Per la mia Pasqua un supremo Pinot nero Oltrepò Pavese e un signor Cava

Clamoroso al Cibali! Ho completamente cambiato il programma dei miei vini per la Pasqua di oggi. Niente Barolo, la cucina che il mio ristorante di casa (con me ai fornelli) non é all’altezza e al posto dello Champagne, che berrò domani a Pasquetta, un’altra bollicina del mio privilegio…. Un Grande Cava, il Brut Nature Rosé Gran Reserva Intens 2010 di Recaredo. Che per me suona come una musica, come un sinonimo di grandezza…

Per il Pinot nero niente Bourgogne, niente Süd Tirol, niente zona vinicola bresciana specializzata in bollicine, bensì, e orgogliosamente, Oltrepò Pavese.

E ho scelto una vecchia annata, 2001, del mirabolante Casteggio Vigna Miraggi, da uve in Casteggio, del più piccolo e più bravo vigneron oltrepadano, l’amico carissimo Gianluca Ruiz De Cardenas, uno da cui in Oltrepò e non solo dovrebbero essere in tanti ad imparare qualcosa. Sul Pinot nero, sullo Champagne di cui é un raffinatissimo conoscitore, e su tante cose, legate anche alla sua lunga esperienza di vita.

Ora lo stappo questo Pinot nero oltrepadano, e sono certo che saprà raccontarmi tante cose, regalarmi emozioni, confermarmi che quello del Pinot nero é un universo a sé, secondo solo all’universo, infinito, del Nebbiolo da Barolo…

Buona Pasqua a tutti, cin cin, na zdrowie!

Attenzione!

Non dimenticate di leggere anche

Lemillebolleblog

http://www.lemillebolleblog.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *