Vini di Liguria – Vinidamare presentazione sabato 29 a Camogli

A chiunque si trovasse in zona Camogli o potesse convergere nella bella località situata all’estremità occidentale del promontorio di Portofino da Genova e dintorni, segnalo, domani pomeriggio, sabato 29 novembre alle 16, presso l’Hotel Portofino Kulm la presentazione di un importante volume dedicato al complesso della produzione vitivinicola ligure, da Ponente a Levante, realizzato da un personaggio di spicco della sommellerie ligure e italiana, l’amico Antonello Maietta (nella foto), già Presidente regionale dell’A.I.S. Liguria e attualmente Vice Presidente nazionale dell’A.I.S.
Il libro, Vini di Liguria, Vinidamare riprende lo stesso nome della manifestazione che viene organizzata da cinque anni a Camogli proprio perché nasce dalla stessa filosofia dell’evento pubblico che richiama ogni anno, nel mese di maggio, i produttori liguri, gli appassionati di vino e gli operatori del settore: divulgare e comunicare l’encomiabile percorso qualitativo dei vini di Liguria e mettere in rilievo le peculiarità di un territorio di grande vocazione vitivinicola.
Del libro e della prima uscita in pubblico di questa opera che viene a colmare una lacuna nella pubblicistica legata al vino delle diverse regioni italiane, tratto in questo articolo, parlo in questo articolo di presentazione (leggete qui) pubblicato sul rinnovato sito Internet dell’A.I.S.
Attacco influenzale in corso permettendo, dovrei essere presente anch’io a questa festa cui parteciperanno, ovviamente oltre all’autore, alcuni importanti esponenti della Sommellerie nazionale ed internazionale, a partire da Terenzio Medri, Presidente Mondiale della Worldwide Sommelier Association e Presidente nazionale dell’A.I.S., per proseguire con Rossella Romani Vice Presidente e Responsabile Didattico Nazionale dell’A.I.S., sino ad arrivare a Roberto Bellini, Ambasciatore Italiano dello Champagne.
La presentazione del volume prevede anche gli interventi di Elisabetta Caviglia, vice Sindaco e Assessore al Turismo dalla Città di Camogli, del Presidente del Sistema Turistico Locale Terre di Portofino Arnaldo Monteverde, del responsabile degli eventi dell’A.I.S. Liguria Pierfranco Schiaffino, e verrà seguita da interventi del pubblico e dei produttori presenti nel libro, ognuno dei quali proporrà in degustazione la sua bottiglia più prestigiosa in un piccolo banco d’assaggio.

0 pensieri su “Vini di Liguria – Vinidamare presentazione sabato 29 a Camogli

  1. Mi dispiace per i liguri, ma se continuano a proteggere così male il loro territorio tra non molto il vino lo faranno con le bustine…

  2. In Liguria è tutto una cartina…

    Vino, politici, fantasia, ministri…

    Anche il vino risente del vissuto delle Partecipazioni Statali… ha un sapore “parastatale” già dalle valli…

    Il massimo della fantasia a Genova è giacca blu e pantaloni grigi, indossati da tutti…
    destra, sinistra, padroni, portuali, banchieri, bancari, cardinali…

    Perchè il vino dovrebbe essere diverso?

    Gianni “Morgan” Usai

  3. @ Luca Risso.

    Io come vede mi firmo e mi schiero…e penso di avere – chiedo il conforto del signor Ziliani che mi conosce – qualche neurone oltre a quello del luogo comune…

    Non capisco perchè non si possa criticare il conformismo culturale e vinicolo che impera a Genova?

    Non capisco questa sua risposta così piccata, spero che segua la cronaca economica e politica cittadina…

    In quale altra città il presidente della Regione – istituzione laica fino a prova contraria – cede un posto da consigliere d’amministrazione ad un esponente della Curia?

    Meno male che Genova è stata Serenissima Repubblica Marinara,
    altrimenti ci sarebbe stato il delitto di lesa maestà…?

    Gianni “Morgan” Usai

  4. “Conformismo vinicolo”???
    Ma di cosa sta parlando? Spero proprio che il neurone di cui sopra abbia compagnia. Metta dunque al lavoro i suoi fratelli e cerchi di spiegare bene questo concetto, naturalmente portando degli esempi concreti che facciano comprendere questa diversità genetica dei Liguri (o Genovesi? Mah) e dei loro vini.
    Luk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *