Venerdì sera, nella mia Milano, a confermare che credo nella rinascita dell’Oltrepò Pavese

IMG_9343

Serata di gala per la presentazione di Oltrevini 2015

Non ci potrò essere, perché nei giorni del suo svolgimento, dal 18 al 20 settembre, si terrà il Festival Franciacorta in cantina e io ho deliberatamente scelto, il 19 ed il 20, di seguire due iniziative, molto interessanti inserite nel suo folto programma. Non andrò a Casteggio (in zona andrò l’8 settembre per un incontro che poi vi racconterò e credo sarà molto interessante…) per la rassegna Oltrevini, il cui programma (leggete qui), di cui capisco la logica, non mi entusiasma di certo.

Oltrepò Pavese in musica

Però, poiché tra gli organizzatori c’è un vecchio caro amico come Patrizio Chiesa, compagno di tante avventure (e disavventure…) in terra oltrepadana, di degustazioni che quando vennero pubblicate fecero tanto discutere, e credendo in quello che fa, ad esempio, dare vita ad un sito Internet come questo, non potevo non accettare, con gioia, il suo invito ad essere domani sera nella mia adorata Milano (la cui vicinanza all’Oltrepò Pavese è croce e delizia per questa zona meravigliosa…), per la Serata di gala A cena con l’opera per la presentazione di Oltrevini 2015, che si svolgerà in un luogo magico come la Sala delle Colonne del Museo Nazionale scienza e tecnologia Leonardo da Vinci.

VigneOltrepò

Una serata alla cui realizzazione Patrizio sta lavorando, come ad Oltrevini, da tempo, con la sua tenace ostinazione oltrepadana, con il suo amore e la sua fiducia in questa terra, con la speranza che finalmente, proprio in questo momento che ha visto i giornali scatenarsi su una vicenda, vitivinicola, ma anche politica, su cui deve essere fatta ancora completamente luce, l’Oltrepò Pavese del vino possa voltare pagina e imboccare la strada giusta.
Quella che si merita e che sulla quale anch’io, che pure ho scritto tanti articoli critici sull’Oltrepò Pavese (ma scritti con la rabbia dell’innamorato, ma non ancora tradito…) voglio tanto che s’incammini. Con determinazione, decisione, forza, voglia di fare bene e di mostrare al mondo che la terra dove troviamo in vigna il maggior numeri di ettari di Pinot nero in Italia (oltre 2500, altro che i 400 ettari di una ben più nota zona lombarda, dove tutti vogliono produrre bollicine rosé…), può essere una grande terra. Una zona leader non solo in Lombardia, ma in Italia.

You may say I’m a dreamer, but I’m not the only one….

Imagine…

Forza Oltrepò Pavese, un suo grande figlio, che se ne intendeva ti descrisse così… Potessero i potenti dei darmi la sua penna…

____________________________________________________________________

Attenzione!: non dimenticate di leggere anche Lemillebolleblog
http://www.lemillebolleblog.it/

 

Un pensiero su “Venerdì sera, nella mia Milano, a confermare che credo nella rinascita dell’Oltrepò Pavese

  1. Pingback: Oltrepò Pavese millesimato 2010 M.V. Cà Tessitori | Il Prosecco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *