Concorso per il miglior Sommelier del mondo sabato 24 maggio a Roma

Sabato 24 maggio torna di scena la W.S.A., la Worldwide Sommelier Association, con un grande evento di grande respiro internazionale.
Presso l’Hotel Cavalieri Hilton (via Cadlolo) a Roma si svolgeranno per la prima volta le finali dell’atteso Concorso per il migliore sommelier professionista nel mondo, che vedrà tre finalisti, provenienti da diversi Paesi, mettere “in gioco la loro professionalità, la loro abilità, la loro competenza e le loro emozioni per aggiudicarsi il più ambito trofeo della Sommellerie”.
Il programma prevede l’avvio delle finali alle 15.30 e a seguire, per tutti gli appassionati del vino che interverranno è prevista una degustazione di 40 vini in rappresentanza di tutte le zone vinicole del mondo, che si protrarrà sino alle 21.
Alle 20.30 sono invece previste, nel corso di una cena di gala, la proclamazione del vincitore del Concorso e l’assegnazione del
titolo di Miglior Sommelier Comunicatore del Vino e del Cibo nel Mondo.
Il vincitore del trofeo resterà in carica sino al 2010 quando è prevista l’organizzazione, con la Spagna quale Paese ospitante, della prossima edizione del Concorso.
Per informazioni ed iscrizioni visitare i siti Internet Bibenda e W.S.A. telefono 06 8550941 – 02 2846237 e-mail

Ecco l’elenco completo dei sommelier finalisti: Andrew Connor (New Zealand), Manuel Moreira (Portogallo), Yuniko Ushio (Giappone), Luca Gardini (Italia), Leandro Emanuel Orona (Argentina), Roger Viusà (Spagna), Milan Krejci (Rep. Ceca), Gabriele Rappo (Inghilterra), Byung-Kyun Yoo (Korea), Isabelle Le Balpe (Francia), Aldo Shom (U.S.A.), Gerardo Tèllez Zamorano (Messico) e Romano Thierry (Andorra).

Qui l’elenco dei vini in degustazione:
Clos de Lambrays Grand Cru 2004 – Domaine des Lambrays (Francia) // Château Haut Condissas 2000 – Château Haut Condissas (Francia) // Champagne Brut Cuvée L’Ame de la Terre 1998 – Domaine Françoise Bedel (Francia) // Muscat Kaefferkopf 2004 – Domaine Audrey et Christian Binner (Francia) //Savennières Clos de la Coulée de Serrant 2005 – Clos de la Coulée de Serrant – Nicolas Joly (Francia) // Langhe Nebbiolo Sperss 2003 – Gaja (Italia) // Franciacorta Brut 2003 – Ca’ del Bosco (Italia) // Bolgheri Sassicaia Sassicaia 2004 – Tenuta San Guido (Italia) // Alto Adige Moscato Rosa 2006 – Franz Haas (Italia) // Chardonnay 2006 – Planeta (Italia) // Turriga 2003 – Argiolas (Italia) // Dits del Terra 2004 – Dits del Terra (Spagna) // Mendall Rancio 2004 – Mendall (Spagna) // Matallana 2001 – Telmo Rodriguez (Spagna) // Albariño de Fefiñanes 2006 – Bodegas del Palacio de Fefiñanes (Spagna) // Porto Vintage 2003 – Fonseca Porto (Portogallo) // Riesling Spätlese Trocken 2006 – Weingut Clemens Busch (Germania) // Hölle Riesling QbA Gewächs 2005 – Künstler (Germania) // Königsbacher Idig Riesling Spätlese Trocken 2005 – Christmann (Germania) // Kakhetian Noble – Badagoni Wine Company (Georgia) // Riesling x Sylvaner 2003 – Domaine de Beudon (Svizzera) // Grüner Veltliner Ried Kafeberg 2002 – Brundlmayer (Austria) // Tokaji Aszù 5 Puttonyos – Disznókö (Ungheria) // Skalani 2005 – Boutari (Grecia) // Château Musar White 1995 – Château Musar (Libano) //Vitovska 2005 – Čotar (Slovenia) //Pinot Noir La Neblina 2005 – Radio-Coteau (Stati Uniti) // Cabernet Sauvignon 2002 – Shafer (Stati Uniti) // Riesling Icewine 2004 – Vineland (Canada) // Almaviva 2002 – Viña Almaviva (Cile) // Montes Folly 2001 – Montes (Cile) // Château Cheval Blanc & Terrazas de los Andes 2002 – Cheval des Andes (Argentina) // M3 Vineyard Chardonnay 2004 – Shaw And Smith (Australia) // Shiraz 2003 – Craiglee (Australia) //Pinot Noir Reserve 2004 – Pipers Brook (Australia) // Sauvignon Blanc Wairau Reserve 2007 – Saint Clair (Nuova Zelanda) // Cabernet Sauvignon 2004 – Yarden (Israele) // Vin de Constance 2000 – Klein Constantia (Sudafrica) // Gran Malvazija 2005 – Moreno Coronica (Croazia) // Tessano di San Marino 2004 – Consorzio vini San Marino (San Marino)


0 pensieri su “Concorso per il miglior Sommelier del mondo sabato 24 maggio a Roma

  1. ringrazio per la proposta John, ma non vedo il nesso tra un discorso sul vino fatto tramite un blog ed il suo simpatico irish pub virtuale. se vuole spiegarmi e aiutarmi a capire…
    @Donni: mi sembra di capire che lei abbia in mente qualche personaggio in particolare, cui attribuisce i comportamenti, disinvolti, che descrive… Non credo, ammesso e non concesso che sia lettore di questo blog, che si farà vivo per dire di essersi riconosciuto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *