Noi (Inter) in semifinale di Champions League, e voi?

Intanto, “simpaticissimi” fratelli rossoneri e juventini, noi, quelli dell’Inter, 17 scudetti tutti meritati, mai stati in serie B, siamo in semifinale di Champions League, tra le prime quattro squadre d’Europa, pronti a giocarcela, in semifinale, il 21 e 28 aprile, contro la vincente del ritorno di Barcellona – Arsenal.
E voi, invece, che fine avete fatto, che impegni avete per quelle due serate ed, eventualmente, tocchiamo ferro, per la sera del 22 maggio quando al Santiago Bernabeu della splendida Madrid ci si giocherà la conquista della coppa dalle grandi orecchie?
Fate un fischio, fateci sapere, date un segnale di vita, se ne avete ancora la forza…

0 pensieri su “Noi (Inter) in semifinale di Champions League, e voi?

  1. Con te e’ meglio non fare subito l’etilometro, il pillolometro, il riflessometro o il cavolometro che ti venga un acc… come si chiama, vero? Quanti Franciacorta ti sei gia’ scolato? Eh?

  2. Franco, la banalità dei 17 scudetti tutti meritati te la potevi evitare il resto è aria fritta state qui a gioire di una semifinale acciuffata con i capelli in quel di Mosca pensate a vincerla sta benedetta coppa e poi intonate peana ed epinici, la povera provincialità di cui vi state permeando, il livore che traspare dalle vostre parole non si addice a chi pretende superiorità. Vi comportate come quelli che vanno al bar e si appuntano sul petto la propria fedina penale.
    Ti ribadisco, con tutta la serenità possibile, e sai che non ho i paraocchi nè da tifoso nè da politico, che se fossero state applicate le norme previste dal codice di giustizia sportiva avreste dovuto perdere a tavolino tutte le partite in cui avevate schierato gente con il passaporto falso invece per voi ci fu l’indulto.
    Avete uno squadrone,un presidente munifico (anche qui con i soldi di chi ci sarebbe da discutere)basta con sta patente di onestoni, avete fatto onestamente d’acido.

  3. Non molto simpaticissimo non fratello nerazzurro,gli impegni che abbiamo per le serate in questione dovrebbe conoscerli molto bene visto che per 44 interminabili anni sono stati i suoi e quelli dei suoi compari.
    Le ricordo,nel caso in cui lo abbia dimenticato,che se avesse voglia di vederne almeno sette(le coppe dalle grandi orecchie) tutte insieme senza volare in Inghilterrra,a Liverpool e Manchester piuttosto che in Spagna a Madrid,può farsi una bella passeggiata fino in via Turati in quel di Milano.
    La prossima volta ricordi però anche di aggiungere a tutte le sue insulse ritrovate vanterie anche il record di debiti(fonte Il sole 24 ore http://juvemania.it/linter-vince-lo-suceddo-dei-debiti-43155-milioni-di-passivo/ ),bilancio esercizio giugno 2009 qualcosa più di 430 milioni di euro.In quello sicuramente siete i primi indiscussi.

    Tanti saluti,Angelo Morganti.

  4. In quelle due serate berrò qualche Monfortino e Cascina Francia; sa, me ne sono rimasti molti in cantina poichè negli ultimi 15 anni li ho conservati per i momenti di magra, calcisticamente parlando, come quelli attuali per noi rossoneri.

  5. Prima di tutto voglio dire che gli ultimi trentanni di finali ve li siete visti in tv, quindi gioire per una semifinale mi sembra un po’ pochino.
    A parte questo, spero con tutto il cuore che Messi ve ne faccia 4, cosi tornate a casa scornati.

    FORZA BARCELLONA!

  6. …visti i nomi andrebbe bene anche un gemellaggio giallorossoneroazzuro!!!
    Complimenti per la semifinale conquistata (non ricordo il risultato dell’ultima….o forse sì…..).
    Spero in due splendide partite.
    Prosit!

  7. Spero davvero che l’Inter vinca questa coppa, così che si compia fino in fondo la vendetta degli “onesti” e si possa finalmente tornare a parlare di calcio in Italia. Francamente non se ne può più della storiella della presunta supremazia morale di questi perdenti nel DNA che continuano a speculare sulla fine giudiziaria della più forte squadra italiana (anche per presenze di nazionali italiani) degli ultimi anni. Anche perchè se tutto va come deve andare ne sentiremo delle belle da Napoli e non solo…In bocca al lupo agli onesti…E comunque in quelle due sere sarò davanti alla tv a tifare Barcellona più o meno come in passato voi avete tifato per Ajax prima, Borussia Dortmund poi, Real Madrid e persino Milan, non c’è che dire, onesti e sportivi!

  8. Essere contenti di arrivare tra le prime 4 in europa è come dire che la Juventus arrivando 4^ dovrebbe quantomeno fare i caroselli… si vede che non ha molta esperienza in europa perché ricordo che una volta si gioiva dopo la finale.
    Cmq sia, visto che i cugini rossoneri li giudica con eufemismo “eleganti e raffinati” si riveda i suoi post perché a parer mio questo lo è altrettanto!
    PS stia attento che il suo ultimo champagne messo da parte per festeggiare la vittoria in finale temo si sia ossidato

  9. dimenticavo …

    dopo la stagione 2002-2003 in cui abbiamo sconfitto prima una squadra a maglie nerazzurre in semifinale (eravate tra le prime 4 ricorda???) e poi una zebra in Finale, penso che il sogno di ogni MIlanista sia esaurito insieme al 5 maggio……

  10. Pingback: Vino al vino » Blog Archive » Noi (Inter) in semifinale di …

  11. “17 tutti meritati” ahahahahah!!! 2 li hanno rubati alla juve. Uno l’hanno vinto quando la juve era in serie b e il milan a -8 ad inizio classifica.. o meno 16 non ricordo.
    Vergognatevi!!!!

  12. gentile Franco ci stiamo avvicinando a Viniveri ,se fosse presente il venerdi avrei piacere di conoscerla di persona.
    Siamo un gruppo di sei triestini in arrivo con pulmino e autista astemio onde evitare etilometri vari
    saluti Giorgio

  13. Invece io farò un “tiepido” tifo per la squadra nerazzurra, e non solo perché è rimasta l’unica italiana in Europa…
    Quei ragazzi DEVONO concentrarsi sui prossimi impegni in Champions…così potranno rilassarsi meglio in campionato 😉
    Mario Crosta, dài che facciamo il tifo per due squadre insieme…!!!

  14. Paolo Boldrini, molto volentieri! E vincano i migliori. Poi, se non lo sai, vatti a leggere gli altri ultimi post e scoprirai che da ieri sono diventato romanista…

  15. Caro Franco chiedi un fischio da noi “dell’altra squadra di Milano”, ma se permetti, calcisticamente e sportivamente parlando, proporrei invece del fischio, il grandissimo Totò (http://www.youtube.com/watch?v=O4DtwPi4jAA) per celebrare il meritato passaggio al prossimo turno di CL di una squadra italiana ma “italiana” veramente. Spero ci si possa incontrare a Verona (la fatal per noi…)
    Con affetto.

    • Mario, con quale boccia hai “esagerato” ieri sera? Un vero interista come te non può tifare, seppure in aggiunta, anche per la Roma… Io, che oltre che interista sono orgogliosamente milanese, non lo potrei mai, lo escludo in toto…. Sempre forza Inter, anche se venisse schiantata dal più grande giocatore del mondo, Lionel Messi…

  16. A Messi faremo vedere i sorci verdi, non ti preoccupare! I piu’ grandi giocatori del mondo, come Pele’ e Maradona, con l’Inter hanno toppato lo stesso. Noi non lasciamo niente a nessuno. Vinceremo con il Barcellona, vinceremo la Coppa dei Campioni, hurra’ Inter… ma comunque “forza Roma”!

    • taci Mario! i sorci verdi a quel campione li avrebbero potuti far vedere lo “zio” Bergomi, oppure Tarcisio Burgnich, non i difensori, seppur bravi, ma con caratteristiche più offensive, su cui possiamo contare oggi…

  17. Ci siamo caro Franco, ci siamo….
    Avete giocato bene a Mosca (meritavate di vincere 3 a 0) e sono lieto siate in semifinale.
    Da persona sportiva vi auguro il successo e la conquista della coppa: porta sempre lustro ed orgoglio che un’italiana vinca, specie se dimostra bel gioco e superiorità come voi avete.
    Però non dimentichi che noi, l’altra squadra di Milano (quella senza la o finale, è facile da ricordare) siamo abituti ad arrivare al punto dove siete voi senza squilli di tromba, anzi di più: ben 8 finali (con 5 vittorie) negli ultimi 20 anni, mentre voi, se non sbaglio, mancate l’obbiettivo da ben 38 anni…
    Con sportiva simpatia,
    Alessandro

  18. Franco, il gioco di oggi e’ diverso da quello di una volta, quando Burgnich tracciava una linea col piede oltre la quale chi passava… cadeva, o da quello dello “zio” Bergomi che ti portava dove voleva lui e poi o t’involavi o crollavi. Come si chiama quello lì? Messi? Beh, ce ne vuole di fantasia a pensare di fare quel che si vuole con la difesa piu’ forte del campionato italiano, il che vuol dire con la difesa piu’ forte del mondo, lasciaglielo pure pensare, e’ giovane, crescera’ anche lui…
    Ma li hai visti bene quelli del CSKA? No, dico, quegli armadi del CSKA? Gente sui due metri, centoventi chili, io ti spiezzo in due e roba simile? Ma li hai visti bene? E poi sarei io quello che avrebbe bevuto chissa’ quale boccia? La mia paura semmai e’ un’altra, e cioe’ che Mourinho continui a pensare di essere portoghese e contro gli spagnoli si adatti alla loro tattica, alla loro mentalita’, a quello che passa nel sangue a queste anime calienti del “fado” e del giocare come trottole in campo senza un attimo di respiro. Deve sentirsi milanese, come te, non come me (che son bustocco), come fece il mago pur provenendo da quelle parti. Da adesso il compito piu’ importante non ce l’ha lui, ma ce l’hanno gli psicologi della Pinetina. Vedrai che ce la faranno, Franco. Se lasciamo alla Roma per una volta portarsi a casa quello che ormai noi ne abbiamo le tasche piene (e lo meriterebbe, perche’ la Roma non ha mai rubato niente, anzi e’ stata depredata qualche volta nei campionati vinti dall’avvocato), possiamo vincere il Barcellona e la Coppa senza problemi. Messi o no. Non abbiamo mai temuto Di Stefano, Puskas, Eusebio, Pele’, Maradona, che vuoi che sia ‘sto ragazzo. Gli auguro ogni bene, ma l’Inter e’ un altro pianeta. Peccato che non lo si possa chiamare “calcio italiano”, del resto finalmente e’ Internazionale di nome e di fatto.

  19. Solo una piccola risposta al mio quasi omonimo “Angelo”: e così saremmo noi interisti a doverci vergognare perchè abbiamo vinto degli scudetti quando altri erano in B o partivano da -8 per aver rubato?? Questo è veramente uno strano paese…
    Angelo Cantù

  20. HAHAHAHAHAHA MARIO CROSTA CHE SIMPATICO UMORISTA!!!!!!!!!!!!!!
    “non lasciamo niente a nessuno”, l’Inter è di un altro pianeta” Messi definito “sto ragazzo”; HAHAHAHAHAHAHAHAH
    pigiamino mutande ed interno occhi foderati di nerazzurro.

    quelli là hanno appena vinto il triplete in spagna, la supercoppa europea e la coppa intercontinentale, HAHAHAHAHAHAHA meritate di passare il turno e perdere la finale con gol in fuorigioco al 90° per tanta presunzione!

    • Beniamino, da parte mia nessuna presunzione, io dico, e non solo per scaramanzia, che con il Barça sarà durissima e che non so come si possa fermare Messi se non chiudendolo negli spogliatoi… Però la palla é rotonda, chissà…

  21. Basta fare quel che fece Don Helenio, il mago, cioe’ Herrera, che prima della partita con il Real Madrid a Vienna diede ad ogni giocatore della difesa la fotografia dell’uomo da marcare, senza dirgli chi era. A Tagnin capito’ Di Stefano. Dopo aver vinto 3 a 1 la Coppa, intervistarono Tagnin che aveva marcato superbamente quel mitico campione. E Tagnin disse che lui mica lo sapeva chi era, senno’ sarebbe stato anche un po’ meno duro nei tackles. Aveva solo visto la foto, per fortuna, senza sapere chi era, senno’ addio anche a quella prima Coppa…
    Beniamino, guarda che ci vengo davvero a Gravina, eh?

  22. Franco, in effetti, le mie sardoniche risate erano per Mario Crosta lo so che tu hai i piedi per terra.

    Vieni Mario una bottiglia di buon vino rosso…..nero x te ci sarà sempre.

    Vedi che ho ragione i vostri ultimi ricordi felici risalgono al Mago, non proprio ieri e Franco che viene a sfotterci chiedendoci se abbiamo ancora fiato, siamo in difficoltà grazie al Berlusca che ha stretto i cordoni ma per arrivare ai vostri livelli dovremo aspettare fino al 2040 senza vincere nulla.

  23. Il mio ultimo ricordo felice invece e’ un altro e piuttosto recente. Ero a Scanzo, Franco era venuto pure a trovarmi, e c’era la semifinale di Coppa indovina con chi? INTER-MILAN o MILAN-INTER. Una cosa formidabile, due derby milanesi in semifinale europea. E che bella festa che e’ stata! Indipendentemente dai risultati, furono due pareggi, festeggiammo lo stesso tutti al bar, sia interisti che milanisti. Poi passo’ la squadra che si vedeva considerato di valore doppio il proprio gol, perche’ ufficialmente in trasferta. Galliani, anche se molto felice di aver passato il turno, lo disse subito, da vero signore qual e’ sempre stato (e non temo di ripeterlo: “sempre”, anche quando diversi dei suoi stessi tifosi ne ebbero il dubbio e lui ci soffrì un casino), che era soltanto una questione di fortuna nell’assegnazione sulla carta della “trasferta” e basta. A carte invertite sarebbe passata l’Inter. E mi ricordo, allora, di aver chiamato mia sorella, che proprio grazie a Galliani vive (fu operata e salvata in una clinica dove Galliani s’interesso’ per farla ricoverare) e di averle detto che anche se l’Inter non era passata ero contento lo stesso. Quando morì mio cognato venne il Milan a mettere la bandiera sulla sua bara, con due giocatori e parlai con il general manager, ma da tifoso orgogliosamente interista, facendogli pero’ i complimenti per la bella squadra che avevano loro, e ci stringemmo la mano. Noi siamo sempre dei signori, riconosciamo i meriti, pero’ ci piace sfottere, che ci vuoi fare? Quindi, Beniamino, non e’ che puoi “lisciare” Franco e prendere per i fondelli me e credi di cavartela così, con un niente! Vengo prima del 2040, promesso, ti bevo il rosso…nero, ma ti ripeto che tu hai uno dei bianchi migliori d’Italia, una cosa favolosa, una cosa incredibile, non so quanti se ne siano ancora resi conto, anche se tieni purtroppo per l’altra squadra di Milano, quella che ce l’ho sulla punta della lingua (davvero, non scherzo) e adesso non riesce pero’ a venirmi in mente il nome… non mi viene in mente piu’, quindi non sara’ poi di quelle tanto importanti senno’ me ne ricorderei…
    Hurrà Inter. E forza Roma!
    Pensa che bello se ci fosse una finale di campionato del genere! Ma e’ meglio che vinca la Roma, così ci godiamo un’altra volta la ferillona…

  24. Finalmente abbiamo potuto mettere la freccia…et voilà!!! 🙂
    Franco, ora non mi aspetto di certo un post dedicato a questo evento, ma un piccolo complimento a questa Roma è “sportivamente parlando” doveroso…
    Poi magari posso anche dire: forza Inter…in Champions
    e forza Roma…in campionato!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *