Heri dicebamus: la settimana di Vino al Vino (29/6 – 5/7)

Ad uso e consumo di distratti e assenti, piccolo riassunto delle puntate precedenti.
Ricordo che la scorsa settimana, su questo blog, si è parlato:

di nuovi wine blog che si affacciano, da Londra, nella blogosfera;
di una celebrazione da parte di Wine Spectator dell’Enoteca Italiana di Siena che è l’ennesima conferma che tout se tient, in terra toscana;
di nuovi vertici del Consorzio Vini Valtellina e di un vice presidente da me più festeggiato del nuovo presidente;
della tardiva scoperta, sulla via della crisi, dell’amaronizzazione in corso in Valpolicella, da parte di aziende che in larga parte a questa amaronizzazione (alias omologazione del gusto) hanno partecipato;
di un Cinque Terre bianco, che profuma di roccia e di mare;
dulcis in fundo, non è una bufala, della nascita, dopo le Città del Vino (dell’olio, del miele, del tartufo, della nocciola, ecc.) nientedimeno che delle Città della Bufala. E non è una battuta…
Buon ripasso e buona settimana con Vino al Vino!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *