Campioni interplanetari! Babbo Natale Dida ci regala la vittoria

Nelson Dida, uno di noi!
Ebbene sì, la dea Eupalla, che come diceva Gioann Brera “presiede alle vicende del calcio”, esiste e ha le fattezze di due uomini veri come Julio Cruz e Esteban Cambiasso, gringos argentini con gli attributi e di un brasileiro triste, Nelson de Jesus Silva, in arte Dida, autore di una clamorosa papera, una “didata”, che ha facilitato e reso più divertente la nostra meritatissima vittoria.
Noi che siamo dei signori non replicheremo, con lo stesso “stile”, ad Ambrosini che qualche mese (leggi) fa invitava a mettere dove non batte il sole il nostro meritatissimo ultimo scudetto.
Ci basta pensare che questa vittoria, così com’è maturata – nonostante le mie pessime sensazioni raccontate stamane (vedi) – basta e avanza per compensarci di tante amarezze e ingiustizie patite negli ultimi lustri (anche ad opera dell’insana diarchia rossonero-bianconera) e a mettere schisci (2 a 1 e a casa!) quei boriosi, tracontanti, insopportabili dei massimi dirigenti rossoneri, dal rifatto tricologico a pelata Galliani. Tanto di cappello alla squadra rossonera, che si è gagliardamente battuta, e al suo allenatore Ancelotti, che è un galantuomo.
Ma stasera, come accade puntualmente con gli ultimi tre derby, godiamo noi, siamo noi, che abbiamo battuto i Campioni d’Europa e i Campioni del Mondo, i Campioni Inter-planetari, la squadra più forte (e oggi fortunata) del mondo.
Buon Natale e grazie ancora a Dida (e alla sua miope, arrogante presidenza che ha continuato a credere in questa parodia di portiere – “Nelson Dida, uno di noi!”) per il suo generosissimo regalo…
Inter, Inter, Inter!!!

0 pensieri su “Campioni interplanetari! Babbo Natale Dida ci regala la vittoria

  1. Franco, mi ripeto, onore all’Inter.
    Mi fa piacere che anche nell’euforia del momento tu riesca a distinguere quella che è l’antipatia per la dirigenza rossonora (che tuttavia devi ammettere si è dimostrata molte volte capace) e la squadra, che, sul campo, a parte il povero Dida, si è battuta da par suo.
    Buon Natale a tutti.
    Luciano

  2. Te lo dicevo, io, che la sentivo l’ombra inquietante (per i milanisti) di Dida aleggiare sul derby. Come godo, Franco. E ora, come ho altrove appena risposto a Luciano, lasciateci fare della sana ironia su questi tronfi inalberatori di striscioni di pessimo gusto su scudetti di cartone da mettere laddove sai e così via.
    Due pappine, una delle quali su papera (forse meglio che un rigore che non c’era avuto in regalo nel recupero), e a casa.
    Loro sono campioni d’Europa e del mondo? Bene. Adesso le hanno prese, quindi noi siano i campioni del sistema solare. O no?
    Gaudeamus igitur interistes dum sumus!

    Stefano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *