Ma la Champions League anche quest’anno non è cosa per noi…

E’ bellissimo, divertente, inebriante persino, abituati come siamo a prendere tranvate a ripetizione sui denti e passare di delusione in delusione sino a ad avere sviluppato una singolare forma di “godimento” nella sconfitta e di malinconica passione per il perdere, trovarsi primi in classifica in serie A, con i cugini del Milan a gelare e a cantare “ma che freddo fa” a – 22 da noi, e scoprire di non essere più simpatici, anzi di stare sugli zebedei a tutti, perché improvvisamente ci siamo messi a vincere…

Eppure, anche se quest’anno la squadra ha scoperto un’inedita concretezza e riesce a portare a casa una serie di vittorie ciniche, anche solo per uno a zero, non direi proprio, a differenza da quel che sostiene il come sempre troppo generoso presidente Moratti che “l’Inter è diventata una vera squadra”.

Siamo messi in campo leggermente meglio del solito, Mancini, la cui presenza sulla panchina interista per me continua a rimanere un mistero, sbaglia meno formazioni e cambi, eppure qualcosa mi dice che anche quest’anno faremo grande fatica a vincere qualcosa di più serio che non sia la Coppa Italia (specialità manciniana…), e che sicuramente non vinceremo la Champions League.

Vista, in televisione, la partita di ieri sera con lo Sporting Lisbona, vinta con uno striminzito risultato di uno a zero, appare chiaro, a meno che non ci si vogliano mettere etti di salame, mortadella o prosciutto sugli occhi, che a questa squadra manca ancora qualcosa, più concretezza, meno fronzoli, la capacita’ di chiudere, anzi "uccidere" le partite e di non ridursi a soffrire e faticare sino al novantesimo più recupero.

Non si può sempre pensare, con una difesa che non dà le certezze necessarie, dove Grosso continua ad essere fantasmatico e il bravo Maicon è ottimo in fase di spinta, ma sull’uomo lascia ancora a desiderare, e dove Matrix dà sempre l’impressione di essere pronto a cavare dal suo cappello del mago il classico errore, e dove il solo Cordoba mostra la giusta grinta e concentrazione, di cavarsela e difendere l’uno a zero. Vieira continua a rimanere una grossa incognita e dà l’impressione di avere qualche problema fisico che lo frena, Dacourt che faceva il suo onestissimo lavoro da appassionato gregario si è infortunato, il recupero del mitico “Cuchu” Cambiasso è tutto da verificare ed è il solo Stankovic a metà campo a fornire certezze, insieme al grande capitano Javier Zanetti, che quest’anno si è ritagliato un ruolo di deus ex machina, utile in ogni posizione del campo, generoso, sempre presente, anche se con il consueto vizio di tenere palla.

L’attacco poi, con il migliore del lotto, Cruz, infortunato per due mesi, con il mistero Adriano (o quello che si spaccia per lui, o la sua brutta, malinconica copia) fermo ai box, vede Crespo (bravissimo, averne cinque come lui) come una garanzia, mentre Ibrahimovic sarà anche bellissimo da vedersi, tecnicamente fenomenale, perfetto per gli esteti, ma terribilmente vanesio, innamorato e autocompiaciuto della propria cifra tecnica, spesso irritante e provocatorio nel suo modo di stare in campo e soprattutto non la mette mai dentro

Moratti dice che è diventata una vera squadra, ma non aspettiamoci miracoli, perché in Coppa dei Campioni (a me piace chiamarla così, in italiano) da ora in poi troveremo squadre vere, toste, determinate, coese, abituate a vincere e a farlo anche giocando bene (cosa che l’Inter fa raramente) e temo che non basteranno le magie del Crespo, del Cruz, del grande solista di turno, per farci andare avanti… Spero di essere smentito dai fatti, però…

p.s. Interfans.org forum dei tifosi nerazzurri é stato così gentile da ripubblicare questo post, ma i commenti di alcuni tifosi interisti tutti d’un pezzo, senza dubbi e tutti certezze, fanno cascare le braccia ! Se si esprimono, con franchezza e realismo, dei dubbi su questa squadra, si diventa automaticamente "disfattisti" e addirittura (non sia mai !) "milanisti". Questo per tacere dei simpatici epiteti che mi sono stati rivolti. Ma si può essere tifosi dell’Inter in maniera ragionevole, confrontando civilmente le rispettive opinioni ? Temo sia difficile…

0 pensieri su “Ma la Champions League anche quest’anno non è cosa per noi…

  1. FZ ha detto “qualcosa mi dice che anche quest’anno faremo grande fatica a vincere qualcosa “.

    Io, che ho un gran freddo qui sotto, ti dico che sei proprio interista: se anche quest’anno non ci mettete ottimismo, sicurezza e vi (*) fate già prendere dalla paura di vincere – e siamo a metà novembre – è l’inizio della fine. :-))

    1) ieri i gialli, dall’altra parte, non è che proprio erano il Calolziocorte
    2) a volte c’è anche da misurare le forze, e badare al risultato

    (*) in generale il “vi” calcistico non mi piace, ma in questo caso accomuno i tifosi ai calciatori

  2. L’Inter non è neanche quest’anno al meglio, non c’è da essere troppo ottimisti anche se sulla situazione attuale pesa notevolmente l’assenza di Cambiasso e credo anche la sciagurata cessione di Pizarro oltre alle bambinate di Adriano.
    Come dice Liborio la cupola è caduta, è vero ma solo in Italia, in Europa è ancora presente e non vede tanto di buon occhio le squadre italiane (è sufficiente rivedere Inter- Bayern per capire che è così).

  3. Dai franco, che dopo lo scudetto “da tavola” vinto l’anno scorso, magari quest’anno ne vincete uno “DOCG”, e anche se la “disciplinare” non avesse inflitto i grappoli punti di penalizzazione al milan.

  4. Alla televisione polacca hanno fatto vedere la partita con il Lisbona. Mi e’ capitato poche volte di addormentarmi davanti al televisore (con la Ferrari in molti Gran Premi e con la Nazionale di Calcio in certe partite), ma con l’Inter prima non mi era mai capitato. Con questa partita invece s1. Percio'”tocco ferro” anch’io come te, Franco…
    E’ vero che contano i risultati piu’ che il gioco, ma fare addormentare i propri tifosi non e’ una saggia politica, perche’ prima si perdono i tifosi e poi si perdono le partite-chiave.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *