Gusto Nudo: vini dei vignaioli “eretici” in degustazione il 24 e 25 a Bologna

Non c’è fine settimana, ormai, che non registri almeno una manifestazione dedicata al vino.
Questa volta, nel “week end” del 25 aprile, con apertura sabato 24, barra dritta per gli appassionati, in particolare per quelli che prediligono i “produttori che hanno scelto un’agricoltura biologica o comunque naturale, che lavorano in armonia con i cicli naturali, senza interventi artificiali né invasivi, nel rispetto dei tempi di raccolta dell’uva e di lavorazione del vino”, (vignaioli che si riconoscono nell’esperienza di Viniveri, oppure in quella di Vin Natur oppure in nessuna delle due) su Bologna.
Qui, presso il vicolo Bolognetti 2 si terrà la nuova edizione, la quarta, di Gusto Nudo.

Con apertura al pubblico, in entrambe le giornate, dalle 15 alle 21, ad ingresso rigorosamente libero. Nella cornice dell’ex convento secentesco di San Leonardo, nel cuore di Bologna, le aziende vitivinicole, vignaioli indipendenti dell’intera Penisola che si riallacciano alla storica esperienza del Critical wine tenuto a battesimo da Luigi Veronelli, daranno vita ad una fiera-mercato (dove sarà possibile acquistare i prodotti degli espositori) in cui, come scrivono gli organizzatori, “i numeri della grande produzione lasciano il campo all’amore e all’attenzione per le specificità del territorio e per la naturalità dei comportamenti produttivi, vini rispettosi della natura in tutti i suoi aspetti: paesaggio, biodiversità, cicli stagionali, nutrimento dei terreni, rifiuto di chimica di sintesi e di manipolazioni genetiche.
In altre parole, vignaioli eretici, che hanno la capacità e il coraggio di sostenere e difendere le proprie convinzioni.
Tra le iniziative che completano la consueta formula del banco d’assaggio, e che fanno parte di un preciso progetto presentato qui, si segnalano, sabato 25 alle 17 una Gara di passiti, degustazione competitiva tra i vini passiti dei vignaioli presenti, con il pubblico presente a rappresentare la giuria, seguita da una introduzione “didattica” ai vini passiti a cura dell’Accademmia della muffa nobile e di Andrea Rubbi.
Domenica 25 alle 17 degustazioni guidate di vino, di sapori, di racconti di vita e di libertà… tre vignaioli si raccontano.
Tutte le informazioni utili per raggiungere la manifestazione, sul sito Internet dedicato.
Qui, invece, l’elenco di tutti i vignaioli presenti alla rassegna.
Per informazioni: 051.84.71.01 335.61.11.599 e-mail e e-mail.

Data la presenza di vignaioli d’indubbio valore quali le Cantine del Castello di Boca, la valtellinese Arpepe, le venete La Biancara, Villa Bellini e Monte Dall’Ora, di Santa Caterina a Sarzana, La Distesa nelle Marche, A’ Vita a Cirò Marina, Pino Ratto e Fattoria Cerreto Libri, per citare solo alcuni dei tanti nomi che saranno a Bologna sabato e domenica, una degustazione sicuramente di grande valore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *