Garantito…da me! Maremma Toscana bianco Auramaris 2009 Val di Toro

Quante belle sorprese mi stanno arrivando, da aziende che non conoscevo, che producono proprio i vini che stavo aspettando, in questo bel finale di 2013! Tanti rosati, di cui sto puntigliosamente scrivendo nella mia rubrica settimanale sul Cucchiaio d’argento, ma anche tanti bianchi, provenienti da zone classiche di produzione, ma anche da aree che normalmente siamo abituati a declinare in rosso.

E’ la Toscana, una particolare zona della Toscana, a sorprendermi. Sto parlando della Maremma, del grossetano, ma anche di quello scorcio della provincia di Pisa che guarda verso Grosseto (con un’azienda di cui scriverò presto), e di piccole realtà produttive che cercano di andare oltre alla solita, noiosissima, prevedibile e un po’ pallosa soluzione, palla avanti e vitigni bordolesi a go gò.

Voglio suggerirvi oggi, l’ho già fatto venerdì scorso, parlando del loro ottimo rosato base Sangiovese, di concentrare l’attenzione su un’azienda che ho scoperto grazie all’amico e collega ligure Salvatore Marchese, nativo di Castelnuovo Magra, patria del Colli di Luni Vermentino, azienda che non produce il rosato che ho “cucchiaiato”, ma anche un Sangiovese in purezza denominato Reviresco e un Igt Maremma Sangiovese e Montepulciano (niente vitigni bordolesi, che Bacco vi benedica!) denominato Val di Toro.
ValditoroAuramaris

La grande sorpresa che Val di Toro, questo il nome del produttore, mi ha regalato è stata un ottimo bianco, Auramaris, dalla composizione particolarissima: Vermentino per l’85% con un saldo di 15% nientemeno che di Grechetto, di cui ho bevuto un 2009 da standing ovation.

Devo dire che questo 2013 sul fronte del Vermentino, un vitigno che io e la mia Lei amiamo moltissimo (e che non sempre troviamo onorato a dovere in luoghi di sicura vocazione, dove molti produttori scelgono la via comoda dei vini superfruttati, ricchi di alcol, rotondi, invece di quella della sapida mineralità) è stato un annus memorabilis, visto che dopo avermi fatto conoscere l’eccellente Pagliatura della Fattoria di Magliano, mi ha fatto imbattere in questo Auramaris della Val Di Toro.

Un podere che si trova vicino Grosseto nella Maremma Toscana, sulla sommità di Poggio La Mozza, a circa 90 metri sul livello del mare. Un’area che beneficia di un ottimo microclima favorito da forti venti e buone escursioni termiche, con terreni che deriva da disgregazione di roccia arenaria con un ottimo scheletro, conta su vigneti giovani, impiantati nel 2004 da Anna Maria Cruciata e Hugh Constable Maxwell, che sono seguiti (per me un’assoluta garanzia di serietà e competenza) dal grande enologo Maurizio Castelli “con il quale condividono la spiccata sensibilità verso l’ambiente e l’impiego di pratiche vitivinicole della più alta qualità”.

Vigneti, dieci ettari dei 25 totali disponibli, selezionati scegliendo i migliori terreni e la migliore esposizione a Sud, Sud Ovest, con una densità per ettaro di circa 6000 viti allevati a guyot e cordone speronato.

Buona l’annata più recente dell’Auramaris, ma acciperbaccolina che buono, e che integrità e grinta il 2009, prima annata di produzione. Non so chi abbia avuto la brillante idea di integrare la mineralità ed il nerbo acido del Vermentino con la fruttuosità ed il corpo caldo del Grechetto, ma questa cuvée di uve con storie diverse nell’Auramaris funziona alla grande!
AuramarisValditoro

Colore paglierino brillante con riflessi verdolini, naso salato, minerale, molto fine ed elegante, tutto giocato su note di fiori bianchi, agrumi, pietra focaia, mandorla. Miracoloso per freschezza, energia, con un attacco scattante e incisivo, salato e ricco di sapore, un nerbo acido bellissimo l’assaggio in bocca, con un vino che si allarga progressivamente sul palato e gioca contemporaneamente in verticalità, con un alcol ben calibrato nonostante i 14 gradi, una perfetta armonia di tutte le componenti.

Un vino dal gusto lunghissimo, da gustare a tavola, sorso dopo sorso, abbinandolo a preparazioni a base di pesce e perché no?, a carni bianche. Un vino di grande carattere, che ho inserito d’imperio nel novero dei miei (dei nostri) Vermentino del cuore…  Così è la Maremma del vino che mi piace!

Podere Val di Toro
Strada delle Campore 18 Poggio La Mozza
58100 Grosseto
Tel. 0564409600 – 335240557
Email valditoro@valditoro.it
Sito Internet http://www.valditoro.it/it/home.html

______________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog
http://www.lemillebolleblog.it/

Un pensiero su “Garantito…da me! Maremma Toscana bianco Auramaris 2009 Val di Toro

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>