Festa del Pelaverga a Verduno e Rassegna del Chianti Classico a Greve in Chianti: 12-14 settembre

Anche il settembre 2008 vede fiorire, come ogni anno, manifestazioni vinose un po’ in tutte le zone vinicole italiane.
Per questo week end ricco di tante altre proposte, ho scelto due manifestazioni particolarmente interessanti che si aprono entrambe oggi, una nelle Langhe e l’altra in Toscana, nel cuore del Chianti Classico. La prima, intitolata Verduno è…, ha come scenario l’amatissimo bordo di Verduno, uno dei borghi più suggestivi della Langa del Barolo (della cui zona di produzione fa parte) e capitale di una delle più piccole e deliziose Doc italiane, la Verduno Pelaverga o Verduno tout court Doc.
11 ettari scarsi di superficie iscritta all’Albo, il Verduno Pelaverga nasce dal vitigno autoctono Pelaverga “piccolo”, che proprio in questo paese ha trovato il suo habitat naturale. Vino molto particolare e originale, si contraddistingue per i caratteristici sentori fruttati, di fragola, floreali e soprattutto per le ampie e intense note speziate.
Ritenuto un vino “afrodisiaco”, è un vino capace di conquistare un pubblico di estimatori eterogeneo grazie alla sua ottima bevibilità. Doc dal 1995, a tavola s’accompagna molto bene con un ampio ventaglio di cibi, dai salumi al pesce.
Nel passato la Pelavega veniva impiantata insieme alla Barbera e al Nebbiolo, ma a partire dagli anni Settanta i viticoltori hanno cominciato a coltivarla e vinificarla in purezza per ottenere questo vino particolare con odore intenso e fruttato, particolarmente speziato, che si abbina bene con i formaggi e i primi della tradizione piemontese. Per conoscere il Verduno Pelaverga in tutte le sue sfaccettature, nella produzione di una dozzina scarsa di piccole aziende, ovvero:

Cantina Alessandria Fratelli

Cantina Bel Colle

Cantina I Brè

Cantina Brero Antonio “Vinandolo”

Cantina Burlotto Comm G.B.

Cantina Cadia

Cantine Castello di Verduno

Cantina La Cantina

Cantina Massara

Cantina Poderi Roset

Cantina San Biagio

Cantina Terre del Barolo

gli appassionati dispongono di un intero weekend per celebrare l’annata 2007 del Verduno Pelaverga, tra musica, spettacoli dal vivo e degustazioni nel centro storico e nella suggestiva area belvedere di Verduno.
Nelle giornate del 12, 13 e 14 settembre, un paese intero, dal centro storico perfettamente conservato e delizioso, si veste a festa, ospitando in vicoli e piazzette “vinerie” a cielo aperto, con i produttori pronti a far degustare la loro ultima creazione.
Il programma prevede oggi alle 18 presso la Cantina comunale Verduno Pelaverga, salsiccia di Verduno a suon di musica, mentre sabato 13, sempre alle 18 alla Cantina Comunale, Verduno è Aperitivo in concerto, ovvero Verduno Pelaverga, in abbinamento ad agnolotti, salumi, musica dal vivo, a lume di candela.
Domenica 14, mentre per tutto il giorno i produttori di Pelaverga proporranno i loro vini nel cuore del paese, dalle 12.30 una serie di ristoranti di Verduno presenteranno piatti rivisitati ed elaborati a tema sul grande vino del territorio in abbinamento a tutti e dodici i Verduno Pelaverga DOC 2007. Alle 16 presso il giardino del belvedere i produttori presentano la nuova annata, intrattenimento con musiche, degustazioni, spuntini e spettacoli d’animazione, mentre alle 21 sempre presso il giardino del belvedere: “Ars Propria” invita a un viaggio nella musica d’autore italiana degli Anni Sessanta e Settanta.
Questo per quanto riguarda la Festa del Pelaverga, mentre in Chianti Classico, a Greve in Chianti, sempre nelle stesse date, 12-14 settembre, è di scena la 18esima edizione della Rassegna del Chianti Classico.
Dal 12 al 14 settembre
il centro storico del paese, con la sua piazza triangolare e i suoi portici, sarà la cornice ideale non solo per dare il benvenuto agli stand delle aziende che fanno parte del Consorzio del Gallo Nero ma anche per ospitare, mostre, eventi musicali e folkloristici. La kermesse oltre ad essere una vetrina della produzione vitivinicola del Chianti Classico prevede anche un ricco programma di iniziative collaterali, molto apprezzate dai visitatori, che fanno da cornice alla manifestazione come la mostra della “Gallo Collection” con opere donate dagli artisti locali; la rassegna fotografica “I carri grevigiani dalla Festa dell’uva ad oggi” e le visite guidate al suggestivo borgo di Montefioralle, alle pievi e ai castelli intorno a Greve in Chianti.
Nel corso della tre giorni spazio anche ai prodotti tipici nel “Giardino del Gusto” con assaggi di olio, formaggi e salumi e all’artigianato con “Borgo Artigiana”, dove sarà possibile acquistare pezzi unici, realizzati dalle mani degli artisti locali.
Il programma completo della manifestazione sul sito Internet del Comune di Greve in Chianti e in questo file PDF che si può scaricare.

0 pensieri su “Festa del Pelaverga a Verduno e Rassegna del Chianti Classico a Greve in Chianti: 12-14 settembre

  1. consiglio da indigeno o quasi, per il chianti classico evitate la domenica e se proprio dovete cercate di arrivare in loco prima delle 10 per evitare caos e mancanza di parcheggi! a parte questo, sempre piacevole assaggiare i galletti e non dimenticatevi di salire nella terrazzina con i vinsanti da sorseggiare all’ombra guardando il panorama delle colline di Greve

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *