Un passito del Garda “vino perfetto per il cioccolato” a Cioccoshow

Il simpatico Andrea Dal Cero, direttore della scanzonata, simpatica, irriverente rivista CapitaALvino, a Bologna mi informa che tra la selezione dei vini portata a Bologna dall’Enoteca Italiana di Siena in occasione della rassegna Cioccoshow, il “vino perfetto per il cioccolato”, emerso da una serie di attente degustazioni in abbinamento a varie tipologie di cioccolato artigianale, è risultato essere Utopia, vino da tavola passito, presumibilmente da uve destinate al Lugana, prodotto dalle Cantine della Valtenesi e della Lugana di Moniga del Garda. Un vino che avrebbe funzionato alla meraviglia, dicono le cronache, in abbinamento ad un cioccolato base di cacao al 70% prodotto da Becagli Artigiani Cioccolato di Firenze.

Non conosco il vino, non l’ho mai assaggiato, qualcuno mi sa dire qualcosa in merito ? Ho contattato via mail il produttore, ma in due giorni non ha ancora avuto il tempo di rispondermi… E cosa pensate dell’abbinamento di un passito di uve bianche sul cioccolato, ritenete che possa funzionare ed essere davvero “vino perfetto per il cioccolato” ?

 

0 pensieri su “Un passito del Garda “vino perfetto per il cioccolato” a Cioccoshow

  1. Uhmm, mi lascia perplesso.
    Non conosco il vino quindi non si sa mai nella vita.
    Però, se hanno fatto l’abbinamento tra una tavoletta ed un vino passito da uve a bacca bianca sulla carta direi che è davvero arduo.
    Se l’hanno fatto con un dolce a base di cioccolato 70%, ma non solo, allora potrebbe anche riuscire.
    Comunque, sarebbe, ovviamente, da provare

  2. provato personalmente mi ha stupito!

    per chi non lo sapesse l’enoteca aveva presentato per tutta estate nella sala soprastante una serie di film bellissimi dedicati alla gastronomia…
    in una di quelle serate ho potuto assaggiare un grande cacao sudamericano abbinato ad utopia!….assolutamente da provare…io in cantina ne ho qualche bottiglia, Franco….

  3. che dilemma! Certo che che bisogna stare attenti , capisco non è facile , forse non ci dormo questa notte. Un vino di bacca bianca con il cioccolato non si scherza. Che dilemma! Attenti alle esplosioni

  4. be’ ma la storia del passito bianco e’ un altra cosa…allora pigliatevi uno sherry lastau od un barolo chinato e chiusa li’….
    provochiamo?…fatevi una grigliata di crostacei con uN barolo del 90…..
    :-O)
    ve salude

  5. Che bella notizia!
    Finora il mio mito sul cioccolato fondente è il Vin de Paille del Domaine de la Pinte, vino dello Jura francese. L’ho provato con delle praline al cioccolato fondente e con una selezione di Guido Gobino di cru di cacao dal 70% al 90% trovandolo sublime.
    … ora dovrò trovare un’enoteca che abbia questo Utopia!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *