A proposito di Nebbiolo: chi è che predica bene e razzola piuttosto male ?

Sul portale Internet valtellinese Valtellina on line è stato pubblicato un video (vedi) con le testimonianze di alcuni partecipanti alla giornata dedicata al Nebbiolo nelle sue varie espressioni (Valtellina, Barolo, Barbaresco, Roero, Gattinara) che si è recentemente svolta a Bormio per l’organizzazione di Wine & More.
Provate a guardarlo e soprattutto ascoltarlo con attenzione e rispondete: chi è, tra le persone intervistate, che a proposito del grandissimo vitigno simbolo della viticoltura valtellinese e di quella di Langa, predica bene, o quantomeno si spaccia-propone per predicatore virtuoso, ma poi, alla resa dei fatti, razzola malissimo ? Cerco di aiutarvi e vi do un indizio: i “cunta ball” sarebbero almeno due…
Troppo facile dire che l’identità della Valtellina del vino passa per le riserve di Sassella e Inferno e poi invece presentare come vino di riferimento, come modello e simbolo, lo Sforzato, proposto, ed esaltato, nelle sue forme più esasperate e paradossali !
A proposito di Sforzato, su Peperosso 2.0 (davvero poco a che fare con la versione originale) abbiamo trovato un nuovo scopritore dell’acqua calda, che, provate ad immaginare che vino porta ad esempio di questa tipologia ? No comment…
p.s. suvvia bella gente, nessuno che si azzarda a buttar lì l’ipotesi del nome del/dei “malrazzolatori” ? Eppure la soluzione é facile…

0 pensieri su “A proposito di Nebbiolo: chi è che predica bene e razzola piuttosto male ?

  1. Ma già il fatto che mancassero una serie di produttori profondamente radicati nel territorio e che hanno sempre fatto “Il loro vino”, la dice lunga sul valore di quel video e di quell’evento.

  2. Evento perfettamente inutile dal momento che il nebbiolo é già stato definito a livello mondiale in due convegni internazionali (Nebbiolo grapes), uno a Sondrio ed uno ad Alba. Dal punto di vista commerciale é stato altrettanto inutile, quando negli ultimi 5 anni sono state numerose le cene, organizzate dall’AIS e non solo, con i produttori delle rispettive zone (Langa/Roero, serra morenica e Valtellina) comparando i diversi nebbioli con specifici menù in abbinamento anche a base di solo cioccolato, sia a Torino che a Genova ed a Milano. Quindi ringraziamo i soliti nomi e le rispettive guide per la loro marchetta, voltiamo pagina ed andiamo avanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *