Twitter vendemmia in Oltrepò Pavese Un’idea simpatica del Consorzio tutela vini

Twittavendemmia

Simpatica iniziativa del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese

Ormai il rito della vendemmia viene celebrato anche attraverso i social network e con l’ausilio delle nuove tecnologie che rendono più semplici e simpatiche, anche se poi rischiamo di diventarne in qualche modo “schiavi”, le nostre vite. Parlo di quei telefoni di nuova generazione con i quali siamo sempre collegati al mondo che sono gli smartphone, oltre che quella specie di evoluzione del computer portatile che è il tablet, attraverso i quali scattiamo foto e giriamo filmati e li postiamo, questo il verbo che impazza, sui vari Twitter, Facebook, Instagram e cose varie.
Ecco, in dettaglio, l’iniziativa del Consorzio oltrepadano attraverso le parole di chi l’ha ideata: “tra i filari oltrepadani la vendemmia si farà anche con smartphone e tablet. Il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese lancia “Twitt@ la vendemmi@!”, un’iniziativa dedicata a chi ama l’Oltrepò Pavese della vite e del vino ma anche a chi contribuisce con il proprio lavoro tra i filari a renderlo un “terroir” unico per la Lombardia e l’Italia della grande enologia di qualità.
Gli autori dei 3 migliori tweet fotografici postati entro il 20 ottobre 2013 con gli hashtag #vendemmia #oltrepo , valutati da una giuria interna al Consorzio, riceveranno in omaggio una magnum di Cruasé. I nomi dei vincitori saranno pubblicati on line e su tutti i canali mediatici consortili. Per informazioni è possibile scrivere all’indirizzo email info@vinoltrepo.it oppure all’account Twitter @vinoltrepo”.
Se volete partecipare anche voi, via di corsa tra i vigneti a cogliere immagini e diffondere piccoli twitt-reportage!

______________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog
http://www.lemillebolleblog.it/

10 pensieri su “Twitter vendemmia in Oltrepò Pavese Un’idea simpatica del Consorzio tutela vini

  1. Fresco, simpatico e coinvolgente. Lontano dai toni pomposi da portaborse, in cui capita di inciampare nella presunta comunicazione dei vini, dove si lanciano azioni che tanto non coinvolgono la gente – che troppo spesso del vino (buono) non sa niente – azioni che non danno informazioni sul vino, né accendono interesse per la terra (a cui tutti dovremmo stare più vicino).
    Questo modo, poco impegnativo, fa venire voglia di andare lì e “conoscere”.
    Viva. Speriamo che tante idee fresche e coinvolgenti ci contagino tutti, rompendo gli schemi obsoleti e arieggiando le stanze del vino….

  2. Che bello e simpatico il Consorzio dell’Oltrepò Pavese. Mi avvalgo di questa simpatica e gioiosa atmosfera per chiedere alla superiore gerarchia dei Sig.ri del Consorzio di Broni per chiedere: Come mai quando il Consorzio è diventato da Volontario a Tutela non ha avvisato i suoi consorziati con lettera raccomandata, come previsto dalla legge, per aderire o meno, mentre invece si sono ritrovati tutti iscritti solo e semplicemente perché conferivano le uve?
    Tra quei simpaticissimi di quel simpatico Consorzio, c’è qualcuno che mi può dare una simpatica spiegazione?

  3. @ Damiano,non Le sembra di chiedere un pò troppo ad un Consorzio,siamo
    in Oltrepò, da non confondere, con il Trentino / l’Alto Adige o la Valle d’Aosta.
    Noi Lombardi siamo bravi nell’ improvvisare, La prego non ci chieda di più.

    • Be’ i lombardi sono piuttosto bravi a organizzare, di solito. E comunque questa è un’iniziativa che tiene conto dei tempi, e coinvolge nella vendemmia. Poi quel consorzio potrà anche avere le sue magagne – e chi non ce le ha?! – ma dà un’impressione di dinamismo…

      • un dinamismo spesso disordinato e pasticcione, come ho più avuto modo di rilevare sia qui che su Lemillebolleblog, anche se in questo caso ha azzeccato un’iniziativa simpatica. Alla quale augurare buona fortuna

  4. Cara sig.ra Silvana, ho da sempre condiviso pienamente il suo pensiero, e
    lo sono pure in questo caso, forse ho fatto un esempio poco calzante, ma
    un territorio con due vitigni di grande lignaggio e particolare prestigio come
    Riesling ( Renano ) e Pinot nero; dai risultati non possiamo certo dire che
    siamo bravi, un po più di organizzazione, ma sopratutto serietà ci farebbe
    certamente solo del bene, un esempio lampante il ” Cruasè ” bella l’idea
    indovinato il nome, ma serietà Km.zero, questo il mio pensiero, anche se
    non ne gioisco, sempre carrozza siamo e mai motrice, un vero peccato.

  5. vecchio lo sono, anche se sempre non mi sento,ma caro e datato Tuo amico,
    mi fa solo piacere, mi onora e mi onoro della Tua vecchia amicizia.
    Credimi, ma poi lo sai meglio di me, che non sono stato ne critico ne severo,
    perchè si potrebbe aggiungere molto altro, ma è solo lo specchio della realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *