Dolce Puglia: pasticceria regionale e vini dolci pugliesi a confronto

Interessante e stuzzicante appuntamento, domenica 15 aprile in Puglia, presso l’Antica Masseria di Conversano, posta lungo la strada statale Turi – Putignano in provincia di Bari. A partire dalle 15.00, ritorna, dopo il successo dell’edizione 2006, la manifestazione Dolce Puglia, evento organizzato da A.I.S. Puglia ed in particolare dalla delegazione della Murgia, dedicata all’affascinante mondo dei dolci e della pasticceria pugliese e a quel peculiare settore del mondo vitivinicolo pugliese che opera nel campo dei vini da dessert, anche se effettivamente questa tipologia non sembra ancora godere delle attenzioni che una regione baciata dal sole come la Puglia teoricamente potrebbe riservare a vini solari per antonomasia come i vini dolci. Scorrendo difatti l’edizione 2007 di Bere Dolce, la guida (edita da Cucina & Vini) specializzata nella tipologia dei vini (passiti, botritizzati, ecc.) da fine pasto o da meditazione, si trovano difatti solo nove vini, in rappresentanza di Doc quali Moscato di Trani, Salice Salentino Aleatico, Primitivo di Manduria, oppure Igt Murgia, Salento, Puglia. Pochi o tanti che siano, i vini dolci pugliesi saranno comunque in degustazione, abbinati alle splendide creazioni della sopraffina arte pasticcera regionale (che vanta paste di mandorle, marzapani, zeppole, bocconotti, mustacciuoli, pettole, scarciedde, ciambelle, susamelli, e poi cupeta, callume, cassata di ricotta, dita di apostoli, purciduzzi, cauciuni ripieni, ecc.) nel corso della manifestazione, che prevede anche una riflessione preliminare sulla situazione attuale dei vini dolci pugliesi e sul fatto che su questi vini si potrebbe fare di più se ci si credesse maggiormente, sfruttando condizioni microclimatiche sicuramente favorevoli.
Un dibattito tavola rotonda, su storia, evoluzione e potenzialità di mercato dei vini dolci di Puglia, che non avrebbero nulla da invidiare ad analoghi vini prodotti in altre regioni, meridionali e non, italiane, visto che la Puglia conta su circa tremila ore di esposizione solare annue, cui parteciperanno diversi qualificati relatori.
Di questo appassionante tema, la Puglia, il suo rapporto con i vini dolci, l’attuale produzione e le possibilità di sviluppo, le uve su cui lavorare, gli stili produttivi, discuteranno difatti alle 16.30, moderati da Franco Liuzzi, consulente di comunicazione e marketing, Leonardo Palumbo, apprezzato enologo e presidente dell’Assoenologi della Puglia (oltre che della Calabria e della Basilicata), Donato Antonacci, docente presso l’Istituto sperimentale per la viticoltura di Turi e autore di un apprezzato volume su Le viti di Puglia, Giuseppe Baldassarre, degustatore e relatore ufficiale A.I.S. e autore del volume Un colpo al cerchio, l’altro alla botte, nonché il sottoscritto, che vanta come unico titolo di merito l’essere un giornalista appassionato da anni della Puglia e dei suoi vini.
Nel corso dell’incontro, cui farà seguito una degustazione che vedrà l’abbinamento meditato tra vini dolci pugliesi e pasticceria regionale, faranno sentire la loro voce anche rappresentanti dell’Associazione Pasticceri e membri dell’A.I.S. Murgia.
Per maggiori dettagli visitare la pagina dedicata a Dolce Puglia sul sito Internet dell’A.I.S. Puglia e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *