In UK tornano ad acquistare Champagne. Forse per dimenticare la disfatta nella Champions League?

Incredibili questi inglesi!
Forse sarà l’effetto delle elezioni politiche in programma domani, 6 maggio, forse il probabile, annunciato, cambio di governo, dai laburisti ai conservatori (o ai liberaldemocratici), ma, incredibilmente, in Inghilterra, il più importante importatore e consumatore di Champagne, dopo il 2009 horribilis che ha visto le vendite delle preziose bollicine calare del 15%, con i 30,50 milioni di bottiglie importate (la stessa quantità di Stati Uniti, Germania e Belgio messi assieme) inferiori di 10 milioni di pezzi alla quota record toccata nel 2007, e allo stesso livello raggiunto dall’importazione di Champagne nel 2002, si assiste ad un lento recupero degli storici méthode champenoise francesi.
Come riferisce il sito Internet Andover Advertiserleggete qui – rispetto allo stesso periodo del 2009 le vendite di Champagne sono salite del 10,7% in valore e del 14,6% in volume.
Secondo il managing director di una grande catena come Oddbins, “Things are much more upbeat. We are starting to see people come in and ask for Dom Perignon and Krug. There’s a much more positive mood.”. Ovvero, “le cose vanno meglio e c’è più ottimismo, si respira un clima più positivo e si rivedono persone che vengono a chiedere Dom Perignon e Krug”.

Domanda: ma le persone che sono tornate ad acquistare cuvée de prestige sono forse tifosi di squadre come Chelsea, Manchester United, oppure Liverpool o Arsenal che fanno scorta di bottiglie per poter brindare alla vittoria della loro squadra dopo la finale della Champions League del prossimo 22 maggio?
Contrordine: mi dicono che nessuna squadra inglese sarà a Madrid e che a contendersi la coppa dalle grandi orecchie saranno una squadra tedesca, il Bayern di Monaco e una squadra italiana, anzi internazionale, l’Inter di Milano.
Ora mi spiego: forse gli inglesi sono tornati a comprare e stappare Champagne per dimenticare… Per scordare l’onta subita ci vogliono bollicine nobili vere, mica un banale Cava o, peggio ancora, un risparmioso Prosecco…

0 pensieri su “In UK tornano ad acquistare Champagne. Forse per dimenticare la disfatta nella Champions League?

  1. Sulle questioni sportive, sui cui preferisco non esprimermi (non e’ l’anno giusto, a meno che non parlino le carte bollate).
    Invece sullo Champagne va detto che lo scorso anno le vendite sono state veramente depresse nel primo trimestre (attenzione, sto parlando di tre mesi, non di anno). Faccio un esempio: Laurent Perrier -33%, il trimestre peggiore come calo %.
    Da ultimo, essendo i primi mesi dell’anno i piu’ scarichi come volumi, fare variazioni sensazionali di fatturato e’ piuttosto semplice… basta spostare qualche spedizione…

    A presto

    Marco Baccaglio

  2. Ma sbaglio o il grafico riporta un report fino al 2008? se così è non credo allora riguardi la disfatta in Champions dato che loro c’erano e come… 🙂

  3. Pingback: In UK tornano ad acquistare Champagne. Forse per dimenticare la disfatta nella Champions League? | Trentinoweb

  4. Immagino che il collegamento calcistico sia una goliardata.
    invece buon segno che lo Champagne torni a vendere. Primi tangibili segnali della ripresa. In un paese extra eurozone purtroppo, ma e’ inizio che fa ben sperare anche per l’area euro.
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *