Prime risposte sulle pagine Web di Nebbiolo grapes “misteriosamente” scomparse

Prime risposte sul sorprendente caso del sito Internet del convegno internazionale Nebbiolo grapes misteriosamente, ma ormai non troppo, sparito dal Web. Il chiarimento arriva da Claudio Salaris, direttore del Consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe Roero, che lo scorso anno aveva organizzato ad Alba la seconda edizione delle giornate di studio internazionali dedicate al Nebbiolo.
Salaris testualmente mi ha scritto: “caro Ziliani, la informo che Nebbiolo grapes è un marchio registrato dal Consorzio Vini Valtellina e quindi il sito e la sua gestione erano a loro carico”.
Voglio proprio vedere con quali motivazioni i responsabili del Consorzio di via Piazzi 23 a Sondrio giustificheranno la singolare scelta di non lasciare traccia nella Rete delle due edizioni del Convegno e di dismettere, mandare in rottamazione, il dominio nebbiolograpes.org…

p.s. Intanto l’importante e molto seguito portale Internet valtellinese Valtellina on line ha ripreso il mio articolo e lanciato, anche in terra valtellinese, la questione della misteriosa sparizione delle pagine Web di Nebbiolo grapes…
Anche l’amico Roberto Giuliani, colonna dell’eccellente sito Internet LaVINIum, esprime in questo post pubblicato sul suo blog Esalazioni etiliche forti perplessità per questa assurda decisione di “rottamare” le pagine Web di Nebbiolo grapes…

0 pensieri su “Prime risposte sulle pagine Web di Nebbiolo grapes “misteriosamente” scomparse

  1. Caso interessante. Bella indagine. Si possono avanzare alcune ipotesi: al Consorzio di Tutela Vini Valtellina non interessa più il nebbiolo. Forse vogliono espiantare a favore, ad esempio, del sangiovese (per fare un nuovo vino: il Chiantellina). Forse hanno preso un virus (Peronospora informatica? Marciume web? Filossera cibernetica? ). Forse, più semplicemente, il tecnico dei computer è in vacanza. Forse non usano i computer e quindi che farne di un sito? Forse il nome non funzionava: passi per Nebbiolo, ma Grapes non si capiva… troppo americano. Meglio un altro nome… Nebbiolo Style, magari, stile Bonarda… mah. Sono misteri, sono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *