Formaggi in piazza Valtellina domenica 15 aprile a Sondrio

Ma sono forse impazziti il Comune di Sondrio e l’Associazione De Gustibus, non gli è stato detto, non hanno capito lo spirito del tempo che suggerisce, soprattutto nel caso di una manifestazione cui è presente con un proprio stand il Consorzio tutela vini Valtellina e che è dedicata, come dice il titolo, Formaggi in piazza, alla splendida produzione casearia valtellinese, è di prammatica, é prassi diffusa e consolidata, é cosa buona e giusta, fonte di salvezza, coinvolgere, come referenti tecnici, organizzatori di laboratori, interlocutori privilegiati, esperti per antonomasia, i responsabili della premiata associazione Slow Food e quel potente membro del comitato di presidenza internazionale, Giacomo Mojoli da Lecco, che nelle cose vinicole e gastronomiche valtellinesi viene puntualmente, direi quasi premurosamente coinvolto ?

Incuranti di questa regola non scritta, ma quanto mai vigente, soprattutto nelle teste di alcuni personaggi secondo i quali “nelle cose enogastronomiche valtellinesi non si muove foglia che Slow Food non voglia”, con beata, benedetta incoscienza Comune di Sondrio e Associazione De Gustibus hanno pensato bene di organizzare, dalle 10 alle 18, per la giornata di domenica 15 aprile, inserita nel programma di “Sondrio Città Alpina 2007“, ospitata presso il Centro Le Volte di via Zara e dislocata lungo alcune vie del centro cittadino (Via Piazzi, Piazzetta ex Enologica, Giardini di Palazzo Sassi, Via del Gesù, Cantine e Cortile di Palazzo Sassi), una straordinaria mostra – mercato dei formaggi di montagna. Formaggi in piazza appunto, manifestazione che prevede la vendita delle produzioni invernali dei piccoli produttori della Valle, degustazioni guidate gratuite, musica, animazione, laboratori didattici dimostrativi di mungitura, preparazione del formaggio e della ricotta, tecniche di smielatura, presentazione e vendita di tipici piatti valtellinese preparati con i formaggi locali, menu a base di formaggio proposti da ristoranti convenzionati.

L’intento è quello di “promuovere la tradizione gastronomica valtellinese e delle Alpi, valorizzando i prodotti di eccellenza tra i quali il formaggio occupa un posto di assoluto primo piano”, mediante banchi d’assaggio e di vendita (anche quello dell’Accademia del Pizzocchero di Teglio, che insegnerà come si prepara la pasta per i mitici pizzoccheri) e momenti di apprendimento e di introduzione all’arte casearia.

Tra questi il più importante è il convegno, in programma sabato 14 aprile dalle 15 alle 18, presso la Sala Vitali del Credito Valtellinese in via Pergole, dal titolo “Qualità e prodotto tipico: le eccellenze in territorio alpino“, cui prenderanno parte, invece dei soliti nomi in rappresentanza della premiata associazione della chiocciola, Diego Scarì – Assessore al Turismo Presidente Sondrio Città Alpina 2007, che parlerà di Qualità del territorio, qualità del prodotto, Giancarlo Speziale, Presidente dell’Associazione De Gustibus, Maestro assaggiatore ONAF e moderatore del dibattito, Ernesto Faravelli, Responsabile Promozione Prodotto Agroalimentare dell’E.R.S.A.F., che parlerà di “paesaggio alimentare: valorizzare il territorio attraverso i prodotti tipici”.

Ed inoltre Fausto Gusmeroli, Agronomo ricercatore presso la Fondazione Fojanini di Studi Superiori di Sondrio, che tratterà della “tipicità: requisito imprescindibile per la sostenibilità dei sistemi zootecnici alpini”, Vittorio Maria Moretti dell’Università degli Studi di Milano VSA Dipartimento di Scienze e Tecnologie Veterinarie per la Sicurezza, autore della relazione “Alimentare. Metodi per la caratterizzazione di prodotti di alpeggio”, Maria Antonietta Paleari dell’Università degli Studi di Milano VSA Dipartimento di Scienze e Tecnologie Veterinarie per la Sicurezza Alimentare, autrice di un intervento su “Prodotti tipici della Valtellina e del suo territorio: il “violino” di capra e di pecora” ed infine Roberta Lodi, Docente ricercatrice ISPA CNR Milano che tratterà di “Tipicità: qualità in alpeggio”.

I visitatori potranno pranzare, spendendo da venti a trenta euro (comprensivi di una bottiglia di vino valtellinese ogni due persone) in una serie di ristoranti convenzionati, il cui elenco è disponibile sul portale Internet Valtellina on line

0 pensieri su “Formaggi in piazza Valtellina domenica 15 aprile a Sondrio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *