Vini Veri e Vini Naturali: un’alternativa al Vinitaly in chiave bio

In contemporanea al classico appuntamento del Vinitaly che si svolgerà a Verona da giovedì 29 marzo a lunedì 2 aprile, sono previste anche per quest’anno due interessanti manifestazioni collaterali e alternative in qualche modo alla grande vetrina veronese, dedicate al mondo affascinante e controverso dei vini biologici, biodinamici o naturali, come li si preferisce chiamare. La prima, Vini Veri. Vini secondo Natura, organizzata dall’associazione che fa capo al vigneron langhetto Teobaldo Cappellano, é in programma giovedì 29 e venerdì 30 marzo dalle 10 alle 19 ad Isola della Scala, una ventina di chilometri dal casello di Verona Sud, presso Villa Boschi. Il costo d’ingresso è di 20 euro. Il programma completo, con le aziende partecipanti e invitate (tra loro Bartolo Mascarello, Giuseppe Rinaldi, Castello di Lispida, La Castellada, Massa Vecchia, Podere Le Boncie, Radikon, Zidarich, Castello di Verduno, Forteto della Luja, Salicutti, Riecine, Eugenio Rosi) é disponibile sul sito Internet della manifestazione.

La seconda rassegna, dedicata ai Vini Naturali, é invece prevista, per l’organizzazione dell’associazione Vin Natur presieduta dal vignaiolo di Gambellara Angiolino Maule domenica 1 e lunedì 2 aprile presso la Villa da Porto detta "La Favorita", a Monticello di Fara Sarego in provincia di Vicenza e prevede l’apertura dalle 10 alle 18. Lunedì dalle 9.30 alle 12 é prevista un convegno sul tema “Il Vino Autentico” tenuta dal professor Pierre Paillard, esperto in materia di viticoltura naturale. Il costo d’ingresso alla manifestazione é di 15 euro. Le informazioni dettagliate sul programma e l’elenco delle aziende (molte francesi e tante eccellenti come Raymond Boulard, Selosse, Château des Rontets, Château St.Anne, e poi Valentini, Santa Caterina, Nusserhof, La Biancara) partecipanti sul sito di Villa Favorita.

p.s. in effetti, come fa notare Michele nel suo commento, l’1 e 2 aprile é in programma una terza manifestazione, organizzata (vedi) dalla ditta Velier di Genova, a Santa Maria di Zevio vicino a Verona, organizzata da Renaissance de AOC,il gruppo creato da Nicolas Joly, produttore della Coulée de Serrant e guru della biodinamica.
La domanda é: perché ben tre manifestazioni dedicate alla stessa tipologia di vini ? Che senso ha una tale dispersione di forze e perché i tre organizzatori non hanno pensato di coordinarsi meglio?
 

0 pensieri su “Vini Veri e Vini Naturali: un’alternativa al Vinitaly in chiave bio

  1. Credo che, per completezza d’informazione, sia giusto ricordare che negli stessi giorni 1 e 2 Aprile si terrà a Cà Scapin (Santa Maria di Zevio, Verona) anche la manifestazione promossa dal gruppo francese “Renaissance de AOC” e Velier. Oltre al suo promotore Nicolas Joly, vedrà coinvolte aziende del calibro di Zind-Humbrecht, Domaine Leflaive, Pierre Morey, Philippe Pacalet, Henri Frederic Roch. Lo scorso anno condividevano Villa Mattarana con il Gruppo Vini Veri. E’ un vero peccato che queste interessanti iniziative si frammentino ogni anno di più…

  2. In effetti tre rassegne bio sono troppe! gia’ due…anche….Questi signori devono capire,e mettersi d’accordo.Il VInitaly non si puo’ saltare,ci mancherebbe,per cui un’addetto o appassionato che sia,al massimo ne va a visitare una. Quest’anno la novita’ è Velier,quindi la maggioranza andra’ la’ (se non altro per l’offerta Francese che si ritrova) a scapito delle altre due.E’ giunta l’ora di ritrovarsi e concordare sedi comuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *