Il Pinot nero: eleganza nella trasparenza. Grande degustazione ONAV a Bari

Anche se sono, per certi versi, un po’ “targato” A.I.S. vista la mia fattiva ampia collaborazione, da giornalista indipendente, con l’Associazione (per la quale seguirò via blog, qui il 43° Congresso in Basilica – 30 settembre – 4 ottobre) alla quale sono legato e nella quale mi sento come a casa mia, non posso certo – anche considerando gli eccellenti rapporti esistenti tra l’A.I.S. e questa organizzazione – non nutrire la massima considerazione per un’altra associazione della sommellerie italiana, che ha caratteristiche diverse dell’A.I.S., ma alla quale non fa certo difetto la professionalità.
Sto parlando dell’Onav, Ordine nazionale assaggiatori di vino, che soprattutto nella mia Lombardia ha responsabili a livello regionale e provinciale che stanno svolgendo un eccellente lavoro.
Cosa che si sta verificando sempre più anche in Puglia (dove la situazione dell’A.I.S. è, diciamo così, non proprio lineare e dove non mancano problemi e qualche irrequietudine) dove ai già validi responsabili si è andato di recente ad aggiungere, fresco “acquisto” purtroppo transfuga dall’A.I.S. (dove ha svolto per anni un ottimo lavoro, facendosi apprezzare per la sua indubbia professionalità), l’amico Enzo Scivetti, uno dei tre motori dell’ottima manifestazione Radici, di cui ho già avuto modo di tessere più volte le lodi. Nell’ambito della sua attività in Onav Puglia cosa si è inventato, per la sera di martedì 29 settembre, alle 20.30, il buon Scivetti?
Nientemeno, ospitata presso il Ristorante Le Giare di Bari (corso De Gasperi 308/f) un bel percorso attraverso i territori del più affascinante, enigmatico, difficile dei vitigni e dei vini, il Pinot nero (pardon, uno dei più affascinanti, dopo il Nebbiolo, ovviamente) con una degustazione, seguita da cena, di sei vini provenienti dalla Terra Promessa del Pinot noir, la Bourgogne e dalla piccola “Bourgogne” italiana, l’Alto Adige.
Cosa troveranno i fortunati partecipanti (i posti sono limitati e conviene prenotarsi per tempo telefonando al 3401884271 oppure inviando una mail qui) alla serata?
Delle cose davvero niente male: Bourgogne Pinot Noir 2007 Gerbet, Vosne-Romanée “Aux Rias” 2006 Gerbet, Chambertin Grand Cru 2004 Rossignol-Trapet, e poi per i colori italiani, pardon, tirolesi, Blauburgunder 2007 di Gottardi, Blauburgunder Montigl riserva 2006 Cantina di Terlano e Blauburgunder Sant’Urbano Villa Barthenau 2006 di Hofstätter. Il tutto seguito da una cena dove spiccano “tartare di scamone in tre varianti e Cinghialino al dolcetto di Magrigale con mirtilli e croquettes al limone.
Beh, amici pugliesi amanti di Bacco, se io fossi in voi, visti i vini, la cena, il valore di relatore di Scivetti, ed il costo contenuto (50 euro), non mi perderei di certo questa serata!

0 pensieri su “Il Pinot nero: eleganza nella trasparenza. Grande degustazione ONAV a Bari

  1. Buongiorno Franco.

    Ti seguo ormai da 2 anni sul blog e in questa risposta ti faccio i complimenti per il tuo lavoro, la competenza e professionalità e per l’occasione che dai alle persone, come me, semplici appassionati del mondo enoico di sapere e conoscere.

    Volevo anche aggiungere che sono assaggiatore ONAV (Cagliari)da due anni e mezzo circa e che sono rimasto contento per le parole da te scritte in questo post per l’Organizzazione a cui appartengo. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *