Sovversivi del gusto in festa alla Trattoria Pegaso del Troglo

Grande appuntamento domani sera dal Troglo, alias Adriano Liloni, pirotecnico tenutario della Trattoria Pegaso, in quel di Soprazzocco di Gavardo sopra Salò, nonché blogger (vedi) perseguitato dai gestori telefonici che tengono bloccato da mesi il suo blog, per la presentazione di un libro, manifesto di quella bella associazione di belle teste libere ed indipendenti, artigiani golosi, gourmet, imprenditori delle cose buone fatte con cuore, cervello e attributi, che corrisponde al nome di Sovversivi del Gusto! (sito Internet).
Non so ancora chi, dei vari personaggi della banda, il re del riso Carlo Zaccaria (qui), il produttore di salumi d’anatra e d’oca nonché corsaro del gusto (vedi) Edoardo Bresciano, e poi Francesco Travaglini del Parco dei buoi, grande olivicoltore e orticoltore (qui), Filippo Cintolesi innamorato del Chianti e grande piccolo produttore di vino e di olio, e poi gli altri ancora, come il puntuale cronista e gastrovideoreporter (vedi) Liborio Butera e l’appassionato e orgoglioso coltivatore chiantigiano Andrea Pagliantini (vedi), sarà presente.
So solo e sono felice di poterci essere, che sarà una grande occasione di poter conoscere gente vera e schietta che si può guardare negli occhi stringendone la mano, belle persone, prima che bravi artigiani alimentari e capaci imprenditori. E questo, nel mondaccio zozzo pieno di falsi, cialtroni e opportunisti, in cui ci tocca vivere, è già una grandissima cosa… Sovversivi del gusto, forza e coraggio!

0 pensieri su “Sovversivi del gusto in festa alla Trattoria Pegaso del Troglo

  1. Come mi dispiace di non poterci essere! Mi dispiace per via di tutti voi e di Adriano in particolare, il nostro “capitano” visionario. Spero almeno di poter passare a trovarlo quando saro’ di ritorno dalla Britannia, fra qualche giorno, anche se non sara’ la stessa cosa che esserci domani sera. Tu che ci sarai, Franco, goditi la serata anche per me, e la mi porti un bacio a Gavardo.

  2. Caro Ziliani
    è il caso di dire che siamo alla frutta per non dire alla grappa. Che fine per un giornalista considerato il “Montanelli” del mangiare e bere!

  3. Si, siamo alla frutta Maria. Tu che porti il nome di NOSTRA MADRE dovresti sapere cose che gli umani non sanno.
    Siamo all’ultima cena. Poi sarà la fine, per tutti gli altri…senza DIO.
    La nebbia e la stanchezza di 2 gg. di Golosaria mi bloccano a casa. Pure la famiglia preoccupata, che a ragione mi frena. Servo più vivo che morto, per adesso.

  4. Cara Maria e’ invitata personalmente, se vorra’ alla presentazione del libro…ci sara’ oltre alla frutta ed alla grappa una serie di prodotti dei sovversivi del gusto ed un ambiente amichevole, mi creda…
    saluti Adriano Liloni

  5. Adriano, penso che “Maria” volesse soprattutto prendersela, con l’ennesimo pseudonimo codardo, con me, piuttosto che ironizzare o mettere in discussione la qualità dei prodotti dei Sovversivi del gusto! Anche questa, caro mio, é la blogsfera!

  6. La “poveretta” che si firma maria pensa che qualcuno sia alla fine quando invece è solo all’inizio. Brinderemo anche alla salute di questa “poveretta” con un po’ di sincera compassione perché noi sovversivi capiamo e cerchiamo di aiutare chi ha problemi. Compatiamo quindi chi butta sul web le solite idiozie originate da neuroni troppo spenti per poter apprezzare l’ardore sovversivo di Franco.
    Caro Franco e cari Amici Sovversivi, troppe circostanze mi tengono fermo a casa questa sera.
    Col cuore ci sarò.

  7. Penso invece che Maria non volesse nè prendersela con Franco, nè mettere in discussione la….”qualità” (un giorno mi spiegherete cosa significa…) dei, come si chiamano?!….ah, sovversivi…,ma penso soltanto che in lei sia arrivato un lieve sossulto di delusione…lo stesso che ho provato io. Nulla di male, il Mondo continua a girare, perfortuna che c’è qualcuno, come Zaccaria, che ci protegge dall’alto!!…Ora sì che mi sento più sicuro e tranquillo.

  8. Se una considera Ziliani “il Montanelli” del mangiare e bere ha solo fatto un elogio. Credo! Cosa c’entra il resto. Allora siete solo alla grappa e la bevete di mattina a digiuno. Ziliani dica a questi “signori” di non bere a stomaco vuoto.

  9. Io mi limito a osservare, rileggendo i commenti, che non mi stupisco di essermi (ri)trovato a Gavardo, nello scorso luglio, all’iniziativa ideata e capitanata da Adriano. Il suo spirito, che non cede MAI, la dice lunga sulla persona. E’ una fortuna, e direi non un caso, che sia stato lui a metterci insieme. Altrimenti non so, francamente proprio non so, se oggi mi potrei dire della partita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *