Sparala ancora più grossa Silvio!

Siamo già in piena campagna elettorale ed il Cavalier ganassa, alias Berlusca, ha già cominciato a promettere mari e monti.
Ieri ha assicurato di avere già diverse cose in cantiere:”Se tornerò a Palazzo Chigi, abolirò l’Ici sulla prima casa e avvierò un progetto di detassazione a cominciare dalle ore di straordinario pagate dalle aziende ai lavoratori”.
E vai, il promettitore impenitente di milioni di posti di lavoro è tornato! Sparala ancora più grossa Silvio, forza che qualche gonzo (me non più) lo trovi ancora che abbocchi alle tue promesse da marinaio!
Quando prometterai – e allora forse un pensierino di votarti ancora lo farò – che se vincerai le elezioni ci sarà, come dice il mitico Cetto la qualunque (vedi e vedi ancora),
Cchiù pilu petutti”?
Altro che partito della libertà o come diavolo si chiama, dovevi ribattezzare il tuo “nuovo”, si fa per dire, partito: con “Cchiù pilu petutti” avresti fatto il pieno, avresti…alzato lo share!

0 pensieri su “Sparala ancora più grossa Silvio!

  1. Dai, Franco, non sparare sulla croce rossa. O che non l’hai letto quell’altro che ha già promesso “stipendi più alti e meno tasse”? Le campagne elettorali si sa come sono.
    Io mi rimanderei tutti in campagna, ma in quella senza elezioni.
    Ciao,

    Stefano

  2. Caro Franco, ormai è certo.
    Dopo aver fatto la “pace” ed aver incensato il Giove Tonante, dopo esserti incontrato ed essere rimasto folgorato sulla via di Farinetti, dopo aver chiesto mille volte scusa per il tuo passato da elettore del Pollo delle Libertà sei pronto per un ingresso trionfale nella Sinistra Arcobaleno !!! 😉 😉

    Ciao

  3. eh no compagno vignadelmar! primo non ho fatto la “pace” con Gaja, secondo con Farinetti ho un rapporto franco e dialettico, terzo, non ho chiesto alcuna scusa per aver votato in passato per il Berlusca (ho detto solo che il mio voto questa volta se lo sogna), ma dati i miei precedenti e le mie idee, la mia cultura e la mia storia, escludo un mio approdo alla Sinistra Arcobaleno, anche se sono convinto che in una conversazione mi troverei meglio con il compagno Fausto o con Diliberto (grande appassionato di vini rossi) che con Fini, Bondi o Cuffaro. Ma c’é un limite a tutto, por favor!

  4. Franco, con Fausto e Diliberto in fatto di vini andresti proprio a nozze! A me Fausto fece conoscere il Lessona e il Gattinara quando avevo 18 anni. E Diliberto non solo ama i vini rossi, ma ama proprio quei vini rossi che non puzzano di legno. Insomma, giochereste davvero in casa. Ci manca tanto il nostro Peppino, che di queste cose sarebbe stato entusiasta. Ah, se la politica fosse decisa davanti ad un calicino sincero e una buona pastasciutta, anziche’ nei fast food intorno ai palazzi del potere, penso che sarebbe tutta un’altra cosa. Mangiano male e governano peggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *