Mourinho l’aveva detto: Milan (e Roma) a zero tituli! E arriva lo scudetto numero 17

Il “grande antipatico” che siede sulla panchina dell’Inter, José Mourinho, l’aveva detto che Milan, Juventus e Roma avrebbero finito questa stagione, che si era aperta con tante aspettative e con tanti proclami (e promesse) di controbattere lo strapotere della Beneamata, con “zero tituli”!
E così i rossoneri, la squadra del “padrone d’Italia”, di quel arrogante e presuntuoso che di calcio pretenderebbe di capirne di più di quel galantuomo e di quella persona paziente e perbene come Carlo Ancelotti (che fa benissimo ad andarsene al Chelsea), con il 2 a 1 che hanno portato a casa a Udine, ci fanno il graditissimo regalo di assicurarci, ancor prima che noi si giochi con il Siena, lo scudetto numero 17, il quarto consecutivo (tre vinti meritatamente sul campo e uno a tavolino per le note vicende di Calciopoli).
Che dire se non apprestarci a fare festa domani, a celebrare oggi con questo cadeaux il 64esimo compleanno del presidente Massimo Moratti e domani, 17 maggio, a fare festa con il Siena allo stadio Meazza-San Siro?
Una dedica per questo ennesimo scudetto? Ma al “signor” Massimo Ambrosini, che saprà sicuramente fare buon uso di questo titolo che arriva ancora all’Inter e non certo all’altra squadra di Milano… Grazie magica Inter!

0 pensieri su “Mourinho l’aveva detto: Milan (e Roma) a zero tituli! E arriva lo scudetto numero 17

  1. Di tutto cuore ma vedi ‘nannà a f.c.
    ci sono giorno in cui non parli nemmeno del terremoto, e altri in cui dai notizie in ritardo ma il “Zero Tituli” l’hai subito sbattuto in diretta.
    Parla di vini che è già tanto

  2. interista dal 1957 posso permettermi di scrivere senza peli sulla lingua . Dopo aver comprato tutti i calciatori immaginabili abbiamo vinto , finalmente sul campo , quello che gli altri hanno perso . Se penso che vogliono buttare Ranieri che arriva terzo , e ci è stato alle costole fino a ieri , con un parcheggio di vecchietti rotti in attesa che crescano , se ce la fanno , giovani di belle speranze , mi dico che , cacciato e non ancora pagato del tutto Mancini era più risparmioso prendere l’allenatore in terza della Iuve . Vabbè che i soldi da gettare nel calcio Moratti li crea vendendo a 6 euro le azioni Saras . San Silvio Berlusconi martire , ora pro nobis , di scudetti ne ha vinti sette , con cinque Champion’s , e in mezzo ha fatto tante altre cose , oltre a venderci azioni Mediaset che valgono ben più di Saras . Per il resto sono d’accordo , se ci fosse Giustizia dovrebbero revocare alla Iuve quasi tutti gli scudetti del dopoguerra . All’Inter , sempre dal dopoguerra , non parlo delle squadre , della società , avrebbero dovuto procurare dei medici , ma di quelli buoni , abili a curare soprattutto le malattie che non si possono toccare con mano . Ho detto .

  3. Sapevo del suo “difetto”…
    SCRITTE di Ambrosini e PAROLE di Maurino (a mè dà quasi soddisfazione chiamarlo così….) a parte,complimenti per il titulo!
    ….anche se scritto alla Maurino il buon Ambrosini ci và(ops,ANDREBBE,sig!) proprio a nozze!!
    Complimenti e buon Nebiolo già a pranzo!

  4. 17 tituli: noi interisti caparbi e capaci di soffrire andiamo avanti. Se poi, oltre all’Inter beneamata, ci piace anche il vino buono, tanto meglio. Evviva!!!

  5. complimenti al “signor” Riccardo: per la classe, l’educazione, la sportività dimostrata con il suo commento super-rosicone…
    A lui dedico il commento di Massimo Moratti, che con grande spirito a proposito del dono bellissimo arrivato nel giorno del suo 64esimo compleanno, osserva: “Un regalo esagerato, pensavo che sarebbe arrivato il giorno dopo. Ringrazio per tanto affetto che non mi aspettavo da parte di Milan e Juventus e tutte le altre squadre”. Grazie Milan, continua così!

  6. complimenti Enyo, anche nel discutere di calcio testimonia la sua faziosità assoluta e la sua scarsa lucidità. Non avevo dubbi, da quello che scrive, che tifasse Juve… Dal vostro purgatorio (ahimé troppo breve) in B lei ed i suoi amici milanisti (che la B l’hanno conosciuta bene) non avete imparato niente.

  7. Rosicara? non mi sembra proprio in quanto seguo il rugby uno sport in cui la sportività è tutt’altra cosa. Io non parlo di zero tituli, per quel che mi riguarda lo scudetto poteva vincerlo anche il Casalpusterlengo ma il concetto che in questo blog si dica solo quello che Le fa più comodo mi fa un po’ arrabbiare. Penso che la notizia di una terra come l’Abruzzo a suo tempo meritasse più attenzione o sbaglio???

  8. hai messo il dito nella piaga : noi dell’Inter non abbiamo mai vinto il campionato di serie B , il Milan due volte , una pagando l’altra gratis sottolineava Peppino Prisco , la Iuve una , pagando .

  9. Franco… non ti curar di loro!! che non hanno la nostra fede nerazzurra.
    Ora tocca a loro parlare male di noi perchè altro non possono fare.
    In alto i calici (dentro metteteci il vino che piu’ vi scalda il cuore) e brindiamo.
    ciao
    Andrea

  10. COMPLIMENTI!si vada a rivedere lo striscione meditato esposto dal vostro idolo”tiracalci Materazzi”o le esultanze nei derby di quel gran signore di Moratti.Che soffriste del complesso di inferiorità nei confronti dell’altra squadra di Milano(la più titolata al mondo se non lo sapesse)non c’erano dubbi ma da lei due commenti così tristi non me l’aspettavo.Si stappi un buon vino e festeggi e si sentirà meglio.Saluti

  11. @ Riccardo: bhè, ognuno nel proprio blog scrive quello che vuole…
    @ Flaminio Cozzaglio: perché rispondere è segno di educazione.
    Comunque, spero per voi che il 17 non porti sfortuna… non si sa mai, potrebbe essere l’ultimo scudetto… 🙂 🙂 🙂

  12. Buongiorno,
    Avrò l’onore ed il piacere di fare una full-imertion di vino il prossimo 21 maggio a Brescia (Vini di Castglione Falletto), ma per ora da Juventino e simpatizzante “CAGLIARI” (purtroppo la UEFA si allontana !!!) permettetemi di fare i complimenti ad una grande squadra che tra alti e bassi da qualche anno è la migliore del panorama calcistico italiano.
    Bravi, scudetto meritatissimo!

  13. 17 e’ un numero fortunato in Polonia, ma sfortunato in Italia ed in altre parti del mondo. Percio’ decidete voi se non e’ meglio chiamarlo 16 bis in attesa di vincere subito il 18, cosi la cabala se ne va a farsi friggere. La forza dell’Inter era indiscutibile fin dall’inizio, pochissimi pensavano che il campionato potesse fnire diversamente. La vera sorpresa del campionato e’ stata una Juventus forte e competitiva in mano a Ranieri, un ottimo allenatore con pochi grilli per la testa, e una debolezza inattesa di quel Milan che pure ha molti campioni di livello mondiale ma che erano governati da un Ancelotti un po’ addormentato sui passati allori e da un Berlusconi che dovrebbe smetterla di fare le formazioni. Sono due squadre che si rifaranno nel prossimo campionato e ci daranno del filo da torcere. Perche’ e’ vero che dovremmo cominciare a puntare di piu’ alla Coppa dei Campioni ed a quella Intercontinentale.

  14. sor Riccardo, devo farmeli dettare da lei i temi del mio blog? Dev’essere lei, che si rivolge a me, con rara maleducazione, dicendomi “Di tutto cuore ma vedi ‘nannà a f.c.”, a dirmi di cosa scrivere e cosa invece ignorare? Si faccia lei un blog e si scelga i temi da trattare: qui, le piaccia o meno, decido io.Mi stia bene…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *