Un Nobile più “nobile” del solito…

Flash veloce – tanto c’é già chi informa abbondantemente con tanti dettagli, tra l’istituzionale ed il gossip, sulle Anteprime toscane (so’ ragazzi, e lasciamoli divertire!) – sulla degustazione di questa mattina a Montepulciano, capitale del Vino Nobile.
Non é stata una degustazione facile, diciamo che l’organizzazione nella tensostruttura lasciava abbondantemente a desiderare (eufemismo), ma portata la giusta “pazienza” la degustazione, concentrata sui Vino Nobile di Montepulciano dell’annata 2006, é valsa la pena e che nonostante la presenza di alcuni “irriducibili” fanatici della concentrazione e del legno, svariati Vino Nobile di un’annata molto interessante come il 2006 hanno dato ottima prova di sé, in termini di equilibrio, piacevolezza, carattere.
Non mancherò di segnalarvi quali siano stati i vini che mi hanno maggiormente convinto – à la volée posso farvi i nomi di Avignonesi, Boscarelli, Triacca, Dei, Godiolo, Il Conventino, Le Casalte, Poggio alla Sala, Salcheto, Talosa, Tenimenti Angelini – anche se il vino che mi é piaciuto in assoluto di più non era purtroppo in degustazione in sede di Anteprima, ma l’ho gustato oltre che degustato nella cantina della cara amica Susanna Crociani, che non partecipa alla manifestazione (ed in verità non manda nemmeno i campioni alle guide…). Il suo Vino Nobile 2006 é un bel vino, ricco, complesso, inconfondibilmente toscano, profumato di Prugnolo gentile, elegante, di salda struttura e dalla piacevolezza contagiosa.
Domani (in verità sono già in zona) ci aspettano Montalcino ed il suo Brunello. Speriamo che siano note solo positive quelle che arriveranno da Benvenuto Brunello e dai 2004….

0 pensieri su “Un Nobile più “nobile” del solito…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *