oltre lunedì 2 ottobre, a questo numero di telefono: 0575 504877 (dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13).

Il primo evento, in programma venerdì 6 alle 20, ha come tema “La cucina delle Valli Aretine incontra i vini del Casentino” e avrà protagonista la cucina delle quattro vallate aretine in abbinamento ad una selezione di vini casentinesi.
Il menu prevede:
Sformatino di spinaci, crostini croccanti al paté di milza, ai fegatini di pollo al Vin Santo e alle rigaglie, con ginepro e salvia, presentato dal ristorante Bacco e Arianna di Arezzo;
Bringoli con il Sugo Finto della Nonna Elvira, presentato dal ristorante La Nena di Anghiari;
Antica pasta al forno con l’ocio, presentato dal ristorante Antica Rota di Marciano della Chiana;
Grifi all’aretina, presentato dal ristorante La Torre di Gnicche di Arezzo;
Stufato alla Sangiovannese, presentato dal ristorante Costachiara di Terranova Bracciolini;
Lattaiolo e…, presentato dal ristorante La Tana degli Orsi di Pratovecchio.

Il costo della cena è di 38 euro, 35 euro per i soci Slow Food

Il secondo evento, in programma sabato 7 alle 20.30 prevede un gemellaggio sul tema della montagna tra Casentino e Alto Adige, con un serata dal tema “L’Alto Adige incontra il Casentino” e la partecipazione, come guest star, di Herbert Hintner titolare del Ristorante Zur Rose di Appiano sulla Strada del Vino in provincia di Bolzano e presidente onorario dei Jeunes Restaurateurs.

Ogni piatto, realizzato con le materie prime del territorio casentinese, sarà in abbinamento con un diverso vino della celebre Cantina Produttori di Colterenzio, vini che verranno presentati dal presidente Luis Raifer.

Il menu prevede:

Millefoglie di maiale grigio del Casentino con vinaigrette al finocchio selvatico
Alto Adige Pinot Grigio Puiten 2005
Cappuccino di farro e caprino fresco
Alto Adige Sauvignon Prail 2005
Lavagnette di patate rosse di Cetica con tartufo nero estivo
Alto Adige Pinot nero 2005
Sella di cervo al vino rosso con purea di fagioli di Garliano e funghi porcini
Alto Adige Cornelius rosso 2002
Crema di ricotta con mele Neste stufate e caramellate
Alto Adige Moscato rosa 2005

Il costo della cena, vini compresi, è di 90 euro e le prenotazioni vanno effettuate entro e non oltre lunedì 2 ottobre, allo 0575 504877 (dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13).

Il terzo grande momento gastronomico, previsto per la giornata di domenica 8 alle 13, sarà sul tema Pratovecchio-San Daniele: i sapori di un gemellaggio, e offrirà l’occasione per degustare e confrontare i prodotti casentinesi con quelli di San Daniele del Friuli.
In cucina, per Pratovecchio Giacomo e le signore della Proloco e per San Daniele Giuliana Marcuzzi, Chef Patron della “Trattoria Centrale”. 

Il menu prevede:
Prosciutto di San Daniele & Prosciutto del Casentino
Penne con prosciutto di San Daniele e olive
Canederli al sugo di pomodoro fresco
Arista di maiale grigio casentinese al forno con patate rosse di Cetica arrosto
Gubana friulana con sliwovitz e ciambellone casentinese
In abbinamento i vini (Colli orientali del Friuli Tocai friulano 2005, Colli orientali del Friuli Malvasia 2004 e Vola Vola 2003) dell’azienda Le Vigne di Zamò di Rosazzo

Costo del pranzo 30 euro, 27 euro per i soci Slow Food.

Prenotazioni obbligatorie entro e non oltre lunedì 2 ottobre, allo 0575 504877 (dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13).

Domenica 8 alle 15.30 presso il Padiglione espositivo è poi previsto un incontro – dibattito sul tema “Internet: l’avvento dei food blog”, organizzato per conoscere meglio che cosa è e a cosa serve un food & wine blog e quale modello di informazione propone.
Franco Ziliani e Roberto Giuliani, inviati speciali con i loro blog nei Sapori del Casentino introdurranno gli appassionati al mondo della blogosfera e presenteranno alcuni dei più validi food & wine blog presenti in Rete.

Il programma è gremito di numerose altre occasioni interessanti, stuzzicanti, curiose e di innumerevoli chiavi di lettura per entrare nel mondo goloso del Casentino. Ma di queste altre cose parleremo in un altro post che proporremo domani. 

Prenotazioni alberghiere e agrituristiche e informazioni tel. 0575 520511 e-mail

Il programma dettagliato della manifestazione su  informazioni su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *