Vino al vino: visite e pagine lette in crescita nel 2013

Vinoalvino-immagine

Ma anche Lemillebolleblog va benone

Torno con grande piacere ad aggiornare i lettori di questo blog su come vadano le cose dal punto di vista della frequentazione e dell’uso, da parte vostra, di Vino al vino. Così oggi, anche senza entrare, per motivi che ognuno di voi sicuramente capirà, nel dettaglio dei numeri esatti, mi piace dirvi che a fine ottobre 2013 le statistiche (Google Analytics) dicono (e mancano ancora due mesi da qui alla fine dell’anno) che sia come visite, sia come visitatori unici, sia come pagine viste ho già raggiunto e superato i dati complessivi di fine 2012.

Le statistiche dicono che l’incremento delle visite, confronto tra dati complessivi 2012 e dati 2013 a fine ottobre, è del 15%, e del 22 per cento l’incremento sia dei visitatori unici che delle pagine viste.

Visto che si parla (a vanvera) e si scrive (a sproposito) della crisi dei blog (ma i miei numeri parlano di una percentuale del 43% di nuove visite) ci tenevo ad evidenziare questi dati incoraggianti e sicuramente in controtendenza…

Lemillebolleblog-layout

E Lemillebolleblog?
Anche l’andamento di questo blog specializzato, l’unico interamente dedicato al mondo delle “bollicine”, soprattutto metodo classico, in Italia, è eccellente. Nel caso del blog bollicinaro, nato nel novembre di tre anni orsono, voglio fornirvi, facendo un parallelo con i dati riferiti al mese di ottobre, alcuni riscontri.
Partiamo dalle visite, con un incremento del 32%, a ottobre 2013, rispetto a 12 mesi orsono, e del 101% rispetto all’ottobre 2011.
I visitatori unici, dati di ottobre 2013, crescono del 39,36% rispetto al 2012 e del 135% rispetto all’ottobre 2011.
Infine le pagine viste: più 39,63% rispetto a quelle dell’ottobre 2012 e dell’84,91% rispetto all’ottobre 2011.
ok

Mica male, no?

______________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog
http://www.lemillebolleblog.it/

23 pensieri su “Vino al vino: visite e pagine lette in crescita nel 2013

  1. complimenti Ziliani ma chi ci dice che i numeri che lei dà siano veri e che non siano invece frottole messe lì’ ad arte per far credere che qualcuno la segue ancora?

  2. il bastian contrario al suo meglio per la serie ce la cantiamo e ce la suoniamo e ci diciamo quanto siamo bravi!
    Fuori i numeri autentici, non fumose percentuali se ha coraggio e consenta a qualcuno di noi lettori di verificare che siano veri e non immaginari
    Se poi, nel caso assurdo fossero veri, dovrebbe ringraziare le tante persone su cui lei quotidianamente getta fango, perché il suo unico modo di farsi leggere è creare casi che inducano le persone comunque a leggerla per vedere fino a che punto è arrivato

    • ma in che mondo vive lei Vito per pensare che ci sia qualche responsabile di blog o siti Internet che non solo renda pubbliche le statistiche di visita ma che addirittura consenta ad un estraneo di fare quella verifica?
      E perché mai poi dovrei consentire a lei o chissà chi di controllare dati che sono di mio patrimonio esclusivo e che costituiscono un elemento importante che nessuno si sognerebbe mai di comunicare?
      Ma chi é lei? Un epigono del KGB o un funzionario dell’Agenzia delle Entrate? O solo un “simpatico” provocatore?

  3. Come stupirsi di questi risultati? Lo sanno tutti che ottobre è un mese particolarmente favorevole, visto che è un mese di-vino… :)

    • ringrazio la mia gentile ex consorte per continuare a seguirmi e per questo simpatico commento.
      Del resto lei l’ha sempre saputo, battuta per battuta ora ne faccio una anch’io, che scrivo… divinamente… :)

  4. sono un produttore di vino e seguo Ziliani fin dai tempi di Wine Report.
    Non ho motivo di dubitare che i numeri che lui fornisce siano veri. Di una cosa sono sicuro e preferisco dirlo servendomi dell’anonimato: i giudizi di questo blog e del suo autore sono tenuti in gran considerazione da molti produttori e temuti. Questo spiega perché alcuni produttori preferiscano non presentare i propri vini alle degustazioni alla cieca che Ziliani fa. Un giudizio favorevole dà credibilità presso una certa fascia di lettori una stroncatura ancora peggio.
    Nonostante sparare a zero contro di lui sia uno sport diffuso in certi ambienti – Ziliani si è fatto molti nemici in anni di attività – credo che blog come questo e come Lemillebolleblog siano una boccata di aria fresca, un pensare diverso e controcorrente, in un giornalismo del vino conformista e sempre uguale.
    E soprattutto prono nei confronti del potente di turno

    • ringrazio lo sconosciuto produttore (che magari potrebbe essere uno di quelli di cui mi é capitato di scrivere male… vedo che su Twitter anche aziende che non amo riprendono e rilanciano miei tweet, forse afflitti da una forma di masochismo) per queste belle parole che mi hanno fatto arrossire…
      E ringrazio anche Giulia, ma anche Vito e Roberto per essersi presi la briga di commentare questo post :)

  5. non capisco a cosa serva mettere in dubbio quello che Ziliani scrive. E poi se non si condivide il suo stile basta passare ad altri siti e blog del vino: ogni giorno ne nasce uno.
    Però Ziliani ha un pregio: fa discutere e ha un fiuto della notizia, da giornalista d’esperienza, che la stragrande maggioranza dei blog non ha ancora

