Alba Wines Exhibition 2008: nuove annate di Barbaresco e Barolo in degustazione

E’ finalmente in dirittura d’arrivo l’evento che nel calendario dei miei appuntamenti di degustazione di wine trotter che gira con bicchiere e notebook su e giù per l’Italia è segnato idealmente in rosso e che attendo con maggiore gioia.
Mi riferisco ad Alba Wines Exhibition, la grande occasione d’assaggio (organizzata dall’Unione Vini Albesi con il braccio operativo della Wellcom), riservata ad una cinquantina di (fortunati) giornalisti italiani ed esteri, che ci consentirà anche quest’anno, da mercoledì 7 a domenica 11 maggio, di degustare, con calma, nelle migliori condizioni possibili (tutt’altra musica rispetto al baillamme di Benvenuto Brunello o all’Anteprima dell’Amarone della Valpolicella oppure a quella del Vino Nobile di Montepulciano, per citare le prime che mi vengono in mente), seduti, serviti dai sommeliers dell’A.I.S., in un lasso di tempo di 6 ore circa disponibili per ogni giornata, le nuove annate dei grandi rossi base Nebbiolo di Langa.
Che nella fattispecie saranno il 2005 per Roero e Barbaresco e 2004 – grande attesa! – per Monsù Barolo.
Io arriverò in Langa, dopo una parentesi barolesca in terra toscana, parlo della degustazione che a questo punto, quando leggerete, avrò condotto in Versilia (leggi), nella tarda mattinata di martedì 6, giusto in tempo per andare a provare il nuovo Ristorante Bovio di Gian Bovio (per anni re del mitico Belvedere) e della sua famiglia, su al Bel Sit di La Morra (sito) e poi dal pomeriggio, prima di recarmi la sera a cena ad Alba al Piazza Duomo (sito), regno dello chef Enrico Crippa e della famiglia Ceretto che ha fortemente voluto questo locale, comincerà la piacevolissima “danza” di degustazioni mattutine e primo pomeridiane e poi visite a produttori, e poi di nuovo assaggi, degustazioni, verticali, incontri amicali, tutti nel sacro nome del Re Nebbiolo.
Il programma ufficiale comincerà la mattina di mercoledì 7, con la degustazione dei Roero 2005 e dei Barbaresco 2005, a seguire il giorno dopo con altri Barbaresco 2005 e con l’avvio della lunga serie dei Barolo 2004, che saranno il main theme delle nostre sedute d’assaggio di venerdì 9, sabato 10.
La mattina di domenica 11, per la serie “retrospettive”, un’interessantissima possibilità d’assaggio, dieci anni dopo, dei Barolo 1998, che mi aspetto molto piacevoli da bere ora, equilibrati, assolutamente appealing.
Il programma ufficiale prevede per i pomeriggi di mercoledì, giovedì, venerdì, una ricca scelta di visite ad aziende, degustazioni, mentre per il sabato ovviamente ognuno di noi si sarà organizzato per andare a trovare qualche produttore (io condurrò un gruppo di amici in visita ad uno dei migliori produttori di Barbaresco, in quel di Treiso…).
Stesso discorso, per chi non sarà partito subito dopo la degustazione dei Barolo 1998, per domenica pomeriggio.
Insomma, come si può vedere, una fantastica full immersion di cinque giorni circa nel mondo del Nebbiolo, in quell’atmosfera magica che è la Langa del Barbaresco e del Barolo. E del Roero, terra bellissima, i cui vini, soprattutto il Roero Docg, meglio l’Arneis, sono però, a mio avviso, ancora alla ricerca di una compiuta e personale identità.
A risentirci, dunque, next week, per impressioni, anticipazioni, cronache, racconti ed un primo bilancio sulla qualità delle nuove annate.
Dopo tante parole – e delusioni e incazzature – sul Brunello di Montalcino (di cui tornerò ad occuparmi, leggerete l’annuncio nei prossimi giorni, a partire da martedì 13, in occasione di una degustazione di otto vini dell’annata 2003 che condurrò per la locale delegazione A.I.S. a Modenavedi sito), lasciate che vada a riscaldare il mio cuore e a risentire aria di “casa” su per i bricchi ed i sorì di questa terra unica a me carissima…

0 pensieri su “Alba Wines Exhibition 2008: nuove annate di Barbaresco e Barolo in degustazione

  1. chi c’è Franco a Treiso? Perdona l’ignoranza. Arrivo però da una puntatina a Barbaresco da Roberto e Luigi di Cascina Luisin, grandissimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *