E poi dicono che il vino… non tira !

Notizie curiose in arrivo dalla Germania dove la società Beate Uhse, una grande compagnia specializzata nel settore dei sexy shop (ne controla 330 in 11 paesi) e della vendita di oggettistica varia, dai Dvd erotici a vibratori e oggettistica varia riguardante il sesso ed il sostegno ludico alla coppia moderna,  ha annunciato una profonda svolta per orientare la propria immagine in base ai gusti e ai costumi in evoluzione.
Spinta anche da un calo delle vendite nel corso del 2006, quando il fatturato ha pur raggiunto quota 271 milioni di euro, e da una contrazione nel mercato del porno nell’ordine del 35 per cento, la società, dopo aver dichiarato che “sono finiti i giorni in cui la funzione di un sexy shop consisteva nel vendere film porno agli uomini”, a causa della concorrenza di Internet, la società ha deciso, come si suol dire, di diversificare e di inserire in catalogo, insieme al consueto assortimento di biancheria intima, di oli ed essenze per massaggi, di crema al cioccolato da spalmare sul corpo, anche birra (cosa normalissima essendo in Germania) e nientemeno che vini. Considerato, più dei pornovideo, un articolo “di moda”.
Non sappiamo che vini verranno proposti, se verranno presi in considerazione il Bricco dell’Uccellone o il Merlot della Topanera, e se si arriverà ad una linea di vini, con etichette il cui contenuto é facile immaginare, targata Beate Uhse.

Una cosa é certa: visto l’approdo dei vini ai sexy shop che non ci si azzardi più a sostenere che il vino… non tira !  

0 pensieri su “E poi dicono che il vino… non tira !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *