Vini della Valle d’Aosta in degustazione a Como (27 aprile)

Piccole realtà valdostane crescono, quasi sempre aderenti all’associazione dei Viticulteurs Encaveurs che raggruppa piccoli vignaioli che operano in Vallée.
Come avranno notato i lettori di questo blog ho già dedicato ultimamente svariati articoli ai vini della Valle d’Aosta (leggete qui, qui, qui, qui e ancora qui) e di recente ne ho parlato anche sul sito Internet dell’A.I.S.
Una qualità, quella dei vini di montagna della Vallée d’Aoste, vini dotati di un’inconfondibile, inimitabile fragranza aromatica, di una naturale freschezza, di con un corredo acido importante e di una rara capacità di esaltare i cibi su cui vengono abbinati, che mi sta conquistando sempre di più, tanto che a fine mese prevedo di passare un paio di giorni per visite a cantine e vigneti.
Ma per portarmi avanti e soprattutto per trasmettere il “messaggio” della bio-diversità e della crescente complessità e qualità diffusa dei vini di questa splendida vallata, abbiamo pensato, con i carissimi amici della delegazione A.I.S. di Como, Giorgio Rinaldi, Franco Graziosi, Giancarlo Botta e tutti gli altri che rendono questa una delle più attive delegazioni A.I.S. italiane, di organizzare una serata, bella occasione d’assaggio e di conoscenza di questa viticultura davvero “eroica”, martedì 27 aprile nella consueta elegantissima cornice del Grand Hotel di Como.

Quella sera degusteremo otto vini di vignerons valdostani aderenti all’associazione dei Viticulteurs Encaveurs vini prodotti da aziende i cui vini non è facile trovare al di fuori della zona di produzione, vini sia espressione di vitigni autoctoni sia di vitigni che si sono lungamente acclimatati in valle e grazie ai particolari terroir, alle esposizioni, alle altezze, all’origine geologica dei terreni, a quel clima di montagna grazie al quale è notorio che “il gusto ci guadagna”, esprimono vini di grande personalità.
Il 27 aprile cominceremo con lo Chardonnay 2008 di Anselmet, per proseguire con la Petite Arvine 2009 D & D.
Dai bianchi ai rossi, con il Gamay 2008 di La Source, il Cornalin 2008 di Grosjean, il Torrette 2008 Feudi di San Maurizio, ed il Pinot noir 2008 de L’Atoueyo.
Gran finale, con i rossi importanti, con il Syrah Coteau de la Tour 2007 Les Crêtes di Costantino Charrère e con il Fumin Vigne Rovettaz 2007 ancora di Grosjean.
Secondo me, se vivete tra Canton Ticino, comasco, Brianza e Milano ascoltate il suggerimento, è un appuntamento da non perdere !

0 pensieri su “Vini della Valle d’Aosta in degustazione a Como (27 aprile)

  1. Vedro’ di non mancare…

    ………
    ………

    Sono andato a verificare la data del ritorno di champions, .. giochiamo il 28, meno male, altrimenti non ci sarei stato ( e forse anche tu non avresti degustato tranquillamente eh!!)

    ciao
    Andrea Terraneo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *