Versa il vino, eccellente Marzimino! Bella degustazione di Marzemino a Trento

Per ora é solo un flash, ma voglio ugualmente trasmettervi la mia grande soddisfazione per una bella esperienza vissuta ieri in quel di Trento dove grazie alla collaborazione degli amici Sabrina Schenk e Paolo Benati della Trentino Spa, l’ente che si occupa di marketing territoriale della provincia di Trento, ho potuto fare una bellissima degustazione. Una delle più interessanti e “rassicuranti” degli ultimi tempi.
Protagonista non un vino mediatico, uno di quelli che si contendono l’attenzione di guide e stampa specializzata, ma uno di quei vini, terragni, autentici, contadini, pensati soprattutto per essere bevuti e abbinati al cibo e non per enologici miracoli mostrare che compongono l’offerta più vera di questa bellissima terra di Bacco. Sto parlando, tenetevi forte, del Trentino Marzemino.
Quaranta i campioni degustati nel suggestivo Palazzo Roccabruna, Casa dei prodotti trentini, di annate varianti dal 2009 al 2008, 2007 e persino 2006, 2005, 2004 e 2003 e grande la felicità per aver ritrovato in questo vino, perfetto sugli abbinamenti a piatti tipici come salsicce (o lucaniche come le chiamano qui), grigliate miste di carne, primi piatti con ragù di carne, uno di quei vini veri, schietti, “quotidiani” se volete, da cui ripartire per ricostruire un’idea del vino meno accademia e “filosofia”, meno parole e più sostanza, più realtà e meno fantasie ed elucubrazioni, di cui tanti consumatori e persino comunicatori del vino come me sentono urgentemente il bisogno.
Alla prossima settimana un racconto più dettagliato sulla degustazione. Per ora, dal comodissimo, ospitale, centralissimo Hotel Garni Aquila d’Oro di Trento, da cui vi scrivo e che vi consiglio caldamente se vi capitasse di dover soggiornare nella città del Concilio (per il pranzo o la cena tappa obbligata alla storica Osteria Le Due Spade), vi dico solo di fidarvi e provare.
Il Trentino Marzemino, ve lo assicuro, merita la vostra attenzione.

0 pensieri su “Versa il vino, eccellente Marzimino! Bella degustazione di Marzemino a Trento

  1. Solo un piccolissimo appunto da pignolino qual sono: l’ “eccellente Marzimino” di mozartiana memoria molto verosimilmente non era quello trentino, bensì quello passito di Refrontolo. E’ vero, infatti, che Mozart trascorse un periodo in Trentino, dove probabilmente conobbe il Marzemino locale, ma il libretto del Don Giovanni fu scritto dal Da Ponte, originario di Ceneda, sobborgo di Vittorio Veneto e quindi proprio nella zona di produzione del nettare di Refrontolo.
    Mi scuso per i “minimalia” e saluto.

    M. de Hades/pignolin-pignoletto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *