Perché la guida Michelin investe nel mondo del vino con Wine Advocate?

Un tentativo di commento cantando insieme a Viola Valentino

Indubbiamente, nel piccolo mondo del wine & food, nel carrozzone variopinto dell’informazione su cibo e vino, é la notizia del giorno, questa, data ad esempio da Decanter. La Guide Michelin, la più celebre, mediatica guida dei ristoranti dell’universo mondo, entra nel mondo del vino e lo fa acquistando una quota della società che edita la più nota rivista ed il più noto sito Internet del vino americano e, Vino al vino a parte, del mondo intero.

Parlo del Wine Advocate e del relativo sito Internet creati da quel volpone (geniale: lui ha fatto i miliardi, io tiro la carretta…) di Robert Parker. Parlo del vero Parker, non del mio amico Robert Parker der Tufello, in arte Daniele Cernilli.
La domanda parte spontanea, come avrebbe detto Antonio Lubrano: quali motivi hanno indotto la Michelin a questa decisione?
Cosa ci sta dietro? Quali scenari, quali sinergie possibili nel mondo dell’informazione del cibo e del vino?
Io sto cercando di realizzare un’inchiesta a 360 gradi qui in Italia, ma finora gli interlocutori che ho cercato di contattare, Andrea Grignaffini alias Spirito di vino, a parte, o hanno la segreteria o si negano al telefono.


Parlo degli illustrissimi colleghi Enzo Vizzari, Edoardo Raspelli, Luciano Pignataro, Alessandro Regoli, Antonio Tomacelli (oh yes, il boss di Intravino) e, persino, e non stupitevi, il sommelier informatico al quale nell’ottobre 2015 a Milano, durante un’agitata Giornata Champagne, tirai un pugno. Ovvero Andrea Gori, che si è detto a disposizione, ma domani, perché oggi “sono incasinatissimo”. Domanda: che siano già stati tutti arruolati dall’omino con le gomme? E io?

In attesa di una risposta a questo devastante interrogativo io mi rilasso, ascoltandomi due canzoncine il cui ascolto consiglio soprattutto ai vertici della Guide Michelin. Canzoni italiani degli anni che furono, una di Renato Zero (forza sorcini, gridate pure!) e l’altra della sexyssima indimenticabile Viola Valentino.

Vino al vino e Lemillebolleblog sono già vostri, j’attends votre offre

Non dimenticate di leggere anche

Lemillebolleblog

http://www.lemillebolleblog.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *