Vino al Vino primo blog italiano sul vino secondo BlogBabel

Se si fa una ricerca, con la parola chiave “vino” su BlogBabel, che ha ripreso in questi giorni (complimenti e auguri) il suo utilissimo lavoro  di scandaglio dell’universo blog, si ricava, vedete qui, questa paginata che posiziona i blog sul vino nell’ambito della più ampia classifica dei blog italiani più seguiti.
Beh, sono “solo” al 315° posto tra i blog italiani più consultati, ma tra quelli sul vino, per trovare il secondo in classifica, occorre scendere sino alla posizione n°729, mentre il Wineblog, che non è un blog ma un sito Internet, del collega napoletano Luciano Pignataro è al 648° posto.
Mi raccomando è una segnalazione tanto per ridere, non certo per autocelebrarmi, tanto per segnalare quello che tramite rilievi statistici, numeri, algoritmi e altre cose che non conosco e non so spiegare, risulta, in materia di abitudine di lettura e consultazione di blog, ai responsabili di BlogBabel.
In fondo qui si discute, ci si confronta, si esprimono le proprie idee, gusti e disgusti, su una cosa bella ma che non salverà il mondo come il mondo. Non si arringano le folle, non si fa demagogia spicciola, non si mandano affa… le persone, non ci si spaccia da politici, rimanendo sostanzialmente dei comici (e talvolta dei guitti), come fa il personaggio che si trova indisturbato al primo posto di questa blog-classifica…

0 pensieri su “Vino al Vino primo blog italiano sul vino secondo BlogBabel

  1. Beh, ma allora questa giuria di Radici era davvero forte…nonostante Vignadelmar!
    Scherzi a parte, anche io sono contento della riapertura di Blogbabel perchè è un buon indicatore numerico di quello che in fondo già si intuisce girando in rete. Complimenti a te, Franco, per la tenacia ma soprattutto perché hai fatto da apripista in questo settore.

  2. Pingback: Vino da Burde - » Riapre BlogBabel: Papero in fuga ma dietro Kela supera Cavoletto! E Vino da Burde…

  3. Beh, ma allora questa giuria di Radici era davvero forte….grazie a Vignadelmar !

    Luciano, scusa se mi permetto l’ardire ma ho corretto un piccolo insignificante errore nel tuo post precedente !!! 🙂
    Complimenti Franco, davvero.

    Ciao

  4. Tutto merito suo, egregio Ziliani, del suo non essere collocabile, non essere ‘incline’ (e nemmeno inclinato davanti ai potenti). Certo, se continua così il “Lecchino d’oro” non glielo daranno mai! (Ehi che cosa avete capito: ho scritto LECCHINO, non “Leccino”, non siamo mica a Montalcino…).

  5. Non ho il polso completo della blogsfera, ma a giudicare dal numero di registrazioni su Blogbabel, siamo quasi a 14.000, il nostro piccolo mondo dell’enogastronomia è tra i più vivaci.
    @Vignadelmar
    attento: con Franco ti faremo una improvvisata quanto meno te lo aspetti. Con la speranza di trovare un buon Barbaresco finalmente…
    @Vocativo
    Grazie, anche io ti seguo sempre con piacere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *