Ma chi ci guadagna tra Wine Advocate e Wine Enthusiast nel doppio reclutamento Larner – O’Keefe?

15 risposte

  1. Paolo Bernardi
    30 aprile 2013

    Caro Franco.
    Wine Enthusiast abbia fatto un ottimo acquisto.
    Speriamo anche che se lo possa permettere.

  2. Michele
    30 aprile 2013

    Intanto mi sembra un po’ fuori luogo e di dubbio gusto parlare dell’aspetto fisico di una persona quando si dovrebbe parlare della sua professionalità negli assaggi.
    Inoltre, Monica Larner ha degustato moltissimi vini per Wine Enthusiast negli anni in cui ci ha lavorato, ed è sicuramente una esperta di vini italiani, anche solo per l’esperienza che ha maturato in questo modo.
    Kerin O’Keefe ha scritto un libro su Biondi Santi e questo le ha aperto le porte del mondo del vino. Secondo una recente intervista, si è allenata a degustare grazie alla cantina del suocero ricca di vecchie annate.
    Forse tra le due c’è un bel po’ di differenza come esperienze di degustazione.
    Poi non capisco molto a cosa si riferisce quando parla di Ian D’Agata come personaggio incongruo. È conosciuto e stimato come grande esperto di vini ed il suo curriculum parla chiaro.

    • franco ziliani
      30 aprile 2013

      grazie per il dubbio gusto.
      Se lei pensa che Monica Larner sia una wine writer più importante di Kerin O’Keefe rispetto il suo punto di vista, ma i fatti parlano e pesano decisamente a favore di Kerin.

      • Michele
        30 aprile 2013

        Ah si? Non mi risulta una rivista per la quale abbia scritto in modo continuativo se non da free lance o una sua selezione di degustazioni.
        Non mi ha risposto riguardo a D’Agata

      • franco ziliani
        30 aprile 2013

        a mio modesto parere il lavoro svolto da free lance da Kerin O’Keefe per le riviste da me citate, ovvero The Wine News, Decanter e The World of Fine Wine pesa molto di più del lavoro fatto come editor per Wine Enthusiast da Monica Larner.
        Quanto al signore che lei cita l’ho definito “incongruo” perché credo non sarebbe stato adatto, quindi congruo, all’incarico che gli sarebbe, nel caso, stato affidato.
        Non ho altro da aggiungere.

      • Giancarlob
        1 maggio 2013

        Franco, io uso l’ espressione “inadeguato al ruolo” anziché incongruo: è più diretta …..

      • franco ziliani
        1 maggio 2013

        hai ragione Giancarlo, volevo dire inadeguato al ruolo.

  3. Giovanni
    30 aprile 2013

    Ma non è che stiamo sottovalutando Wine Enthusiast?
    Scorrendo la pagina “Meet the editors” vedo molte facce giovani, oltre al veterano Roger Voss. Non è che la chiave di lettura stia nella maggiore capacità di capire da parte di WE l’evoluzione dei gusti dei consumatori americani piu’ giovani, rispetto a WA che, dopo l’uscita tumultuosa di Galloni, vuole rifocalizzarsi su degustatori “allineati” al gusto di Parker?
    Nelle ultime visite che ho fatto nelle Langhe ho chiaccherato con molti turisti americani sotto ai 40 che non mi sembravano affatto avere l’anello al naso in termini di gusti enoici.

    • franco ziliani
      30 aprile 2013

      io faccio una gran fatica a prendere sul serio una rivista che pochi anni fa ha premiato come miglior produttore europeo, ho detto EUROPEO, Mezzacorona.
      Auguro buon lavoro e tanta fortuna alla mia cara amica Kerin…

  4. silvana
    1 maggio 2013

    Leggo che conosci la signora O’Keefe; mi chiedo se è parente della O’Keefe pittrice (Georgia, longeva, fascinosa e geniale).
    (Ma concordo con chi esecra i commenti sull’aspetto fisico delle due signore in questione – vedi Brunetta – . Ma sei incorreggibile: da questo, ma per fortuna anche da altri più condivisi punti di vista.).
    Buon 1° maggio.

    • franco ziliani
      1 maggio 2013

      Silvana che fai, mi mostri il cartellino giallo in attesa di farmi mostrare quello rosso dalla compagna buonista Boldrini?
      L’aspetto fisico delle due colleghe wine writer c’entra poco nel mio ragionamento, Kerin stravince in base al proprio lavoro, a mio avviso nettamente più autorevole di quello della connazionale. Ma poi, conoscendole di persona entrambe e paragonando il loro appeal, non ce l’ho fatta proprio a maramaldeggiare e fare la mia battutaccia maschilista… :)

      • silvana
        1 maggio 2013

        … e a me non è parso vero sbacchettarti sulle dita (però chiedile davvero se è parente; collaterale perché la Georgia non ha avuto figli)

      • franco ziliani
        1 maggio 2013

        chiederò

Rispondi

 

 

 

Heads up! Stai cercando di salvare un'immagine non valida. Se la salvi non verrà visualizzata nel commento.

Torna su
cellulare pc desktop