Vino al vino presenta: Rosé Wine Blog, un nuovo blog dedicato ai rosati

RoséWineBlog-testata
Oggi Vino al vino non presenta nessun nuovo articolo e si prende una pausa. Lo fa per dare il debito spazio ad una piccola notizia, la nascita di un nuovo blog interamente dedicato ad una tipologia di vini che rappresentano, insieme alle “bollicine”, l’elemento più nuovo e dinamico del panorama dei vini italiani, i vini rosati.
Il nuovo blog si chiamerà Rosé Wine Blog e cercherà di occuparsi a 360 gradi dei rosati e dei Chiaretto prodotti in Italia, spiegando cosa siano, come e dove vengano prodotti, le loro caratteristiche e specificità. Il tutto chiamando i lettori/appassionati, che sono in crescita, a dire la loro ad intervenire raccontando come vivano l’esperienza di assaggio di un rosato e cosa ne pensino, quale sia la loro visione di questo speciale tipo di vini. Perché piacciano loro o invece non li convincano interamente.

In questo articolo di presentazione sono spiegate un po’ tutta la filosofia ed il progetto editoriale di questo nuovo blog (che tratterà di rosé fermi, ma ovviamente anche quelli con le bollicine) e quello che, se Bacco mi aiuta, ho intenzione di fare.

Ovviamente i suggerimenti ed i consigli sono i benvenuti, e invito i lettori ad avere pazienza se non tutte le sezioni in cui è articolato il blog accolgono un numero considerevole di articoli. L’obiettivo è quello di crescere progressivamente e formare un archivio di informazioni, presentazioni, notizie, dati che documenti la realtà dinamica del rosato e del Chiaretto italiano.

Vi aspetto su Rosé Wine Blog, non mancate!

Attenzione! Non dimenticate di leggere anche:

3 pensieri su “Vino al vino presenta: Rosé Wine Blog, un nuovo blog dedicato ai rosati

  1. buon pomeriggio Sig. Ziliani,
    per leggere i Suoi articoli su rosewineblog mi si chiede username e password.
    Mi può cortesemente indicare come accreditarmi?
    Grazie e cordiali saluti

    • non c’é modo al momento, Silvio 🙁 il mio socio ha pensato “bene” che in attesa di rilanciare il blog fosse opportuno intanto chiuderlo.
      Ovviamente non ero e non sono d’accordo, ma poiché il dominio l’aveva registrato lui e non io, ha potuto decidere cosa fare nonostante la mia contrarietà.
      Ma vedrà, che o con quel nome o con altro nome un mio blog sui rosati italiani e magari altro (tocco ferro) salterà fuori entro l’anno 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *