Banco d’assaggio di Modena: il caldo abbraccio del popolo del Barolo

Non ho parole, se non di ringraziamento a tutti, per commentare l’andamento del Banco d’assaggio, intitolato Una terra un vitigno un vino: i cento volti del Barolo che gli amici della splendida delegazione dell’A.I.S. di Modena, da Luigi Carnevali a Barbara Brandoli a Rita Ronchetti a tutti i loro collaboratori hanno organizzato nel migliore dei modi, con il coordinamento di chi scrive, ieri pomeriggio nella città della Ghirlandina presso lo Standard Hotel Raffaello.
E’ stato, con 600 presenze, ordinate e appassionate, al Banco, ben distribuite lungo le cinque ore della sua durata, un successo superiore ad ogni aspettativa, una di quelle soddisfazioni che riempiono e scaldano il cuore e ti fanno capire di essere sulla strada giusta, di avere speso bene la tua vita di cronista del vino consacrando gran parte delle tue attenzioni a quel vino prediletto, la cui conoscenza non mi stancherò mai di approfondire, che è il Barolo.
Tutto ha funzionato nel migliore dei modi, con vini splendidi all’altezza della situazione, produttori travolti dal contagioso entusiasmo dei partecipanti, tanti i giovani e tante anche le donne, arrivati da ogni dove. Non si può che dire un sincero grazie a questi appassionati arrivati anche da località lontane come La Spezia (vero Marco?), Ancona, Brescia, Milano, Bassano del Grappa, oltre che Bologna, Parma, Reggio Emilia e ovviamente Modena e dintorni, e complimentarsi con loro per aver dedicato trovato il modo di rendere viva questa occasione d’assaggio con la loro curiosità, la loro voglia di assaggiare, confrontare, giudicare con il proprio palato, con il desiderio di dialogare, di chiedere, capire, saperne di più, sul barolesco universo, dai tanti produttori, ben 30 personalmente presenti, in attività presso le loro postazioni.

E’ stato davvero bellissimo e quasi commovente, se mi consentite, vedere tutto questo magnifico “popolo del Barolo”, che comprende produttori, appassionati, sommelier, e permettetemi di inserire anche il sottoscritto, celebrare in maniera festosa questa grande occasione di incontro con il grande Nebbiolo di Langa, presente in tutte le sue declinazioni, dalla fragranza floreale e dalla grazia dei vini di La Morra, alla struttura tannica imponente dei vini di Serralunga d’Alba, passando per l’eleganza, la suadenza dei tannini, dei vini di Castiglione Falletto.
Assente, purtroppo, solo Novello, impossibilitato a partecipare il produttore, Elvio Cogno, che a mio avviso illustra le caratteristiche di questo terroir, tutti i più importanti villaggi del Barolo hanno dato vita ad una rappresentazione multicolore, multisapore e dagli aromi variegati della poliedricità, dell’infinita complessità, dell’assoluta non riconducibilità a modelli standardidazzati e omologati, di questo vino sommo.
Una giornata splendida, resa ancora più gustosa, perché il grande vino è quello che trova la sua esaltazione a tavola, nell’abbinamento ai piatti, dalla presenza di salumi, formaggi, nocciole, rigorosamente varietà tonda di Langa, e grissini forniti con grande generosità dal Consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe e Roero.
120 vini di cui oltre 80 Barolo di annate diverse hanno rappresentato il menu vincente di uno di quegli eventi di cui porterò per sempre grato ricordo nel mio cuore.
Una giornata meravigliosa con un solo grande vincitore, il Barolo!
n.b.
Un servizio registrato martedì a Modena, comprensivo di una mia breve intervista, andrà in onda domenica 14 Febbraio dalle ore 19.05 alle ore 19.30 sul nazionale di 7 Gold, per essere poi replicato nella settimana tra il 21 ed il 27 Febbraio con orari a rotazione sul canale 830 di Sky. Lo stesso servizio sarà pubblicato all’interno del sito internet del programma all’indirizzo www.saporidautore.tv

0 pensieri su “Banco d’assaggio di Modena: il caldo abbraccio del popolo del Barolo

  1. Buonasera,
    ero tra i presenti ieri a Modena e devo dire che non mi aspettavo certo una tale affluenza (di Martedi poi…); che sorpresona, che piacere, che entusiasmo….penso che ora siamo pronti per il bis!!
    Quindi, Sig. Ziliani, quando ne ri-organizza un altro a Modena? 🙂
    Saluti e complimenti a tutti

  2. Intanto bisogna dire,senza se e senza ma,che è stato un successone. Quindi complimenti a chi ha avuto l’idea e ha portato questo manipolo di bravi vignerons a Modena.
    Poi un plauso alla squadra AIS Emilia che ha lavorato con professionalita’ ai banchi.Super tempestivi a cambiare,svuotare,etc etc.
    Caro Franco, lo so che è difficile metterli tutti assieme spesso….ma se riuscissi a portarli pure in Veneto…….
    domani con calma vi segnalo i miei migliori assaggi.

    • a metterlo nuovamente assieme un bel gruppo di barolisti penso di riuscirci ancora, ma ho bisogno di una struttura che lavori bene come A.I.S. Modena e che mi chieda di organizzare qualcosa del genere. Dal Veneto segnali del genere non mi sono ancora arrivati…

  3. Me lo porterò con me per molto tempo questo pomeriggio, che ho definito “Il pomeriggio perfetto”.
    Unico neo: troppo poco tempo, per cui ho dovuto fare selezione tra i tanti possibili assaggi. Gran bel servizio da parte di AIS Modena e ottimi i prodotti destinati a far venire la sete e ad abbattere il tasso al controllo della stradale. E’ stato interessante anche il tuo intervento alla sala Accademia, anche se molto divulgativo. Condivido appieno il concetto che il valore aggiunto del Barolo sono il territorio e le persone che lo fanno. Sentire Grasso o Augusto o la Sig.ra Vajra parlare della loro vigne fa bene al cuore
    Per inciso i miei preferiti:
    Su tutti il Baudana (ero quello che annuiva mentre tu ne parlavi ad un ragazzo), poi i due Monprivato ( più il 2003 che il 2004, anche se tra dieci anni non sarà più la stessa cosa)e le quattro “magie” di Cappellano ( perchè la barbera era davvero meravigliosa). Ottimo anche il Gavarini Chiniera di Grasso e chissà cosa potrà diventare con il tempo. E’ stata una grande occasione per poter cogliere,”praticamente a gratis”,le differenze tra i vari territori. Spero che ci siano presto altre occasioni. Grazie per avere animato l’iniziativa.

  4. Ciao Franco.
    Quasi due ore di macchina ma assolutamente ben spese.
    Dalla provincia di La Spezia siamo partiti con due auto , eravamo in 8 , poi con massimo piacere ho trovato sul posto gli amici di Sarzana e anche loro erano in 7 (5 + 2) , piacere ancora maggiore è stato sapere che si erano mobilitati dopo che avevano ricevuto la mia mail divulgativa . Questo significa che con occasioni ghiotte come questa diventa relativamente facile muovere la gente del barolo. Dove la trovi fuori di Langa un’occasione simile,con ordine scientifico abbiamo potuto testare la qualità delle ultime annate del DIVINO riuscendo a coglierne le sfumature intrinseche dei vari comuni e delle diverse vigne . Impeccabile l’organizzazione dei colleghi di Modena a testimonianza che nelle delegazioni AIS c’è sostanza e valore . Grande ed indiscutibile il tuo contributo , ma sopratutto i vini . Alcune novità sorprendenti e molto gradite , ti ringrazio per le segnalazioni , poi i soliti , gli antichi , quelli che hanno tracciato e tracciano la strada. Ottima esperienza , Favorevolissimi i commenti di tutti i miei compagni di cordata . Come ti ho anticipato ti chiamerò a breve per fare una cosina anche da noi . AVANTI COSI’

  5. Anche da parte mia e dei miei amici tantissimi complimenti all’AIS di Modena e a Lei per l’organizzazione dell’evento. Spero, come ho letto in un intervento precedente, possa essere organizzato qualcosa di simile anche in Veneto (sono uno dei tre entusiasti di Bassano del Grappa). Sono stato particolarmente colpito dalla qualità media generale con belle sorprese trai “piccoli” produttori come Porro, Boasso oppure Franco Conterno. In generale comunque una grande giornata ed una grande occasione per poter cogliere le differenti sfumature del “Re dei vini”.
    Grazie mille

  6. Complimenti! neppure la Camera di Commercio è mai riuscita ad arrivare alla metà delle presenze,(Politici compresi, circa 50%)!
    Ancora una volta viva il Nebbiolo, chi lo sa proporre e chi lo stima!

  7. Complimenti.io non c’ero ma due amici milanesi mi hanno raccontato che è stato proprio bello e interessante. Da come dicono loro fa meglio una serata così che le solite guide.dal vero è meglio, perchè dottor Ziliani non lo fa anche per amarone e Brunello? Se lo organizza di nuovo a Modena vengo anche io e porto tutti i miei amici che bevono senza sapere. Grazietante.
    carlo

    • Brunello, why not? E’ un’idea che penso di sottoporre presto agli amici di Modena, anche se avevamo una mezza idea di ripetere l’esperienza langhetta, dedicandoci, questa volta, al Barbaresco…

  8. Preg.mo Ziliani, mi chiamo Gianni,(il mio vino è il nebbiolo classico quindi che si sa distinguere!BAROLO VERO!) quanto tempo devo aspettare per avere un evento così a MILANO o nei dintorni. TANTI SALUTI.

    • caro Gianni, non dipende da me. Io sarei felicissimo di organizzare un evento del genere a Milano, ma non dipende da me. Con A.I.S. Modena funziona una collaborazione splendida, altrove non sono altrettanto interessati a collaborare con me o a realizzare cose del genere, sorry!

  9. C’ero anch’io a Modena. Sono arrivato alle 19 e mi son perso il suo intervento purtroppo.
    Non mi aspettavo davvero tanta gente, ma è stata una bellissima degustazione; e anche l’occasione di rivedere qualche simpatico produttore di Langa. In più molto istruttivo. Ho capito finalmente cosa intendeva parlando dei “soliti lamorresi”. Per me che anni fa mi sono avvicinato al barolo proprio attraverso loro ce n’è ancora da imparare.
    Grazie per questa splendida occasione e speriamo si ripeta col Barbaresco.

    Saluti

    GG

  10. Buongiorno Franco, leggo con un “pizzico” d’invidia quante belle emozioni ha suscitato la giornata del barolo, e sponatea nasce una richiesta: anche a COMO!!

  11. C’ero anch’ io e posso dire W il Barolo e W la giornata, complimenti per l’intervento sul nettare piemontese Sig. Ziliani. L’unica cosa che non ho apprezzato e’ che le 4 persone davanti a me alla cassa per una scusa (dentro c’e’ il rappresentante..), o per l’altra (ah sa sono amico del tal produttore), non abbiano pagato il biglietto mentre il sottoscritto si. Saluti.

  12. OPS … Massimo, su richiesta dei produttori abbiamo dato la possibilità di accreditare 3/4 persone ognuno e mi sembra sia stato più che giusto accettare. Le persone davanti a te erano state segnalate dalla cantina o dal suo gente, oppure quel produttore a cui hanno fatto riferimento non aveva accreditato nessuno ed ha usufruito di questa possibilità all’ultimo momento. Assicuro comunque che gli accreditati in questa manifestazione sono stati solo una cinquantina su ben 600 visitatori e spero con questa delucidazione di aver chiarito il frainteso.

    AIS Modena stà ricevendo da tutte le parti moltissimi ringraziamenti per l’ENOzionante evento e colgo l’occasione per ringraziare tutti quanti hanno contribuito a questo grande successo: il BAROLO con Vignaioli di Langa, l’ideatore Franco Ziliani, l’organizzatrice Barbara Brandoli e tutti i Sommeliers che con professionalità e tanta passione si sono adoperati affinché tutto fosse ideale, dall’accoglienza al servizio vino e cibo e tutti gli appassionati che ci hanno visitato anche da molto lontano.
    Grazie a tutti di cuore❤

    • Grazie a te Luigi! Guarda che sto già progettando un nuovo evento tipo questo: visto il successo, la vostra collaudata capacità, la risposta degli appassionati, perché non crederci ancora? Abbiamo solo l’imbarazzo della scelta: ancora Langa, con l’altro grande Nebbiolo, oppure la Toscana ed il Sangiovese di Montalcino?

  13. Direi che potremmo proseguire sulla strada del Nebbiolo 🙂
    Appena hai conferma sulla fattibilità di un evento simile sul Barbaresco e una idea del periodo in cui effettuarlo, ci consultiamo con Barbara e con lo Staff AIS Modena.

  14. E’ stata veramente una incredibile esperienza.
    Mi sento in dovere di ringraziare tutti per l’evento perfetto in tutti gli aspetti.
    Ottime anche le specialità piemontesi da intervallare nelle degustazioni.
    Se ne farete una anche sul Barbaresco questa volta invito anche altri appassionati di Langa

  15. Siamo un gruppo di amici e crediamo di aver partecipato a tutti gli eventi sui vini da Nebbiolo che avete organizzato a Modena e man mano ci siamo sempre più appassionati … Il banco d’assaggio di Martedì con tanti produttori presenti è stata per noi una esperienza unica e ci siamo perdutamente innamorati dei vini delle Langhe e dei suoi vignaioli …..
    Grazie, grazie e ancora grazie …

  16. caspita che successone! ho mai letto tanti commenti e tutti positivi ed entusiastici sui vini di Langa!
    Nessuna polemica, tutto costruttivo, diverse proposte: BRAVI!!!!!
    Azzardo una proposta agli amici fantastici dell’AIS: perchè non dare l’opportunità ai visitatori di acquistare direttamente in loco i vini apprezzati?

    • ottima idea, ma non so se lo Statuto dell’A.I.S. consenta una cosa del genere. Stiamo già pensando ad un bis con il Barbaresco Giovanna, per cui preparati!… Ne parliamo, anche con Jeremy, domani…

  17. Grande manifestazione davvero, ero presente, complimenti a lei Sig. Ziliani e all’AIS di Modena. Sono eventi come questo che danno modo di far conoscere una delle più importanti regioni vinicole Italiane anche a persone che, come me, si sono appassionate al mondo del Vino non da moltissimo tempo e che hanno voglia e brama di conoscere e imparare.
    La leggo spesso e resto in attesa del prossimo evento a cui non mancherò di certo, nel frattempo il mio futuro week end enogastronomico lo farò sicuramente in Langa…

  18. Condivido pienamente tutto quanto sopra commentato.
    Per motivi di lavoro di un amico, siamo dovuti arrivare tardi, ma abbiamo ugualmente potuto godere di questo incredibile evento che ricorderemo per parecchio tempo.
    Grazie da Luca e amici di degustazioni.

  19. Egr. Sig. Ziliani, mi piacerebbe conoscere i suoi giudizi sui barolo degustati che, se non erro, non ho visto da nessuna parte. Tanti saluti e complimenti, Piero

    • caro Piero, sono commenti che non farò perché quel giorno ho naturalmente degustato, ma ho soprattutto fatto un po’ il “regista” e coordinatore della giornata passando da tavolo a tavolo per vedere che le cose andassero bene

  20. che peccato me la sono persa… oggi pomeriggio guarderò il servizio televisivo su 7 Gold e intanto mi unisco ad altri post chiedendo quando ne organizzerete un’altra a Modena.

    • stiamo lavorando per voi Robbi, e forse già per maggio organizzeremo un altro importante Banco e uno ne abbiamo in programma prima di fine 2010…. Non sarà il Barolo questa volta il protagonista, comunque altri grandi e importanti vini italiani… Stay in touch!

  21. Pingback: Barolo a Modena | Roberto Scaramelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *