Heri dicebamus. Una settimana di Vino al Vino

Riassunto, ad uso e consumo dei più distratti, di una settimana di Vino al Vino.
Ho iniziato chiedendomi se gli enologi siano messi in crisi dalla crisi del vino, per continuare con tre riflessioni su San Gimignano, che é California dreaming, terra di un rosato che non ti aspetti e patria di bianchi d’annata d’insospettabile grandezza.
Ho poi segnalato, en passant, che Viaggiatore gourmet si dà anche al vino, che la British Columbia, nel lontano Canada, dà lezioni di trasparenza al mondo del vino italiano, e preso atto di una stravagante proposta per “lanciare”, si fa per dire, il Cirò Doc in Calabria.
Sono poi salito in Valtellina, per trattare di agriturismi con carte dei vini da ristorante stellato, per discettare della fenomenologia dell’agriturismo snob, ho dichiarata aperta l’era dei “siti Internet d’autore”, detto grazie ad un cosiddetto “amico” a proposito del Blog Café di Squisito 2007, riferito di schermaglie dialettiche via Web.
Infine dopo aver gridato allo scandalo per il ritorno, nel mondo del vino, ad uso e consumo degli amici, di antiche pratiche da partecipazioni statali, ho fatto alcune riflessioni sulla via da imboccare per rendere finalmente la viticoltura valtellinese protagonista.
Ovvero, quando il wine blogger in servizio permanente effettivo non sente (ancora, ma quando la sentirà ?) aria di vacanza…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *