Ritorno a Nebbiolo Prima: 12-16 maggio

FOR THE ENGLISH VERSION CLICK HERE

Lo scorso anno, di questi giorni, diciamo che non ero proprio nella migliore e più invidiabili delle condizioni. Non avevo ancora elaborato un certo “lutto”, e mi sentivo, anzi direi piuttosto che determinati stronzi mi facevano sentire, quasi finito.
Così quando mi presentai ai nastri di partenza del mio eno-appuntamento preferito dell’anno, la degustazione delle nuove annate di Barbaresco, Roero e Nebbiolo nata come Alba Wines Exhibition e poi diventata Nebbiolo Prima, sapevo già che non ce l’avrei fatta a resistere, che non mi sentivo a posto e dopo un paio di giorni sono tornato a casa a leccarmi le ferite.
Poi, perché finito non ero e non volevo proprio rassegnarmi ad esserlo e perché la vita ha delle risorse che non ti aspetteresti mai e al tuo fianco ti trovi persone straordinarie, che non finirò mai di ringraziare, che ti spingono a reagire, le cose sono cambiate e al grido di “chi non muore si rivede e poiché non ho intenzione di morire dovete rassegnarvi a vedermi ancora chissà per quanto”, mi sono rimesso insieme.
Ho finalmente elaborato il “lutto”, ho voltato pagina e sono tornato ad essere bellicoso e rompiballe come non mai.
E così, dopo gli ultimi sei mesi che ho vissuto nuovamente all’attacco e senza alcun tipo di rimpianto, quest’anno posso finalmente ripresentarmi, con lo spirito giusto e le energie necessarie, e l’entusiasmo di un tempo, alla grande maratona, perché assaggiare 60 o più vini al giorni è una sorta di maratona, di Nebbiolo Prima 2013.
Per cinque intensi giorni vivrò, in compagnia di vecchi amici e colleghi che riabbraccerò con gioia in questa occasione, nel segno esclusivo del Re dei vitigni nobili con il dovuto rispetto per tutti gli altri, Monsù Nebbiolo.
In programma abbiamo gli assaggi meditati, una degustazione che si svolge nella migliore delle condizioni, altro che a Montalcino!, di non so quanti campioni di Roero 2010 e riserva 2009, Barbaresco 2010 e riserva 2008 e Barolo 2009. E poi, per non farci mancare proprio nulla, visite pomeridiane ad aziende con assaggi annessi, percorsi, tempo permettendo, nei vigneti, e cene. Durante le quali, come è noto, non si pasteggia di certo a Lurisia, anche se ad Oscar Farinetti piacerebbe.
Saranno giorni intensi, gajardi direbbe un amico (incredibile ma vero ne ho) romano, spesi cercando una volta di più, come faccio da una vita e come continuerò a fare, campassi cent’anni, di penetrare l’insondabile mistero della grandezza di un’uva suprema. Che qui nella sacra terra di Langa ha trovato il suo habitat ideale. La sua heimat

______________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog
http://www.lemillebolleblog.it/

5 pensieri su “Ritorno a Nebbiolo Prima: 12-16 maggio

  1. Tu sai che saremo in molti ad aspettarti a braccia aperte, anche se sempre timorosi dei tuoi salaci commenti! Ma ti vogliamo bene così come sei ….

  2. Come mai quella ‘gomitatina’ a Montaolcino? Credevo che il lieto borgo ridente ti fosse caro…., invece parrebbe di no.
    Bisogna saperli capire i toscani in generale, e gli ilcinesi in particolare: non sono così male come essi vorrebbero apparire, anzi ce ne sono di fantastici.
    Ogni tanto “fanno la faccia feroce”, oppure paiono arroccati nelle loro mura ‘mentali’, ma non bisogna prendersela. Sì, è vero, sono parecchio orgogliosi e talvolta pare che ‘se la tirino’ un po’ troppo, ma qualche ragione d’orgoglio ce l’hanno pure… Eppoi anche i nostri amici piemunteis sono dei bei tipi, certo, anche loro…. Sì, nell’itala gente, a ben guardare, ce n’è per tutti. Me lo hai fatto venire in mente, con questo tuo riassunto di un anno di sofferta elaborazione del tuo privatissimo lutto; perché anche tu sei un bel tipino, che pare se la goda a apparire ciò che non è.
    No, non sono stata colta da buonismo senile, è solo che quella gomitatina mi ha spremuto ‘sta riflessione. Quanto siamo – saremmo – ricchi e fortunati, se fossimo meno fessi. Ciao. Manda notizie dell’ottimo vino di lì!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Occhio! Stai cercando di salvare un'immagine non valida. Se la salvi non verrà visualizzata nel commento