Ancora a Magliano in Toscana per Vinellando. E poi ritorno sul…“luogo del delitto”…

Qualcuno forse ricorderà quello che scrissi, a caldo subito dopo la mia partecipazione e a bocce fredde, qualche giorno dopo, in seguito alla mia partecipazione, lo scorso anno, a fine agosto, a Vinellando a Magliano in Toscana (vedi la locandina della scorsa edizione).
Diciamo che le cose, la comunicazione, da parte del
Consorzio e degli organizzatori che nonostante la precisa richiesta mia e dell’amico Stefano Tesi di conoscere, per tenercelo per noi, per farne un uso “interno”, il nome dei vini che avevamo degustato nell’ambito del Concorso, non era stata il massimo ed il dialogo con noi giornalisti invitati un po’ lacunoso. Questo nonostante la buona volontà di funzionari vari del Comune di Magliano, organizzatori dell’evento.
In quest’anno trascorso da Vinellando 2007 sono successe parecchie cose nel mondo del Morellino di Scansano. La travolgente e quasi irresistibile progressione del vino, nel contempo diventato Docg, celebrata lo scorso anno dal Tirreno, ha un po’ rallentato anche se resta innegabile il fatto che “la quantità di uve per la produzione di Morellino di Scansano Doc sia “passata da circa 21 mila quintali del 1996 agli oltre 105 mila quintali del 2004 con un incremento del 500%” e “le iscrizioni all’albo dei vigneti siano “aumentate da 297 a 417 e le superfici iscritte sono arrivate a quota 1.464 ettari, con un aumento superiore al 300% tra il 1996 e il 2005”. Non si poteva, del resto, continuare a crescere in maniera tanto travolgente…
Nel mondo, un po’ agitato, del Morellino, secondo quanto riferisce un produttore che del Consorzio non fa parte più da tre anni, ma che a giudizio generale continua ad essere giudicato uno dei produttori più significativi della denominazione, nonché attivo wine blogger, in luglio “si é tenuto il rinnovo delle cariche del Consorzio del Morellino.
A seguito di quello che e’ successo, il produttore più grosso, ovvero la Cantina Cooperativa del Morellino di Scansano, é uscita dal Consorzio. Notare che il Presidente della Cantina Cooperativa era stato fino ad ora, e da molto tempo, Vicepresidente del Consorzio”. Ed il post continua, con altre interessanti rilievi…
Bene, nonostante il vero e proprio “muro di gomma” contro cui mi sono scontrato lo scorso anno, come racconto in questo articolo pubblicato sul sito dell’A.I.S., con tanto di link al programma ufficiale della manifestazione presente sul sito del Comune, da giovedì pomeriggio, dopo una puntatina in mattinata a Siena per un incontro molto interessante di cui vi dirò a tempo debito, sarò nuovamente nella Maremma del Morellino e soprattutto nella splendida Magliano in Toscana, una delle capitali indiscusse della denominazione.
Obiettivo la partecipazione, insieme ad altri stimati colleghi come Stefano Tesi e Andrea Gabbrielli, all’edizione 2008 della rassegna Vinellando e far parte delle due commissioni di degustazione, formate da giornalisti, sommelier, ristoratori ed enotecari, che nel corso della mattinata di venerdì 22 agosto prenderanno in esame, rigorosamente alla cieca, senza conoscere il nome dei vini e dei produttori, la trentina di campioni partecipanti a questo che è comunque il più importante cimento enologico dell’area del Morellino e una delle più interessanti opportunità di degustare i Morellino di Scansano, Doc e ora Docg dal novembre 2006 e a decorrere dalla vendemmia 2007, nonché altri vini Igt prodotti in questa zona.
La manifestazione, come recita il programma, è interessante anche per i non addetti ai lavori perché nelle tre giornate del 22-23-24 agosto gli appassionati potranno degustare molti vini, sia presso il Centro Enoturistico (dove venerdì 22 alle 21 si conosceranno i nomi delle aziende vincitrici di Vinellando 2008 e dove in collaborazione con i sommeliers dell’A.I.S. si svolgeranno sedute di degustazione di tutti i vini, non solo Morellino di Scansano) sia negli stand dislocati in giro per il centro storico del paese aperti dalle 21 alle 24.
Sul sito Internet del Comune di Magliano in Toscana alla pagina relativa a Vinellando (vedi qui) troverete l’elenco, aggiornato però ad un mese fa, 17 luglio, delle aziende che saranno presenti ai banchi d’assaggio dislocati nel centro storico, nonché l’elenco delle aziende e dei vini che potranno essere più comodamente degustati e comparati presso il Centro Enoturistico.
Se amate il Morellino e quest’angolo di Toscana, Vinellando è comunque un appuntamento da non perdere. E poi Magliano in Toscana è così affascinante e la sua offerta turistica è così ricca, dagli agriturismi (vedere qui per credere) agli alberghi, ai bed and breakfast, alle Locande di gusto, che programmare, se avete ancora tempo e disponibilità di farlo, un paio di giorni qui, per il Morellino, il panorama, il mare poco lontano, la quiete della campagna, non è certo una cattiva idea…
La mia permanenza a Magliano in Toscana terminerà la mattina di domenica 24, ma conto di tornare a casa, a Bergamo, nella serata di lunedì 25.
Dove andrò in queste due giornate, chi incontrerò, permettetemelo, per ora, di tenerlo discretamente top secret.
Andrò sicuramente per vino ed in almeno un paio di zone vinicole. Resterò in Maremma, per fare visita ad un’amica “castellana” e regina di un antico Castello (posto in una località celebratissima per l’olio extravergine nato da una particolare cultivar locale, ma dove si fa anche ottimo vino base Sangiovese…) che pian piano, dopo pazienti restauri, sta tornando all’antico splendore, ma considerando che devo comunque salire a nord per rientrare mi sposterò dalla zona del Morellino e dal grossetano verso il centro della Toscana.
Giusto il tempo di andare a guardare (e fotografare) un po’ di vigneti di cui si parla molto, e che magari sotto ferragosto hanno avuto qualche disavventura, incontrare degli amici, vedere alcune persone, parlare, sentire, discutere, cercare di capire meglio una situazione che m’interessa e di cui qualcuno – e me l’ha fatto capire a chiare lettere – avrebbe preferito non mi occupassi…
Quasi sicuramente un salto, sulla via del ritorno lo farò a Montepulciano, a trovare un’amica carissima, Susanna Crociani, che dopo la scomparsa repentina del fratello Giorgio si occupa, sempre con ottimi risultati, con coraggio e tenacia, dell’azienda di famiglia.
Ma da Montepulciano, guardando la cartina e considerando le brevi distanze, potrei anche spostarmi su un altro Mons…, dove la storia dice ci fossero molti lecci (in latino quercus ilex), che in fitte macchie coprivano un tempo la collina su cui questa celeberrima località sorge… Beh, noi ci risentiamo martedì 26!

 

5 pensieri su “Ancora a Magliano in Toscana per Vinellando. E poi ritorno sul…“luogo del delitto”…

  1. Caro Franco, so perfettamente che gli argomenti del tuo blog li scegli tu (come precisato giorni fa a un bloggher)ma ieri sera (21 agosto) i telegiornali delle principali reti televisive nazionali hanno parlato della figuraccia di Wine spectetor.Un ristorante milanese ha ricevuto un premio dalla nota rivista enogastronomica statunitense (previo esborso di 250 dollari per l’iscrizione al concorso)e fin qui tutto bene, se non fosse che il locale non è mai esistito se non sul web. Credo sia stato gettato in acqua un sasso che farà non poche onde, a mio modo di vedere queste onde sarebbero da surfare. Gli U.S.A. forse non sono la migliore democrazia del pianeta ma i padri fondatori quando scrissero la costituzione specificarono che i giornalisti dovrebbero essere al servizio dei governati e non dei governanti.alea tracta est!

  2. Mi associo all’invito di approfondire la bufala galoppante, appena rientra dal suo suggestivo tour, egregio Ziliani.
    Ogni tanto qualcuno riesce a incantonare la fasullaggine che deprime la nostra vita: aiutiamolo.

  3. nel post avevo attribuito a Giampaolo Paglia l’aver dato per primo la notizia di quanto successo in giugno a livello di Consorzio del Morellino di Scansano. Correttezza dell’informazione m’impone di dare a Cesare quel che é di Cesare e al giornalista e wine blogger fiorentino Aldo Fiordelli il riconoscimento della prima notizia del fatto, il 26 giugno sul suo blog Consumazione obbligatoria.
    leggete qui:
    http://consumazioneobbligatoria.blogspot.com/2008/06/morellino-shakerato.html

  4. Pingback: Ritorno a Magliano in Toscana per Vinellando 2013 | Blog di Vino al Vino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *