Vino al Vino ospite di Radio Simplicissimus

Vi segnalo la decima puntata di Radio Simplicissimus, simpaticissima, originale iniziativa di Giovanna Piccioni e Marco Traferri, pionieri ed esperti del podcasting (e grandi conoscitori di musica classica) che settimanalmente intervistano alcuni dei blogger che fanno parte della Simplicissimus blog farm di Antonio Tombolini.

Questa settimana è di scena (perdonatemi se parlo di me) Vino al Vino e rispondendo alle domande di Giovanna e di Marco ho raccontato tanto (anche troppo dirà qualcuno…) di me, del mio approdo alla blogosfera, del mio modo di vivere e raccontare il vino, dei miei gusti e disgusti.

Se avete tempo e voglia ascoltate questa bella chiacchierata che è disponibile su Internet sul sito di Radio Simplicissimus oppure, in file podcast scaricabile, sul sito Internet (o blog ?) Dacapoalfine.

0 pensieri su “Vino al Vino ospite di Radio Simplicissimus

  1. Molto interessante.
    Questo strumento del pod/vod-casting e’ veramente grande. Vi “urgo”, a voi scrittori e pubblicisti di vino, di mettervi a “fare radio/tv”. Basta nulla. Anche una carrellata di immagini statiche (lavorando sulle quali si puo’ quasi ricostruire la sensazione di un film), accompagnate da quattro chiacchiere, di quelle giuste, non di circostanza, di quelle che fa sempre piacere ascoltare.
    C’e’ bisogno di una ventata di sano dilettantismo (meglio forse: amatorialita’), di quello che poi collettivamente si affina, e da cui si creano nuovi talenti della padronanza delle capacita’ espressive di questi nuovi (all’authorship di massa) mezzi.
    Potreste, tutti quanti, diventare un (o altrettanti, secondo la vostra propensione sociale) canale su youtube, o simili (arcoiris non mi pare abbia proprio la stessa possibilita’ di ricerca e catalogazione, ma posso sbagliarmi). Potremmo, anzi.
    Dopotutto questa comunita’ telematica che discetta di vino a vario titolo e motivazione, avra’ sicuramente gia’ rotto il muro della conoscenza reciproca “in real life”, altro che: fatevi dunque vedere e sentire un po’ di piu’, oltre che leggere. Come on..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *