Sapori del Casentino: molte altre suggestioni

Il menu della tre giorni Sapori del Casentino in programma dal 6 all’8 settembre a Pratovecchio in provincia di Arezzo, prevede, come ho già spiegato, innumerevoli altre occasioni di conoscenza e possibilità di gustare le multiformi espressioni della cultura gastronomica casentinese, ma anche incursioni in altri territori.

Sabato 7 ottobre, ad esempio, nell’ottica del confronto – gemellaggio con la celebre città del prosciutto di San Daniele in Friuli, l’apertura dello stand dell’Artigiana Prosciutti di Domenico Molinaro in San Daniele, quindi, sempre alle 10, l’apertura di una serie di stand di alcuni dei più significativi Presidi Slow Food toscani.

Alle 14, sempre presso il Padiglione espositivo, sarà di scena il Gelato artigianale ai Sapori del Casentino, con il maestro gelataio Francesco Zocca alle prese con i prodotti delle valli casentinesi e la degustazione di gelati ottenuti da sambuco, pesche ubriache, fior di latte di capra, fragole di bosco, more, miele di melata, fichi, uva fragola, lampone, mele cotogne, pere, mirtilli, miele di castagno, Vin Santo, zafferano e mele. Ovviamente tutti questi gelati speciali potranno essere degustati.

Alle 15 è di scena la disfida Casentino contro Mugello, ovvero la disfida del tortello ! Sotto l’attenta valutazione di una giuria di qualità presieduta dal gastronomo Beppe Bigazzi, si sfideranno, per aggiudicarsi il titolo di “Miglior Tortello dell’Anno”, due ristoranti, uno del Casentino ed uno del Mugello, riconosciuti tra i migliori interpreti del tortello di patate nelle rispettive vallate. 

Alle 17.30 a Stia, Palagio Fiorentino, presentazione del volume L’etichetta dei prodotti alimenti, igiene e qualità degli alimenti, a cura dell’Arsia e della Regione Toscana.

Domenica 8, invece, dopo l’apertura degli stand alle 10, dell’Officina del Gusto alle 11.30 e dell’Osteria dei Sapori alle 12.30 (ospiti speciali le donne della Pro Loco di Corezzo con i loro Tortelli alla piastra), alle 15.30 il già citato incontro “Internet, l’avvento dei food blog”, ovvero chiavi di lettura e spiegazioni per entrare nel mondo della blogosfera golosa, nel mondo dei wine & food blog che racconto la qualità in cucina e a tavola, mentre alle 17, quindi alle 18, e poi alle 19, presso la Sala del Podestà di Pratovecchio, è di turno “Ascoltar con gusto. Assaggi appetitosi per l’udito ed il palato per celebrare i doni del maiale”, ovvero antologia di storie e suggestioni sonore con degustazione di prodotti casentinesi. Un allestimento realizzato con oggetti appartenenti alle collezioni della rete dell’Ecomuseo del Casentino. Costo d’ingresso 3 euro. Prenotazioni obbligatorie (i posti sono limitati) al 335 6244537.

Alle 18, presso il Padiglione espositivo, assegnazione del Premio Carlo Siemoni, attribuito nel nome dello storico selvicoltore, restauratore ed instancabile innovatore ad un protagonista dello sviluppo nel settore agroalimentare casentinese.

La manifestazione si chiuderà con la presentazione del programma della Condotta Slow Food del Casentino che ha contribuito al recupero dell’antica tradizione del maiale casentinese, tondeggiante, peso oscillante tra i 9 ed i 12 chilogrammi, ottenuto da ibridi di Cinta Senese e Mora romagnola, di Large White e Landrace. Animali allevati all’aperto e alimentati in prevalenza con i frutti del pascolo, ovvero sottobosco di querce e castagni, integrato con prodotti vegetali naturali. I maiali vengono macellati solo al raggiungimento di un peso variante dai 120 ai 160 chilogrammi. Il prosciutto casentinese prevede anche una leggera affumicatura, effettuata, in modo del tutto naturale, con legna di querce, faggio e ginepro. Dal 2004 è stato istituito il Consorzio Prosciutto del Casentino ed una dozzina di allevatori e produttori partecipano al Presidio per la difesa del Prosciutto del Casentino

Prenotazioni alberghiere e agrituristiche e informazioni tel. 0575 520511 e-mail

Il programma dettagliato della manifestazione sul sito Internet:

 

0 pensieri su “Sapori del Casentino: molte altre suggestioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *