Saluti dal Salento

Va be’ ieri pomeriggio c’erano 38 gradi mentre tornavo in albergo, l’ottimo Piccadilly di Santa Maria al Bagno, dopo la visita – degustazione a Valle dell’Asso a Galatina e ieri sera c’era un appicicosissimo scirocco a Gallipoli, anche se cenare al classico Capriccio, in compagnia dell’amico Sandro Candido é stato come sempre un piacere, ma caldo a parte, il Salento e la sua gente mi hanno accolto come sempre nel migliore dei modi e mostrato il loro antico, inimitabile fascino.
Francesco Muci, organizzatore e deus ex machina della rassegna Rosalento, all’interno della quale verrò premiato questa sera, si é rivelata persona simpaticissima e di grande intelligenza (vedete che non é difficile dialogare e trovare ampie convergenza con la base operosa ed il popolo di Slow Food?) e tutto, in questo mio troppo breve blitz salentino, si sta svolgendo nel migliore dei modi. Mi sa che dovrò tornarci presto, in auto e starci un po’ di giorni, in questa terra che amo e dove mi trovo come a casa mia… Buona giornata a tutti!

I commenti sono chiusi.