  6. Personalmente non ho motivo di dubitare del sig.Ziliani. Io lo seguo da diversi anni e trovo il suo modo di commentare i vini ed il mondo del vino in linea con il mio pensiero pur non sempre condividendo ciò che scrive. Sono un privato appassionato che si interessa di vino da 40 anni e ho letto nel corso di questi anni, credo, tutti coloro che si sono cimentati nel mondo del vino. Non conosco personalmente il sig.Ziliani ma l’idea che mi sono fatto di Lui è che sia una persona schietta capace anche di autocritica. Qualità sempre stata rara fra gli uomini e donne. Oltretutto trovo il suo modo di commentare il vino semplice, diretto, non ampolloso non cercando mai parole ad effetto per stupirci. Buon lavoro sig.Ziliani.

    • lei mi vuole fare arrossire Domenico!
      Le grandi soddisfazioni di questo blog stanno anche nella consapevolezza di poter contare su lettori come lei e di aver maturato nel tempo, nel rapporto con i lettori, una certa credibilità.
      Grazie e buona domenica a lei

  7. Senza tanti fronzoli approfitto per fare anch’io i miei complimenti a Franco, con il sincero augurio di continuare così e, anzi, se possibile aumentare ancora la “‘platea” di lettori…!
    Certo, anche lui ha qualche difettuccio…soprattutto la sua fede nerazzurra…come del resto anche mia moglie…vorrà dire che sorvolerò su questo… ;-)

  8. Gentile Ziliani,
    Sono un appassionato di vino da oltre 25 anni. La seguo sempre con stima ed ammirazione e seguo sempre i suoi consigli che non mi hanno mai deluso, anzi, tutt’ altro. Le auguro di continuare sempre cosi. Buon Lavoro e grazie.

  9. Leggo abitualmente questo blog da circa un anno. Sono una delle visitatrici che hanno contribuito all’incremento delle visite.
    Seguo il blog perché ho l’impressione che i giudizi di Ziliani siano davvero autonomi e onesti. Spesso li condivido anche, altre volte mi condizionano addirittura.
    Una piccola critica su questo post, però, la devo fare:
    darci le percentuai di incremento sulle nuove visite lascia il tempo che trova.
    Mi spiego meglio:
    un incremento si visitatori unici del 22% è un’ottima cosa se si passa da 10.000 a 122.000. Ma non è degno di nota se si passa da 10 a 13.
    In entrambi i casi l’affermazione è veritiera. E’ come quando ci vengono detti i nomi dei 3 produttori in una degustazione alla cieca ma non ci si dice se i produttori presenti erano 5 oppure 150. Da che punto guardi il mondo tutto dipende…….

    • se si fida le posso dire che per i visitatori unici si passa da parecchie decine di migliaia a oltre un centinaio di migliaia. E ho già detto fin troppo, altri numeri non li posso dare :)

      • Beh, certo che mi fido…altrimenti non frequenterei il blog ;)
        Visto che ci siamo le chiedo pure un consiglio per gli acquisti.
        Mi serve una cassa di un buon franciacorta, da far bere ad alcuni amici neofiti. Qualcosa che li avvicini e gli faccia capire cosa sia un buon Metodo Classico ma che costi poco.
        Se dovesse decidere di darmi il suo consiglio, deve tener presente che tutto è partito con una sfida: ho sostenuto che è possibile bere buoni franciacorta spendendo poco. La loro tesi, invece, è che per bere bene bisogna spendere un bel po’ e a quel punto conviene bere direttamente Champagne.
        Cosa mi consiglia? Magari un bel post ad hoc su “Le mille bolle blog” sarebbe perfetto, chiedo troppo?

        • Gentile Monica, tutto Lemillebolleblog risponde alla sua domanda: legga, consulti gli archivi e troverà la risposta alla sua domanda.
          D’istinto le dico due nomi che hanno un indiscutibile grande rapporto prezzo qualità: San Cristoforo, il Brut base ed il Pas Dosé del Mosnel.
          E già che ci sono le consiglio un sito di vendite on line dedicato ai Franciacorta, qui potrà scegliere i vini più interessanti anche per il prezzo:
          https://franciacorta.topitalianwine.net/it/
          Prima che qualcuno parli di “conflitto d’interessi” dico chiaramente che il sito non é mio, ma dell’amico Stefano Grancini, e che ho collaborato e collaborerò con schede di aziende e vini. :)

          • Grazie per il consiglio.
            Quando scende in Sicilia mi faccia sapere che le offro una bottiglia di vino :) (dovrò pure sdebitarmi per i suoi consigli?)
            A proposito: in enoteca ho trovato il Pas Dosè San Cristoforo 2008 Sboccatora 2012. Lo prendo oppure è vecchio?

          • direi di prenderlo tranquillamente.
            Grazie per la bottiglia, ma non deve “sdebitarsi” per nulla

  10. Scrivo da lettrice e non da collaboratrice saltuaria. Vorrei dire a Franco che quando le cose sono fatte bene, quando l’informazione e’ sana, quando il giornalismo e’ puro, quando si scrive col cuore, la testa e non l’occhio rivolto al conto in banca, allora non ci si puo’ aspettare che grandi risultati! ONWARDS AND UPWARDS! Giusy

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Heads up! Stai cercando di salvare un'immagine non valida. Se la salvi non verrà visualizzata nel commento.