Terra di Libri a Siena: quattro giorni per affermare la centralità dei libri nelle nostre vite

Io non potrò esserci, impegnato tra il Casentino e la Rufina, ma a tutti coloro che tra giovedì 13 e domenica 16 novembre gravitassero intorno a Siena raccomando assolutamente di non perdere ospitato nella centralissima Piazza Duomo, il salone internazionale del libro “Terra di Libri” nato per volontà della Provincia di Siena.
Come recita il programma, che potete trovare, con tutti i dettagli ed il calendario dettagliato dei singoli incontri, nel sito Internet della manifestazione, “Terra di Libri” è stato ideato come momento di scambio – tra editori, imprenditori, professionisti e amministratori pubblici – per sottolineare il ruolo dei libri che fanno conoscere territori e prodotti, inducono a viaggiare con maggior consapevolezza, anticipano il piacere di scoprire luoghi, persone, abitudini e culture diverse dalla propria.
Il sottotitolo
Leggere conoscere incontrare il territorio esprime perfettamente lo spirito del salone perché è proprio vero che “Tutto ciò che suscita il desiderio di visitare un luogo del mondo che sia una città, una regione o il delta di un fiume tutto ciò che ci fa venire l’irresistibile voglia di andarci in vacanza, di assaggiare la sua cucina o entrare nei luoghi di culto; di impararne la lingua (o il vernacolo) o di riconoscerne almeno qualche parola; di camminare nelle sue campagne, entrare nei negozi, vagare per i mercati, visitare i musei, scoprirne i ristoranti e i luoghi che gli altri non conoscono, incontrare quella gente così diversa da noi, e portarne via il ricordo: tutto ciò è un libro”.
Per tre giorni il cuore pulsante (e raziocinante) di Siena sarà in Piazza del Duomo. “In questo contesto artistico e storico di rinomanza mondiale il Salone ospiterà, in spazi collettivi e singoli, editori italiani e stranieri, esponenti significativi delle nuove realtà che si affacciano sullo scenario mondiale, con i loro libri che parlano di territori, di tradizioni, di prodotti, di ospitalità e di itinerari, di culture e di paesaggi; libri che raccontano una terra inducendo a conoscerla da vicino”.
Durante “Terra di Libri” si svolgeranno incontri con autori e degustazioni d’autore; incontri con produttori e assaggi di prodotti; visite esclusive e presentazioni speciali. E poi libri e musica, libri e danze, libri e cultura popolare, libri di cucina e cucina d’autore. E i cuochi, la cucina e i prodotti del paese ospite incontreranno la cucina toscana e i suoi autori. I libri incontreranno i loro ingredienti: gli uomini e la terra”.
Si poteva non parlare (e soprattutto degustare) di vino in una manifestazione che vuole esprimere il significato più ampio della parola “cultura” in terra toscana? Assolutamente no e pertanto nelle giornate di venerdì, sabato e domenica, alle 13 e alle 19.30 curate dall’Associazione Italiana Sommeliers si terranno degustazioni di vini del territorio.
Di vino si parlerà anche, con la testimonianza di Franco Biondi Santi, nel corso
della tavola rotonda Chiamatela Toskana (vedi allegato
dibattito ) in programma sabato 15 alle ore 10 presso la Pinacoteca Nazionale (via San Pietro 29).
Libri per tutti i gusti e tante occasioni per riflettere del ruolo dei libri nelle nostre vite secondo il programma allestito dalla direttrice del Salone, la cara amica Silvana Biasutti, che il vino ben conosce e ama, vivendo nientemeno che a Montalcino ed essendo madre di due produttrici, Margherita e Francesca Padovani, che il buon nome di Montalcino e dei suoi vini lo difendono, eccome, in quel di Fonterenza.  

0 pensieri su “Terra di Libri a Siena: quattro giorni per affermare la centralità dei libri nelle nostre vite

  1. La vita è piena di sorprese…

    Non pensavo che quelli di Promosiena fossero così amanti della cultura libraria, nonostante il respiro “bottegaio” presente a Siena…

    Comunque meritevole, onore alle Contrade!

    Gianni “Morgan” Usai

  2. Caro Ziliani,
    è stata una bella sorpresa, trovare sul tuo frequentatissimo blog questo announcement così sentito!
    Voglio dirti la mia gratitudine e quella del gruppo di lavoro che ha costruito questo piccolo ma incisivo salone, a Siena.
    Io dico sempre che le cose bisognerebbe farle CON IL CUORE E CON LA MENTE, e questo Terra di Libri così sta venendo su. Tra diciottomiladifficoltà: ti assicuro non ne è stata messa da parte nemmeno una.
    Però, piano piano, sempre più persone stanno appassionandosi al legame profondo che c’è tra la parola scritta, le immagini, e la cura, l’attenzione che dobbiamo avere per il territorio (parola brutta e inutilmente aggressiva), capitale non virtuale che ci lasciamo scivolare tra le dita.
    L’ambizione, caro Franco, è quella di creare a Siena – complici gli editori più interessati al tema (che ha risvolti economici molto interessanti)un appuntamento annuale, per mostrare, scambiare, discutere, cercare risorse, individuare temi, supportare turismo e prodotti attraverso la loro conoscenza, quella della loro storia e del loro contesto, ma non solo….
    Invito TUTTI I LETTORI DI QUESTO BLOG a Terra di Libri, ricordando che per quattro giorni avremo la Grecia – paese ospite quest’anno – che presenta autori, monaci discesi appositamente dal monte Athos, commoventi mostre fotografiche, la commedia greca, e tanti tanti libri, per riconoscere le nostre radici greco latine, per specchiarci in un futuro più ricco di buone idee. Vi aspettiamo!

  3. carissima Silvana, speriamo che anche nella vicina Montalcino (40 chilometri) si accorgano della grande opportunità offerta da Terre di libri e si ricordino che un po’ di cultura in più e qualche buona lettura aiutano a non cadere nelle disavventure di cui é vittima, da mesi, la patria del Brunello…

  4. Complimenti alla signora Biasutti e che colpo avere Sergio Valzania…

    Vuol dire che ha finito di bisticciare con Odifreddi sulla via per Santiago di Compostela…

    Incredibile!

    I loro dialoghi erano una compagnia nel pomeriggio radiofonico…

    Chissà se andranno a piedi anche a Montalcino…?
    Lì sì che c’è materiale per parlare di etica e morale…!

    Gianni “Morgan” Usai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *