WebWineFood:che fine ha fatto? Non più aggiornato da un mese l’enofoodblog del Corriere

Nel mondo della wine & food blogosfera la comparsa, nel settembre 2008, di WebWineFood, blog enogastronomico affidato alla penna di un giornalista di lungo corso, di grande esperienza e capacità come Francesco Arrigoni, era apparso come un segnale molto positivo.
Che nientemeno che il “Curierun”, alias il mitico Corriere della Sera, desse finalmente spazio, sul proprio sito Internet, nello spazio destinato ai blog, ad un bel blog riservato alle tematiche enogastronomiche, proprio come fa il New York Times con il blog The Pour di Eric Asimov, o con il Diner’s Journal affidato a più autori, per tacere di tutte le altre column comprese nella sezione Dining & Wine, era parso segno di un cambiamento in atto e di una possibilità di apertura di nuovi spazi per il discorso sul vino e cibo che in Italia, giornalisticamente parlando, via Web, salvo rare eccezioni, tipo la sezione Espresso Food & Wine, oppure la sezione Cucina de La Stampa, non ha ancora ricevuto, da parte della grande stampa istituzionale le attenzioni che merita.
Trascorso più di un anno viene da concludere che, una volta di più, non sia ancora scoppiato il grande feeling tra enogastronomia e stampa che conta e che il dialogo debba ancora trovare forti ragioni per rinsaldarsi e per proseguire, come accade normalmente sui grandi giornali americani, oppure in Spagna con il sito Internet Elmundovino, appendice vinosa Web di un grande quotidiano come El Mundo, su solide basi.
Un dubbio che nasce verificando come a differenza da altri blog tematici che continuano ad apparire ed essere vitali nello spazio destinato ai blog del Corriere, ad esempio Mediablog di Marco Pratellesi, Vita digitale di Federico Cella, Route 66 di Alessandra Farkas, Risp€ndo di Marina Martorana, per citarne solo alcuni, del blog del buon Franz Arrigoni, di WebWineFood sembrano essersi perse le tracce, tanto che forse é il caso di rivolgersi a Chi l’ha visto per avere sue notizie.
E’ ancora on line, con tutti i post sinora pubblicati presenti in archivio, ma non viene più aggiornato da un periodo di tempo incompatibile con la logica del blog, che prevede una costante immissione di nuovi contributi ed un dialogo senza soluzione di continuità con i lettori (l’unico che possa creare quella sorta di “fidelizzazione”, quella curiosità che spinge giorno dopo giorno a chiedersi “cosa avrà scritto oggi X, andiamo a vedere…” che rende un blog autorevole e di riferimento), visto che l’ultimo post pubblicato, Tre stelle Michelin a Vittorio, risale nientemeno che al lontanissimo (secondo la logica Web) 24 novembre 2009.
Perché Arrigoni (nella foto), a decorrere da quella data non abbia più aggiornato il suo blog mantenendolo pieno di fermenti, com’era prima di questa improvvisa sospensione delle trasmissioni, rimane un mistero.
Si è “stufato” lui di condurre un blog, seppure nell’ambitissimo spazio Internet del Corriere (dove il sottoscritto, se glielo proponessero, andrebbe a scrivere di corsa, andando in piedi in redazione in via Solferino per firmare l’accordo), oppure è in corso un’ennesima ristrutturazione degli spazi telematici del grande quotidiano milanese e presto Arrigoni tornerà più battagliero che mai, o ancora, come viene da temere, al Corriere, come in altri quotidiani italiani, pensano che dedicare energie, spazi e risorse al tema dell’enogastronomia sia poco interessante, o che possa valere la pena farlo solo in caso produca utili in termini di investimenti pubblicitari da parte delle aziende?
Se qualcuno, magari lo stesso Franz, che conobbi intorno a metà anni Ottanta come prezioso collaboratore di Gino Veronelli, volesse darci una risposta, farci capire, battere un colpo…

0 pensieri su “WebWineFood:che fine ha fatto? Non più aggiornato da un mese l’enofoodblog del Corriere

    • io l’ho incontrato ad Alba in novembre e stava bene. E’ assurdo e strano che persone della professionalità di Arrigoni non abbiano le opportunità che vengono invece concesse ad altri che non valgono assolutamente quanto lui. E questo accade in un panorama del giornalismo del vino dove Marco Mancini viene licenziato senza che nessuno o quasi dica nulla, dal Corriere Vinicolo…

    • … ma erano tracce molto più labili… e pur con tutto il rispetto per Scanzi, che é un giornalista in gamba, e continua a scrivere sulla Stampa, Arrigoni é di ben altro calibro, quando si parla di wine & food…

  1. la mia voleva essere una mezza battuta … sebbene il blog di “elogio dell’invecchiamento” sia pericolosamente fermo a inizio dicembre…

  2. Le illazioni più verosimili le puoi fare tu – Franco – ben sapendo quanto costi scrivere quotidianamente cose ragionevoli, quanto sia peculiare la scrittura dedicata al blog, quanta attenzione occorra dare a chi interviene, eccetera. Un lavoro – mi pare – in cui non si può mai abbassare la guardia.
    Senza contare che (solo minimamente riesco a immaginare) si è continuamente sotto tiro.
    Se a ciò si aggiunge il clima che attualmente regna nella carta stampata – già poco amata dal nostro premier, per le note ragioni – tutto può darsi.
    Forse questo tuo post potrebbe essere un invito a chiarire!

    • dalla RCS, dove questo blog viene letto, mi é stato comunicato che WebWineFood dovrebbe a breve riprendere il suo cammino, che si era interrotto per motivi di carattere contingente. Forza Franz, aspettiamo di leggerti ancora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *